4 consigli utili per pulire l’acciaio

Ultimo aggiornamento: 26.06.22

 

Ogni giorno, molte persone si ritrovano a dover pulire piani cottura, posate, pentole e altri oggetti in acciaio. Ecco qualche utile consiglio!

 

Per lucidare l’acciaio inox a dovere senza rovinarlo, è necessario innanzitutto rispettare quattro regole fondamentali, onde evitare disastri irrimediabili:

1) Non utilizzare detersivi in polvere per pulire l’acciaio, in quanto sono abrasivi

2) Non pulire l’acciaio con detergenti troppo aggressivi, specialmente se contenenti cloruro

3) Non utilizzare detergenti a base di cloro per pulire l’acciaio

4) Non pulire l’acciaio inox con prodotti indicati per la pulitura e lucidatura dell’argento

 

Come pulire l’acciaio

Che dobbiate pulire un piano cottura, delle posate o un supporto per chitarra in acciaio, la prima cosa fondamentale da sapere, è conoscere i giusti prodotti da utilizzare per ottenere i migliori risultati.

Innanzitutto bisogna evitare di utilizzare le spugnette abrasive o addirittura le pagliette metalliche. Queste potrebbero sembrare una buona soluzione per rimuovere le incrostazioni calcaree e lo sporco più ostinato ma la loro eccessiva durezza andrebbe a danneggiare l’acciaio, lasciando dei brutti graffi sulla superficie.

Se per pulire pavimenti, vetri e piastrelle si può utilizzare anche un pulitore a vapore, per rendere l’acciaio lucido, è necessario utilizzare dei metodi meno aggressivi e delle spugnette specifiche.

Panni e spugnette

Se non sapete come lucidare l’acciaio senza danneggiarlo, basta utilizzare un panno spugna specifico in fibra poliattiva, che è in grado di detergere e di lucidare allo stesso tempo le superfici in acciaio inox.

Questo deve essere inumidito durante l’utilizzo, in modo da togliere ogni residuo di sporco con un’unica passata, senza rovinare la superficie trattata. Il risultato è soddisfacente e l’acciaio riacquista la sua brillantezza originale.

 

I detergenti

Per ciò che concerne i detersivi da usare per pulire l’acciaio inox, anche questi devono risultare delicati e non troppo aggressivi. Lo scopo è quello di pulire, rimuovere tutti gli aloni, igienizzare e rendere lucenti le superfici in acciaio, senza danneggiarle o graffiarle.

Sul mercato è presente una vasta gamma di prodotti indicati per la pulizia dell’acciaio inox, ma se non volete spendere troppi soldi, potreste realizzare voi stessi dei detergenti ugualmente efficaci. Basterà procurarvi degli ingredienti naturali, comunemente presenti in casa, come per esempio il succo di limone, l’aceto bianco e il bicarbonato di sodio.

Come pulire l’acciaio macchiato

Se non sapete come togliere la ruggine dall’acciaio o le macchie di grasso e di calcare da lavabi e piani cottura, dovrete adottare un metodo di pulizia più approfondito. Anche in questo caso è necessario una spugna antigraffio per acciaio inox, munita di apposite fibre abrasive che rimuovono lo sporco più ostinato senza però graffiare le superfici trattate.

Come prodotto detergente vi suggeriamo di utilizzare dell’anticalcare o del bicarbonato diluito in acqua calda. Diversamente potreste usare del succo di limone, in quanto la sua acidità risulta perfetta per contrastare la ruggine e le macchie di calcare.

Se invece non sapete come pulire la cappa in acciaio della vostra cucina, il procedimento è simile a quello impiegato per rimuovere lo sporco dai lavabi. Vi basterà miscelare del bicarbonato di sodio con dell’acqua tiepida e aggiungere una goccia di detergente liquido, finché non otterrete una sorta di crema da passare sulla cappa con una spugnetta umida.

Se invece è il rubinetto del lavello a essere sporco e incrostato di calcare, potete inumidire un panno spugna in microfibra con dell’aceto bianco. Questo metodo rimuoverà ogni macchia di calcare e il rubinetto tornerà a essere splendente come prima.

 

Pentole e posate in acciaio

Per quanto riguarda la pulizia di pentole e posate in acciaio inox, il metodo varia leggermente rispetto a quelli cha abbiamo visto fino adesso. Chiaramente se disponete di una lavastoviglie, questa vi risparmierà la fatica.

Tuttavia, prima di attivare l’elettrodomestico, spruzzate un po’ di aceto su posate e pentole in acciaio; il lavaggio con acqua calda farà il resto del lavoro, rimuovendo anche lo sporco incrostato.
Al termine del trattamento, ricordate di passare il tutto con un panno asciutto, dando un’ulteriore spruzzata di aceto sugli oggetti e facendo attenzione ad asciugare bene. Ricordate di non spruzzarne troppo o l’operazione risulterà controproducente, in quanto si formeranno degli antipatici aloni.

Se non avete una lavastoviglie non abbiate paura, lavate tutto a mano con del detersivo per piatti e utilizzate dell’aceto anche in questo caso, così da ridare a pentole e posate la loro lucentezza originale.

Rischi da evitare

Se non sapete come pulire l’acciaio inox in maniera corretta, potreste rischiare di rovinarlo. A dispetto della nota resistenza di questa particolare lega metallica, se non prestate la dovuta attenzione nel trattarla, rischiate di logorare irrimediabilmente la brillantezza originale della sua superficie.

In tal caso, dovrete rinunciare alla qualità funzionale ed estetica di questo materiale, che da sempre viene apprezzato per la sua solidità, lucentezza e durabilità. L’acciaio inox è presente in tutte le case in diverse forme, infatti basta pensare a un semplice piano cottura, che nel 90% dei casi è realizzato con questo tipo di materiale.

Anche molte pentole e posate sono composte da tale lega, apprezzata sia per la sua alta conducibilità termica e sia per il suo buon livello di inibizione batterica. È proprio in virtù di queste qualità che è necessario prendersi cura degli oggetti in acciaio, affinché possano mantenere inalterate tali proprietà nel tempo.

Prestate sempre molta attenzione ai detergenti e alle spugne che utilizzate per pulire l’acciaio, soltanto così eviterete che il materiale si opacizzi, si graffi e si annerisca. Ricordate di pulirlo sempre con panni in microfibra (preferibilmente nuovi e non usati) e se dovete lucidarlo, non abusate dell’aceto o favorirete la formazione degli aloni.
Ora che sapete come prendervi cura dei vostri oggetti e delle vostre superfici in acciaio, potrete farli risplendere in tutta la loro lucentezza.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI