Trucchi e consigli su come sbrinare il frigo velocemente e senza spegnerlo

Ultimo aggiornamento: 24.01.22

 

È sicuramente una delle faccende domestiche più fastidiose, ma sbrinare il frigorifero regolarmente è necessario se si vuole mantenere l’elettrodomestico efficiente e ben igienizzato. In questo post vi diamo alcuni consigli pratici che vi permetteranno di portare a termine il lavoro velocemente e con il minimo sforzo.

 

A meno che non si disponga di un modello con tecnologia No Frost, è necessario sbrinare il frigorifero almeno due volte l’anno per mantenerlo efficiente e ridurre i consumi energetici (il che non guasta mai!).

Non solo, una volta rimosso tutto il ghiaccio nel frigo si potrà effettuare una pulizia più approfondita e capillare dei cassetti e delle superfici interne, così da rende l’ambiente perfettamente pulito e igienizzato per una corretta conservazione degli alimenti. In questo articolo vi spieghiamo come sbrinare il frigorifero velocemente e nel modo più efficace in poche mosse.

 

Sbrinare frigo: i passaggi preliminari

Prima di iniziare a sbrinare il frigo è necessario svuotarlo completamente, liberando tutti i ripiani e riponendo gli alimenti in apposite borse termiche munite di una o due piastre eutettiche per mantenere la temperatura costante durante le operazioni di sbrinamento.

Una volta svuotato, scollegatelo dalla rete elettrica e girate la manopola del termostato sullo zero. Poi rimuovete mensole, balconcini e cassetti, adagiando degli stracci sull’ultimo ripiano e sul pavimento tutto intorno per evitare che la brina, sciogliendosi, allaghi la cucina.

Vi consigliamo anche di tenere un mocio a portata di mano per asciugare l’acqua che si formerà con lo scioglimento del ghiaccio sulla parete del frigo.

Come sbrinare il frigo con l’acqua calda

Per sbrinare il frigorifero il più velocemente possibile si può ricorrere al trucco dell’acqua bollente.

Basta mettere un panno sul ripiano intermedio dell’elettrodomestico e appoggiarci sopra una bacinella riempita con acqua calda, a cui volendo potete aggiungere qualche goccia di aceto o il succo di un limone per rimuovere i cattivi odori e igienizzare le pareti.

Il vapore prodotto permetterà al ghiaccio del frigo di sciogliersi velocemente, evitando così che gli alimenti restino a lungo fuori dalla cella, col rischio di guastarsi.

Per accelerare ulteriormente il processo, potete anche passare degli stracci in microfibra imbevuti di acqua calda sulle pareti interne dell’apparecchio e utilizzare una spatola Ikea in silicone per staccare i pezzi di ghiaccio più grossi e spessi.

 

Come pulire frigorifero

In attesa che il ghiaccio nel frigorifero si sciolga completamente, possiamo iniziare a pulirlo rimuovendo ogni ripiano, cassetto e componente rimovibile per lavarli con una soluzione casalinga realizzata con acqua e bicarbonato, oppure – se il manuale di istruzioni lo prevede – mettendoli direttamente in lavastoviglie per velocizzare le operazioni di pulizia.

Per quanto riguarda le pareti interne, vi consigliamo di riempire una bacinella di acqua calda e aggiungere due bicchieri di aceto di vino bianco. Quindi, inzuppate e strizzate una spugnetta non abrasiva e passatela su tutte le superfici interne e i ripiani dello sportello.

In caso di incrostazioni e sporco ostinato, potete preparare una pasta sgrassante a base di bicarbonato, succo di limone e acqua, che strofinerete con l’aiuto di uno spazzolino per raggiungere gli angoli più difficili e rimuovere la sporcizia accumulata nelle fenditure.

Una volta terminata la pulizia, risciacquate le superfici con un panno bagnato e lasciate asciugare. Se avete deciso di sbrinare il frigo prima di partire per le vacanze, potete anche lasciarlo aperto e con la spina staccata in modo da evitare la formazione di cattivi odori.

Se, invece, volete pulire il frigorifero senza spegnerlo, il metodo migliore è utilizzare una una mistura di aceto e sapone per piatti, versandone un po’ su una spugnetta da strofinare sulle parti fisse e mobili.

In questo modo il frigorifero sarà pulito in pochi minuti e non dovrete staccare la spina dalla presa di corrente. Infine, per profumare gli interni e rimuovere gli odori sgradevoli emanati da alcuni alimenti, come i broccoli, i cavolfiori, il pesce e le uova, potete riporre all’interno dell’elettrodomestico un limone tagliato a metà con qualche chiodo di garofano conficcato nella polpa.

Il profumo durerà circa una settimana e, una volta rimosso il limone, rimarrà a lungo all’interno del frigorifero!

 

Riporre gli alimenti nel frigo

Ed eccoci arrivati all’ultimo step del lavoro: riporre gli alimenti nel frigorifero. Prima, però, dovete inserire la spina e riaccendere l’elettrodomestico, regolando il termostato a un livello superiore rispetto a quello abituale in modo che gli interni possano raffreddarsi velocemente per rimettere i prodotti alimentare il prima possibile nei rispettivi vani.

Il consiglio è di farlo solo nel momento in cui si sarà formata un po’ di brina leggera sulla parete posteriore, avendo l’accortezza di non appoggiare barattoli e contenitori sul fondo per facilitare la distribuzione del freddo.

Quindi, posizionate gli alimenti nei vari scomparti a seconda delle loro specifiche esigenze di conservazione: nei ripiani alti bisogna riporre i cibi già cotti e gli avanzi da consumare nell’immediato; al centro i latticini, le uova, i salumi e i dolci a base di creme e panna; in basso la carne e il pesce; nell’apposito cassetto le verdure e la frutta; nei balconi dello sportello gli alimenti che necessitano solo di una leggera refrigerazione, come il burro e le bibite.

Come sbrinare il freezer

Quando il frigorifero è vuoto, possiamo approfittarne per sbrinare il freezer. Anche in questo caso, il procedimento da seguire è più o meno lo stesso: staccare la spina, mettere una bacinella e degli stracci sul ripiano inferiore per raccogliere l’acqua e aspettare che il ghiaccio nel congelatore si sciolga.

Se preferite, potete anche sbrinare il freezer con il sale che, abbassando il punto di congelamento dell’acqua, riuscirà a sciogliere la brina rapidamente. Basta distribuire una bella manciata di sale grosso da cucina sulle lastre di ghiaccio e attendere una quindicina di minuti, dopodiché si potrà utilizzare una spatola per rimuovere i pezzi più grandi.

In alternativa, è possibile scongelare il freezer rapidamente appoggiando sul ripiano intermedio una pentola di acqua bollente e chiudendo la porta, un escamotage che si rivela utile soprattutto quando il congelatore è pieno di ghiaccio.

A questo punto, non vi resta altro da fare che pulire il freezer adottando le stesse tecniche utilizzate per il frigorifero: aceto oppure una soluzione casalinga fatta con acqua, bicarbonato e succo di limone.

Dopo aver sciacquato e asciugato con cura gli interni, riponete nuovamente tutti gli alimenti, i surgelati e i contenitori all’interno della cella freezer, prendendo l’abitudine di apporre delle etichette con la data di congelamento.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI