Le 8 migliori spazzatrici del 2021

Ultimo aggiornamento: 28.07.21

 

Spazzatrici – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

La pulizia dei vialetti e dei terrazzi può diventare un problema se le superfici da trattare sono di ampie dimensioni. Utilizzare solo scopa e olio di gomito può risultare eccessivamente faticoso ed è per questo motivo che molti utenti ricorrono all’acquisto di una spazzatrice, elettrica o manuale. In questo articolo abbiamo selezionato le migliori: per esempio Kärcher Spazzatrice S4 Twin, un sistema a spinta manuale con un’ampiezza di lavoro di 510 mm e venduta a un prezzo piuttosto vantaggioso. Oppure Kärcher S 750, dotata di spazzole extralarge adatte sia alla rimozione di detriti asciutti, sia umidi. Continuate a leggere per scoprire quale modello è più adatto alle vostre esigenze.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori spazzatrici – Classifica 2021

 

Qui di seguito troverete la lista dei migliori prodotti attualmente disponibili sul mercato online, scelti in base ai pareri degli utenti che li hanno provati.

 

 

1. Kärcher Spazzatrice S4 Twin Resa per Superficie 1.800mq/h

 

Secondo le recensioni degli utenti, la migliore spazzatrice del momento è quella proposta da Kärcher, un’azienda tedesca che si occupa della realizzazione di accessori per la pulizia industriale e casalinga. In questo caso abbiamo di fronte il modello S4 Twin: un macchinario dotato di due spazzole laterali e una a forma di rullo nella parte centrale, che serve a far confluire i detriti nel serbatoio principale. 

Quest’ultimo ha una capacità massima di 20 litri e si può svuotare facilmente grazie alla presenza della maniglia che vi agevolerà nel sollevamento. L’ampiezza di lavoro è pari a 510 mm, abbastanza per riuscire a pulire una superficie pavimentata o asfaltata di 1.800 mq in un’ora.

Si tratta di un apparecchio manuale a spinta, dunque non è necessario acquistare batterie o carburante, inoltre, tale caratteristica vi consentirà di utilizzarlo anche nelle zone non perfettamente arieggiate, come per esempio il garage o l’autorimessa.

 

Pro

Ampiezza: Il macchinario è largo 51 cm, spazzole comprese, dunque è in grado di pulire superfici abbastanza estese.

Prezzo: Si tratta di uno degli articoli più economici della nostra lista, adatto a tutte le tasche e perfetto per chi ha un budget limitato ma necessita di un valido accessorio per la pulizia.

Peso piuma: La spazzatrice pesa soltanto 11 kg, dunque può essere facilmente sollevata e riposta in un garage o un capanno degli attrezzi posizionando il manico in verticale.

 

Contro

Curve: Per pulire un tratto non rettilineo è necessario svoltare a una velocità sostenuta per riuscire a catturare lo sporco senza dover ripassare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Kärcher S 750 Spazzatrice Resa per 2.500mq/h

 

La spazzatrice Kärcher è dotata di una spazzola laterale esterna piuttosto grande, raggiungendo un’ampiezza di lavoro pari a 700 mm, quanto basta per riuscire a effettuare la pulizia di un’area di 2500 mq in una sola ora. Il serbatoio invece, dove vengono inglobati tutti i detriti, ciottoli e foglie, ha una capacità massima di 32 L, dunque molto capiente e in grado di contenere anche i rifiuti di grandi dimensioni.

Il costo complessivo della macchina non è basso, tuttavia è giustificato dall’affidabilità dell’azienda tedesca e dalla qualità dei materiali adoperati per la realizzazione. Una volta terminate le pulizie, è possibile riporla verticalmente abbassando del tutto il manico, affinché l’apparecchio occupi uno spazio molto ridotto.

L’unica cosa che ci teniamo a segnalare è l’assenza del doppio kit di spazzole: anche se riportato nella descrizione, in realtà non è compreso nel prezzo. In ogni caso, è possibile acquistare set di ricambio separatamente.

 

Pro

Larghezza: L’ampiezza di lavoro della spazzatrice S 750 è di 70 cm e vi consentirà di pulire superfici pavimentate di ampie metrature.

Serbatoio: È piuttosto grande, considerando che ha una capienza di ben 32 litri ed è adatto anche ai rifiuti ingombranti.

Occupa poco spazio: La macchina si può riporre in modo verticale all’interno di un garage o un magazzino semplicemente abbassando l’archetto per la spinta.

 

Contro

Costo: Il prodotto non è uno dei più economici della classifica, tuttavia il prezzo è da considerarsi appropriato in quanto si tratta di un articolo Kärcher estremamente valido.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Ryobi 5133004365 R18sw3 Scopa Elettrica 18 V

 

Tra i prodotti più venduti sul web ci ha convinto particolarmente quello proposto da Ryobi: si tratta di una delle più famose aziende di accessori per la pulizia industriale, facente parte della multinazionale Techtronic Industries di Hong Kong. Quella che ci presenta è una spazzatrice elettrica, ovvero un apparecchio che richiede l’inserimento di una batteria per poter funzionare.

Ciò si rivela un vantaggio in quanto più potente rispetto a un macchinario a spinta manuale, in grado di utilizzare energia per aspirare i detriti oltre a incanalarli nel serbatoio grazie al movimento circolare delle spazzole.

Tuttavia, il generatore non è compreso nel prezzo, ed è necessario acquistarlo separatamente insieme a un caricatore dello stesso brand. Il contenitore per la raccolta dei rifiuti ha una capacità massima di 17 litri, mentre l’ampiezza di lavoro misura 530 mm, quanto basta per riuscire a pulire una superficie di circa 2.000 mq.

 

Pro

Regolabile: Il manico si può adattare facilmente alla propria altezza abbassandolo o alzandolo in base alle esigenze.

Elettrico: Si tratta di un macchinario che necessita di un generatore per funzionare, in grado di raccogliere i detriti tramite una forza aspirante.

Prezzo: Per essere una spazzatrice a batteria, il costo complessivo è piuttosto contenuto e adatto a chi ha a disposizione un budget limitato e cerca un accessorio più performante rispetto a una macchina manuale.

 

Contro

Batteria: Non è inclusa, ed è necessario comprarla a parte tramite il medesimo venditore, con un esborso aggiuntivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Kärcher S 6 Twin Spazzatrice Resa per Superficie 3.000mq/h

 

Tra gli articoli venduti online ci è piaciuto quello proposto dall’azienda tedesca Kärcher. Si tratta di una spazzatrice manuale, dunque adatta sia agli ambienti interni, come garage, officine o autorimesse, sia a quelli esterni, per esempio vialetti e terrazzi.

A differenza di altri articoli, questa volta ci troviamo di fronte una macchina dalle dimensioni piuttosto elevate: l’ampiezza di lavoro è pari a 860 mm, comprese le spazzole laterali, ed è inoltre dotata di un serbatoio di 38 L di capienza. Le setole sono piuttosto rigide e resistenti, in grado di raccogliere qualsiasi tipo di detrito, comprese le foglie umide, attaccate al pavimento a causa della pioggia.

Il contenitore si può svuotare con pochi semplici gesti, inoltre, la maniglia per la spinta si adatta perfettamente a qualsiasi altezza. Il prezzo dell’apparecchio non è basso, anzi, è probabilmente uno degli articoli più costosi della nostra lista, tuttavia è motivato dalla garanzia dell’azienda e dal pregio dei materiali robusti e duraturi, come le ruote rinforzate.

 

Pro

Spazzole: Sono adatte per la raccolta di tutti i rifiuti, persino quelli umidi come le foglie bagnate.

Manuale: Per far girare le setole circolari basterà spingere la macchina, che potrete sfruttare anche per effettuare le pulizie nei luoghi coperti.

Facile da usare: Per agganciare le spazzole, rimuovere il serbatoio o modificare l’altezza della maniglia per la spinta basteranno pochi semplici gesti.

 

Contro

Prezzo: Per alcuni il costo complessivo potrebbe risultare troppo alto, tuttavia è bene prendere in considerazione che si tratta di un prodotto Kärcher, dunque estremamente valido.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Einhell Spazzatrice a Batteria Power X-Change

 

Effettuando una comparazione con altri prodotti simili, la spazzatrice proposta dall’azienda tedesca Einhell rientra tra quelle più apprezzate dagli utenti online. Il motivo probabilmente è dovuto al prezzo contenuto e la possibilità di adoperare la macchina collegandola a una batteria da 18V, che purtroppo sarà necessario acquistare separatamente dal medesimo venditore.

L’apparecchio è dotato di due spazzole laterali, perfette per la rimozione di grandi e piccoli detriti, inoltre, può raggiungere una potenza di aspirazione tale da riuscire a pulire una superficie di 1,800 mq in un’ora senza effettuare nessuno sforzo. Il serbatoio ha una capienza di 20 litri e si svuota facilmente sollevando l’apposita leva posizionata sul retro dell’oggetto.

L’accensione e lo spegnimento sono operazioni piuttosto semplici: poiché i comandi di accensione si trovano direttamente sulla maniglia di spinta, basterà premere quella per mettere in funzione la spazzatrice. Infine, anche in questo caso è possibile sistemare l’oggetto in verticale, affinché occupi il minor spazio possibile quando non in uso.

 

Pro

Ricaricabile: La spazzatrice funziona a batteria, rendendo la pulizia degli esterni ancora più semplice e veloce.

Rapporto qualità/prezzo: Per essere un macchinario a batteria, dunque di fascia più alta rispetto a un modello manuale, ha un costo comunque estremamente competitivo.

Affidabilità dell’azienda: Einhell ha sede in Germania e dagli anni ’60 si occupa della produzione di elettroutensili e di altri strumenti per la cura della casa.

 

Contro

Spazzole: Sono troppo morbide per la raccolta dei rifiuti umidi, come per esempio fango e foglie bagnate.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Kärcher Km 70/20 C 2Sb Scopa Elettrica

 

Nonostante non si tratti di un articolo economico e adatto a tutte le tasche, tra le offerte presenti online ci è piaciuta quella proposta da Kärcher. Si tratta di una spazzatrice professionale, dunque di fascia medio alta, realizzata con ottimi materiali resistenti. Non è dotata di batterie come si potrebbe essere portati a pensare, ma si muove come altri modelli semplicemente a spinta manuale, tuttavia, malgrado l’assenza di elettricità, è perfetta per pulire una superficie di 3.680 mq in circa un’ora.

Il macchinario viene venduto con un kit di spazzole, capaci di raccogliere fino a sette volte in più rispetto a una normale scopa, inoltre le setole sono abbastanza dure e valide da riuscire a sollevare anche le foglie bagnate.

Come abbiamo accennato, trattandosi di un articolo professionale, il prezzo non è affatto concorrenziale, tuttavia, i fortunati che hanno la possibilità di spendere cifre molto alte ne trarranno sicuramente un grande vantaggio.

 

Pro

Professionale: Kärcher è una delle migliori aziende di accessori per la pulizia e quella che ci propone in questo caso è una macchina estremamente efficiente, che è possibile adoperare anche in ambito lavorativo.

Ampiezza di lavoro: Aggiungendo entrambe le spazzole la macchina misura frontalmente 920 mm, ed in grado di spazzare superfici di circa 4.000 mq in un’ora.

Versatile: Trattandosi di una spazzatrice manuale, può essere adoperata sia negli ambienti esterni, sia in quelli interni.

