5 modi per togliere le macchie di sangue

Ultimo aggiornamento: 15.06.21

 

È una tra le macchie più insidiose perché se rimane troppo tempo a seccare potrebbe essere quasi impossibile da rimuovere. Ecco come liberarsene

 

Per capire come togliere macchie di sangue bisogna osservare bene la macchia, se è molto secca non si potranno pretendere gli stessi risultati di un intervento a sangue ancora fresco. Anche il tipo di tessuto fa la differenza. Di solito il sangue si lega alle trame di fibre naturali e da qui sembra quasi impossibile rimuoverle. Eppure è possibile farlo seguendo alcuni accorgimenti semplici e pratici che non richiedono l’utilizzo di prodotti chimici molto invasivi.

Per smacchiare sangue ancora fresco basta l’acqua molto fredda o persino il ghiaccio. In questo modo il sangue non si lega al tessuto e viene via del tutto senza dover per forza passare dalla lavatrice. A seconda della grandezza della macchia potrebbe essere necessario pretrattare e poi lavare normalmente a macchina per togliere gli aloni. Se il sangue si è incrostato ed è già secco, è necessario un intervento più robusto e qualche accorgimento che vi descriviamo di seguito.

Come togliere le macchie di sangue dai tessuti

Per rimuovere bene una macchia di sangue è necessario agire in fretta, appena questo si versa sul tessuto. Una ferita, l’improvvisa epistassi (quando si perde sangue dal naso), sono piccoli incidenti domestici irrilevanti che però richiedono un intervento tempestivo. Per essere certi di rimuovere la macchia e l’alone è possibile agire in due modi, sfruttando comunque il potere del freddo.

Il sangue è una sostanza viva, se inibita con il freddo intenso si blocca l’attività delle piastrine che tendono a coagularsi e per questo si legano così saldamente al tessuto una volta asciutto. L’intervento con un cubetto di ghiaccio permette di inibire la funzione vitale del sangue e renderne semplice la rimozione con poco detersivo.

In alternativa è possibile strofinare il tessuto sotto il getto d’acqua fredda e farlo delicatamente fino a che la macchia sia completamente bagnata e il tessuto intriso d’acqua. Un goccio di sapone per il bucato potrà aiutare a sciogliere in fretta la sporcizia.

Per eliminare le macchie di sangue basta strofinare energicamente la stoffa. Se fosse necessario, si può rivoltare il capo e lasciar scorrere l’acqua sul rovescio del tessuto. In questo modo il lavoro è completo e spesso non serve ripassare in lavatrice per eliminare del tutto gli aloni, basta lasciar asciugare all’aria.

 

Come togliere le macchie di sangue secco

Ora che sappiamo come si tolgono le macchie di sangue fresco, passiamo a quelle davvero impegnative: le macchie già secche. Una ferita che si riapre durante il riposo notturno, oppure il ciclo mestruale o la necessità di recuperare degli indumenti solo molto tempo dopo aver prestato soccorso a chi si è fatto male. Sono tante le occasioni in cui ci si trova ad aver a che fare con questo tipo di macchia che richiede una cura e una dedizione speciale. È bene fare attenzione e tenere a mente che i trattamenti efficaci non sono adatti a tutti i tessuti, quindi i più delicati vanno trattati in maniera adeguata.

Su tessuti resistenti come il cotone è possibile utilizzare la comune acqua ossigenata, in alternativa quella gassata. In combinazione con il gas, l’acqua riesce a permeare la stoffa attraversando la macchia e contribuendo a farla ammorbidire. Si tratta di un intervento che richiede tempo e pazienza. Infatti non è sufficiente l’ammollo per sciogliere la macchia. In questo modo si cerca di rendere meno ostico per il sapone raggiungere le fibre in profondità e scrostare la parte sporca.

In alcuni casi l’acqua ossigenata potrebbe risultare aggressiva sui tessuti, specie quelli con colori vivaci o una trama sottile. Una prova su un angolino non a vista è il solito consiglio da seguire se si teme di far danno.

La pastella con acqua e bicarbonato, o meglio ancora percarbonato di sodio, è utile per combinare anche un leggero effetto abrasivo per ammorbidire e rimuovere fisicamente la macchia. Quanto più a lungo si lascia agire il composto, migliore sarà l’effetto finale. Approfittatene per fare finalmente la maschera a base di acido ialuronico Venus, un toccasana per prendersi cura della pelle. Dopo il trattamento con lo sbiancante si può usare il detersivo, da applicare sulla macchia strofinando leggermente prima di mettere il capo in lavatrice.

 

Come togliere macchie di sangue dal materasso

Per togliere le macchie di sangue secco dal letto serve usare uno spazzolino. Sì, e tanta pazienza. Si può provare con la soluzione di acqua e bicarbonato o percarbonato, quest’ultima in percentuale maggiore in modo da creare una pastella solida da rimuovere con l’aspirapolvere portatile dopo il periodo di posa.

Anche il dentifricio si usa quando non si sa bene come smacchiare il sangue con ciò che si ha in casa. In alcuni casi il dentifricio ha già dei granuli di bicarbonato che possono essere utili allo scopo e per questo agiscono in profondità rimuovendo il sangue secco dalle fibre.

Per ottenere buoni risultati è bene pretrattare l’area con il ghiaccio in modo da far ammorbidire il sangue. Quindi si dovrà lasciare agire un detergente, da lasciare in posa per qualche ora. Quindi è utile risciacquare cercando di non bagnare troppo il materasso che dovrà essere perfettamente asciutto prima di mettere sopra le lenzuola e le coperte.

E voi? Che metodo usate più spesso per smacchiare il sangue? Avete qualche trucco che si tramanda nella vostra famiglia e che volete condividere con la nostra comunità di utenti? Lasciate il vostro contributo qui sotto nella sezione commenti.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments