Come creare un’isola di pace nella propria casa

Ultimo aggiornamento: 17.06.24

 

Se abitate in un condominio e siete spesso disturbati dai rumori che arrivano dagli appartamenti vicini, probabilmente è il caso di valutare l’installazione di pannelli fonoassorbenti, così da lasciare i suoni fastidiosi fuori dalla porta.

 

Chi si trova a vivere in un condominio, magari non di nuova fabbricazione, conosce piuttosto bene la sensazione di dover convivere con il rumore proveniente dagli appartamenti adiacenti. Questi suoni – che possono essere le voci di una coppia che discute, il motore dell’aspirapolvere in funzione, le grida di bambini che giocano o il calpestio delle scarpe – il più delle volte sono occasionali e si tende a ignorarli e sopportarli.

Se però la situazione non è così episodica e ogni giorno le vostre orecchie si trovano a dover combattere con rumori molesti di vario tipo e questo vi sta portando sull’orlo dell’esaurimento nervoso, probabilmente è arrivato il momento di fare qualcosa. Come, per esempio, valutare l’installazione di pannelli acustici e bass trap angolari così da cancellare questi suoni e trasformare la vostra casa in una confortevole isola di pace e tranquillità.

La decisione di installare prodotti di questo tipo, tra l’altro, potrebbe essere legata alla volontà di isolare le pareti in modo da non essere voi a disturbare gli altri. Il discorso è valido per chi si esercita frequentemente con uno strumento o per chi vuole ascoltare musica o l’audio dei film ad alto volume. Insomma, optare per il montaggio di pannelli fonoassorbenti o fonoisolanti può risolvere molti dei succitati problemi e scongiurare il rischio di spiacevoli discussioni con i vicini di casa… 

 

Quali sono le soluzioni più interessanti

Finora abbiamo ipotizzato che il disagio dei rumori che arrivano dall’esterno sia una prerogativa di chi vive in un condominio ma in realtà può riguardare anche chi ha una casa indipendente e che può essere infastidito dal traffico o da altre fonti sonore esterne. 

Come abbiamo accennato le soluzioni migliori passano attraverso l’installazione di pannelli fonoassorbenti o fonoisolanti. Qual è la differenza? I primi sono pensati per fare in modo che il suono prodotto all’interno di un ambiente – per esempio quello di un amplificatore per chitarra – non fuoriesca dalla stanza in cui sono montati. I pannelli fonoisolanti, invece, proteggono dai rumori provenienti dall’esterno, dunque dalla strada o da un appartamento adiacente al vostro.

 

Proteggersi dai rumori dei vicini

Se è questo il vostro obiettivo principale, allora valutate l’installazione di pannelli fonoassorbenti, che sono disponibili con tagli, prezzi e materiali differenti e adatti a qualunque tipo di esigenza e capacità di spesa. 

Tipicamente questi pannelli sono realizzati in lana di roccia o lana di vetro, i due materiali più utilizzati perché hanno un’elevata capacità di assorbimento delle onde sonore. Tra l’altro, aspetto da non sottovalutare, oltre all’isolamento acustico garantiscono anche quello termico, permettendo così di prendere i proverbiali “due piccioni con una fava”. 

Ottimi si rivelano anche i pannelli in sughero, che vantano anch’essi capacità di isolamento termico e che sono particolarmente indicati in caso di rumori di passi e calpestio provenienti dall’appartamento sopra il vostro.

Come isolare una stanza o una casa

Si fa presto a dire che bisogna isolare un ambiente o un intero appartamento. In realtà il primo passaggio da fare è quello di effettuare una precisa valutazione sulla provenienza dei rumori, così da capire se sia meglio posizionare i pannelli solo su una parete oppure su tutte. In questo modo si scongiura il rischio di sprecare tempo e denaro. 

In secondo luogo, è bene comprendere quale sia la tipologia dei rumori che si avvertono prevalentemente. Questo, infatti, influenzerà la scelta sul materiale dei pannelli da montare, sul loro spessore e sulla loro esatta collocazione. Lo spessore di un prodotto isolante, come è facile intuire, è molto importante perché più sarà spesso maggiore sarà la sua capacità di schermare rumori di varia natura. Prodotti come i bass trap, per esempio, sono espressamente studiati per schermare le basse frequenze mentre i pannelli resistivi sono perfetti per attutire le frequenze medie e quelle alte. Dunque, è indispensabile fare attente valutazioni prima dell’acquisto. 

Anche per questo motivo, sebbene l’insonorizzazione di una stanza non sia un lavoro complesso, è consigliabile affidare l’operazione a un professionista, che provvederà a collocare i pannelli e che valuterà se sia il caso di inserire tra le pareti e i pannelli stessi un ulteriore materiale fonoassorbente, così garantire una protezione superiore. 

Questo non significa che non sia possibile affidarsi al fai da te, soprattutto se si possiede una certa dimestichezza con lavori di questo tipo. L’importante è non lesinare sulla qualità dei materiali dei pannelli, perché la leggenda che sia possibile isolare una stanza utilizzando i cartoni delle uova è, per l’appunto, una leggenda… 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI

  • user-img
    • Silvio

Salve, sono Silvio Cristaldi e sono un esperto nella riparazione di elettrodomestici. Ho iniziato come tuttofare, sviluppando il mio interesse nel “mettere mano” alle cose, per scoprire come sono fatte. Poi con il tempo ho trovato la mia strada nel ripristinare gli elettrodomestici, al fine di prolungarne la vita. Del resto è meglio riparare che buttare e comprare qualcosa di nuovo, no? Con competenza tecnica approfondita e una mentalità risolutiva, offro soluzioni pratiche e dettagliate per i problemi comuni dei vari dispositivi. Il mio obiettivo è aiutare le famiglie a mantenere i loro elettrodomestici in perfetta forma!