 

Contro

Prezzo: Il modello KM 70/2Sb è il modello più costoso della nostra classifica, dunque non adatto a tutte le tasche.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Güde 16787 Gkm 700 Spazzatrice

 

Se state cercando una spazzatrice economica potreste prendere in considerazione l’acquisto di quella proposta dall’azienda tedesca Güde. Si tratta di una macchina manuale a spinta, dotata di due spazzole laterali esterne molto grandi e altre due a cilindro poste in prossimità del serbatoio, in grado di incanalare anche la sporcizia più sottile.

Ha un’ampiezza di lavoro di 70 cm e può pulire superfici di circa 2.500 mq in un’ora anche grazie al serbatoio dalla capacità di 20 litri. Si riscontra un piccolo difetto per quanto riguarda le cinghie di trasmissione: sono in plastica, e un utilizzo continuo e prolungato su strade ruvide potrebbe causarne il deterioramento.

Per questo motivo, consigliamo di limitare le pulizie a poche ore, cercando di eliminare dal suolo i detriti appuntiti o in ferro prima del suo passaggio. Per sapere dove acquistare la spazzatrice Güde, vi invitiamo a cliccare sul link posto qui in basso.

 

Pro

Capacità: Il serbatoio può contenere fino a un massimo di 20 litri in rifiuti solidi, inoltre l’ampiezza di lavoro con le due spazzole è pari a 700 mm.

Prezzi bassi: Si tratta di uno degli articoli più economici della nostra classifica, considerata anche la grandezza e la qualità dei materiali.

A spinta manuale: Il vantaggio di una spazzatrice priva di motore è la possibilità di adoperarla anche negli ambienti chiusi, come autorimesse e garage.

 

Contro

Cinghie: Quelle utilizzate per la realizzazione della macchina sono in gomma, e un uso prolungato potrebbe portare a deteriorarle facilmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. TecTake Spazzatrice Manuale a Spinta Pulitrice 20 Litri

 

Uno dei prodotti più economici della classifica, ampiamente apprezzato dagli acquirenti online, è quello proposto da TecTake. Ciò che abbiamo di fronte è una spazzatrice a spinta manuale a prezzo basso, dotata di un’ampia zona di lavoro, pari a 70 cm, in grado di pulire superfici di circa 2.500 mq in un’ora.

Presenta ben quattro spazzole: due laterali, grande e rotonde, che tramite il movimento circolare incanalano lo sporco al di sotto della macchina, e altre due cilindriche posizionate alla base, che completano l’operazione di rimozione dei rifiuti.

Il serbatoio, nonostante il costo basso del prodotto, ha una capacità di 20 litri, abbastanza per riuscire a rimuovere tutte le foglie dal vostro cortile. Il manico si può facilmente regolare per adattarsi all’altezza di chi lo utilizza, tuttavia, una volta terminate le pulizie, sarete obbligati a rimuoverlo completamente per poterlo riporre in verticale all’interno di un garage o un deposito per attrezzi.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Si tratta dell’articolo più economico della nostra lista, nonostante ciò, è caratterizzato da buone prestazioni, tanto da risultare uno dei preferiti tra gli utenti.

Capacità: Il serbatoio è piuttosto grande e può contenere fino a 20 litri di rifiuti solidi, sia grandi sia piccoli.

Spazzole: Sono in tutto quattro e riescono a catturare qualsiasi tipo di detrito sul suolo effettuando una sola passata.

 

Contro

Manico: Per quanto possa essere regolato in base all’altezza di chi lo utilizza, per poter posizionare il macchinario in verticale è necessario svitarlo ogni volta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere le migliori spazzatrici

 

Se non avete ancora deciso quale modello acquistare, date prima un’occhiata a questa guida, dove troverete tutti i dettagli relativi a tali accessori per la pulizia dei terrazzi, garage e vialetti.

 

Niente più mal di schiena

Avere una casa provvista di un grande spazio esterno è una gioia per gli occhi e a volte anche per la salute: si ha la possibilità di stendersi al sole, di godere dei suoi raggi, di poter giocare con i propri figli e di donare un po’ di libertà ai propri animali domestici. Tuttavia, ciò non solo talvolta comporta una spesa maggiore per la manutenzione di aiuole, piante e giardini, ma tale privilegio rende necessaria anche la pulizia delle zone pavimentate.

Foglie, residui di cibo, polvere proveniente dai tubi di scarico delle auto, escrementi di uccello, polline, insomma, un vialetto può sporcarsi con qualsiasi cosa. L’utilizzo di una scopa di saggina potrebbe essere l’ideale: le setole ruvide riescono a rimuovere tutti i detriti, tuttavia, chi ha un’area esterna molto ampia può fare davvero molta fatica affinché sia tutto pulito. Ed è proprio qui che vengono in aiuto le spazzatrici domestiche, dotate di setole rotanti e un serbatoio interno in cui confluiscono tutti i rifiuti solidi, piccoli e grandi.

Spazzatrice manuale

I modelli più economici sono senza dubbio quelli a spinta: si tratta di una tecnologia molto semplice, che non necessita il supporto dell’elettricità per funzionare. Si azionano infatti semplicemente muovendo in avanti la macchina, poggiando le mani sul manico regolabile e camminando lungo il percorso che si vuole pulire.

 

Modelli elettrici o a scoppio

Nonostante tali macchine abbiano un prezzo più alto e, a parte qualche eccezione, non sono adatte a un utilizzo casalingo, riteniamo opportuno mettervi a conoscenza dell’esistenza di altre due tipologie di spazzatrici.

La prima funziona tramite batteria: è ricaricabile, con una durata standard di circa un’ora, ed è dotata di una forza aspirante più alta rispetto ai macchinari a spinta manuale. Inoltre, si può usare sia per la pulizia di vialetti e di ampi terrazzi, sia all’interno di garage o autorimesse coperte. Quella a gas invece, necessita di benzina, GPL o diesel per funzionare, tuttavia si può adoperare soltanto nelle zone esterne a causa dei vapori potenzialmente pericolosi.

 

Macchine aspiranti

Tutte le spazzatrici sono dotate di un serbatoio centrale in cui vengono depositati i detriti grazie al movimento rotatorio delle spazzole: generalmente può contenere fino a un massimo di 50 L per i macchinari più ampi. Nei modelli a spinta manuale ciò avviene solo grazie al meccanismo a centrifuga delle setole, per quanto riguarda gli apparecchi a batteria e a scoppio invece, è possibile attivare una vera e propria aspirazione.

In questi casi infatti è presente anche un filtro, che bisognerà pulire e cambiare periodicamente affinché la spazzatrice continui a funzionare a lungo. Non sempre però tali macchine sono maggiormente performanti rispetto a quelle non automatiche, poiché ciò potrebbe dipendere anche dalla qualità delle setole.

 

Ampiezza di lavoro

Si tratta di un’unità di misura che determina la grandezza della zona che una spazzatrice è in grado di pulire in una sola passata. Tale estensione può generalmente oscillare tra i 46 cm e i 120 cm, in base al modello di macchinario: la scelta della migliore dipenderà principalmente dall’area che avete necessità di pulire. Per esempio, per la manutenzione di un terrazzo di 2.000 mq è preferibile optare per una macchina avente un’ampiezza di lavoro di almeno 50 cm.

La scelta delle spazzole

La maggior parte dei modelli prevede la presenza di una o due spazzole anteriori, che servono a far confluire i detriti all’interno del serbatoio posto al centro della macchina. Tuttavia, alcune aziende propongono l’acquisto di una spazzatrice dotata di un kit di ricambio già incluso nel prezzo.

Tali accessori possono differire da altri in base alla qualità delle setole: la tipologia più morbida è adatta ai rifiuti secchi, mentre quella dura si rivela un’ottima scelta per la rimozione di foglie umide e attaccate al pavimento.

 

Prezzi

Se si ha una casa con un giardino o un enorme terrazzo, bisogna tener conto delle spese necessarie per la manutenzione. La pulizia dunque, diventa un obbligo durante tutte le stagioni, per evitare che i pavimenti possano rovinarsi con il tempo.

Una macchina spazzatrice generalmente ha un costo superiore alle centinaia d’euro, tuttavia non richiede particolari accorgimenti a parte il cambio periodico delle spazzole rotanti. I modelli a spinta manuale sono senza dubbio i più economici e l’acquisto di un articolo del genere vi eviterà senza dubbio perdite di tempo e dolori alla schiena.

 

 

 

Come usare una spazzatrice

 

Avete appena acquistato il nuovo dispositivo e non sapete come adoperarlo? Qui di seguito troverete una piccola sezione in cui vi spieghiamo come fare. Se non avete ancora scelto quale modello è più adatto alle vostre esigenze, vi invitiamo a leggere la nostra guida su come scegliere una buona spazzatrice presente in questo articolo.

Assemblaggio

La prima cosa da fare dopo aver portato a casa la spazzatrice sarà prepararla al lavoro da svolgere, montando accuratamente le spazzole sulla parte sottostante. Ogni apparecchio può possederne due o più e persino la qualità delle setole può cambiare a seconda dei mesi dell’anno: per esempio, in inverno e in autunno è consigliabile utilizzare quelle in grado di raccogliere detriti umidi, come le foglie bagnate dalla pioggia.

A questo punto sarà necessario posizionare il manubrio all’altezza che più preferite: non è consigliabile metterlo troppo in alto o troppo in basso, soprattutto per i macchinari a spinta manuale, poiché potrebbe richiedere una forza più grande del dovuto, causando persino mal di schiena e dolori muscolari.

 

Il clima adatto

Se fuori piove, diluvia, c’è molto vento o sta addirittura nevicando, forse non è il momento giusto per dedicarsi alla pulizia degli spazi esterni. L’acqua non solo potrebbe deteriorare i circuiti interni del macchinario, a maggior ragione se si tratta di un modello a batteria o a scoppio, ma i detriti potrebbero aderire al pavimento rendendo impossibile la raccolta.

Dunque, è consigliabile usare una spazzatrice principalmente durante l’estate e in primavera, a meno che non abbiate un dispositivo dotato di particolari spazzole per rifiuti umidi, tuttavia, anche in quel caso non sarebbe possibile adoperarla con climi particolarmente avversi.

 

Ottimizzare i tempi

Sia la spazzatrice elettrica, sia quella manuale oppure a gas, ha una forma rettangolare e una misura, chiamata pista di lavoro, che generalmente può andare dai 46 cm fino a un massimo di 120 cm, per quanto riguarda i modelli uomo a terra.

Prima di iniziare la pulizia, dunque, è consigliabile valutare bene il percorso da seguire, preferendo un movimento stretto e a onda, piuttosto che uno confuso o a zig zag, che potrebbe far perdere eccessivo tempo facendo scaricare il dispositivo prima di aver concluso.

Termine delle pulizie

Quando tutto il terrazzo o il vialetto sarà stato sgomberato dalle foglie e dai detriti bisognerà svuotare il serbatoio: questa operazione dovrebbe essere svolta ogni volta, per evitare il ristagno e la proliferazione dei batteri.

Per farlo, basterà sollevare la maniglia, generalmente posta nella parte alta del macchinario, staccare il contenitore e gettare tutto ciò che è stato raccolto all’interno del bidone dell’indifferenziata.

 

Manutenzione

Si tratta di un dispositivo che non necessita di una particolare pulizia periodica, tuttavia, affinché possa durare a lungo è bene trattarlo con estrema cura. Per esempio, sarebbe opportuno evitare di riempire eccessivamente il serbatoio, poiché potrebbe causare ostruzioni facendo andare in sovraccarico il macchinario.

Inoltre, prima di ogni utilizzo è consigliabile rimuovere gli oggetti metallici o troppo lunghi dalla pavimentazione, poiché potrebbero incastrarsi tra le setole e deteriorarle. Infine, affinché la spazzatrice possa funzionare sempre correttamente, se non doveste utilizzarla per lungo tempo è preferibile rimuovere le batterie, per evitare che possano ossidarsi.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Quanti modelli di spazzatrice esistono?

Tali elettrodomestici si suddividono principalmente in base alla tipologia di motore, che può essere a spinta manuale, a scoppio oppure a batteria ricaricabile. Tuttavia, è bene fare una distinzione anche tra i modelli “uomo a terra” oppure quelli “uomo a bordo”: nel primo caso è necessario spingere la spazzatrice tramite le braccia, accompagnandola e direzionandola con i piedi.

Nel secondo esempio invece, proprio come un tagliaerba professionale, sarà necessario sedersi e guidare l’elettrodomestico tramite i pedali. Entrambe le tipologie sono molto performanti e si differenziano in base al loro raggio di azione, che può andare da circa 46 cm fino a un massimo di 120 o 130 cm.

Infine, esistono anche modelli stradali, ma il loro utilizzo è esclusivamente professionale, dunque non adatto ai vialetti di una casa privata. Se cercate dei consigli su quale spazzatrice comprare vi invitiamo a leggere la nostra guida all’acquisto presente in questo articolo.

Qual è la differenza tra una spazzatrice a batteria e una a scoppio?

Sul mercato è possibile trovare varie tipologie di macchine spazzanti, quelle più gettonate sono quelle a batteria o a gas. Nel primo caso, abbiamo di fronte un modello facile da adoperare sia negli ambienti esterni, sia in quelli interni, come palestre, garage e altro.

Gli articoli a scoppio invece, sono maggiormente indicati per la pulizia dei vialetti e di grandi terrazzi, poiché l’alimentazione a benzina, GPL o diesel, proprio come un’automobile, ha bisogno aria aperta per rilasciare i vapori prodotti dalla combustione.

 

Si può usare la spazzatrice quando piove?

Anche se si tratta di un elettrodomestico che viene principalmente adoperato negli spazi esterni della casa, in realtà il suo utilizzo non è consigliato in caso di clima avverso, come pioggia, grandine o neve. Tale limitazione è dovuta al fatto che le foglie, la polvere e altri detriti, possono aderire al pavimento al punto da rendere impossibile la loro rimozione tramite le spazzole. Inoltre, nel caso di sistemi a batteria o a gas, l’acqua potrebbe infiltrarsi all’interno dei circuiti e deteriorare l’apparecchio.

 

La spazzatrice può fungere anche da aspirapolvere?

Lo scopo principale di tale accessorio è quello di agevolare la pulizia di vialetti e di pavimenti di terrazzi e balconi di ampia metratura, che generalmente verrebbero trattati con una scopa o uno spazzolone. Ciò implica, dunque, che una spazzatrice sia in grado di rimuovere anche la polvere: per quanto riguarda i modelli a batteria, a scoppio o quelli a spinta manuale, l’elettrodomestico è dotato indistintamente di un serbatoio in cui vengono incanalati tutti i detriti, sia piccoli, sia grandi come sassolini e ghiande. Le uniche differenze riscontrate tra le tre tipologie è la capacità della cisterna e la potenza di aspirazione.

 

Dove è possibile acquistare una spazzatrice?

Trattandosi di un accessorio specifico per la pulizia delle zone esterne della casa, potrete trovare sistemi del genere nei negozi specializzati in giardinaggio, oppure all’interno di megastore più forniti. Inoltre, considerato il prezzo non proprio economico di tali articoli, vi suggeriamo di dare prima un’occhiata sui siti online e alla nostra classifica delle migliori spazzatrici del 2021.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI