10 suggerimenti per fare le pulizie di primavera

Ultimo aggiornamento: 26.06.22

 

Fare le pulizie di primavera è un’operazione annuale che deve essere fatta nel migliore dei modi. Ecco qualche consiglio utile per organizzare il lavoro

 

Quando l’inverno ci saluta e si inizia a sentire aria di primavera, la maggior parte di noi si deve organizzare in vista delle grandi pulizie domestiche. In questo periodo, bisogna risvegliare la propria dimora dal letargo invernale e darle una bella ripulita.
Ma come organizzare le pulizie di casa e quali sono i metodi di pulizie domestiche che ci permettono di ottenere i migliori risultati senza affaticarci troppo? In questo articolo troverete tanti suggerimenti utili su come pulire casa a fondo evitando inutili sprechi di energie.

 

Pulizie di primavera: da dove iniziare

Innanzitutto per essere in grado di riordinare casa nel caos, vi consigliamo di stilare una vera e propria tabella di marcia delle pulizie di primavera. Mettete nella lista i vari compiti da eseguire in ordine di priorità, così saprete come muovervi seguendo uno schema preciso.
Vi suggeriamo di partire dalle pulizie più impegnative e meno gradite, in modo da lasciarvi le cose più semplici alla fine dell’elenco, ovvero quando sarete sfiancati e non avrete più voglia di fare dei lavori pesanti.
Se potete, fatevi aiutare da qualcuno e procuratevi tutto il necessario per effettuare le pulizie di casa: panni in microfibra, spugne, stracci, detersivi, spray multiuso, aspirapolvere, scope, ecc. Vediamo insieme come pulire casa da cima a fondo seguendo i vari step:

1. Le finestre

Per pulire i vetri delle finestre, oltre a utilizzare un apposito detergente spray, risulta molto efficace passarli con dei fogli di giornale, in quanto questi sono in grado di rimuovere tutti gli aloni. Per ciò che riguarda le tapparelle e le persiane, ricordate di pulire bene tutte le fessure, che sono ricettacoli di sporco accumulato durante l’anno.
Se disponete di un pulitore a vapore, il lavoro vi risulterà più semplice, perché questo dispositivo è in grado di rimuovere anche le incrostazioni più ostinate.

 

2. Le tende

Nel fare le pulizie di primavera, le tende non possono mancare nella lista. In realtà tali drappeggi ornamentali, andrebbero igienizzati a ogni cambio stagionale, perché i tessuti assorbono polvere e sporco col passare del tempo. Tuttavia, se l’operazione viene eseguita una sola volta all’anno, il periodo più indicato è proprio quello post invernale.
Diverse persone ricorrono alla tintoria per lavare le tende, anche se la pulizia potete effettuarla tranquillamente da soli, seguendo le indicazioni di lavaggio riportate sull’etichetta.

 

3. Il materasso

Il materasso dovrebbe essere igienizzato regolarmente, dato che si tratta del giaciglio sul quale passiamo molte ore della nostra vita a riposare. I problemi più gravi possono sorgere se sui materassi si formano macchie, muffe o peggio se vi proliferano dei parassiti.
Ricordate che una scarsa igiene del letto potrebbe dare origini a irritazioni cutanee, allergie e problemi respiratori. Una volta puliti, i materassi vanno messi un po’ all’aria aperta (durante una giornata soleggiata), in modo da eliminare eventuali tracce di umidità.

4. L’armadio

Se durante l’anno il vostro armadio si è trasformato in un raccoglitore caotico di indumenti, è il momento giusto per mettere un po’ d’ordine. Innanzitutto svuotate il mobile da tutti i capi di vestiario presenti al suo interno.
Pulite per bene i ripiani e i cassetti e oltre a effettuare il famoso “cambio di stagione”, fate una cernita di ciò che non utilizzate più ed eliminatelo, così da snellire il vostro guardaroba.

 

5. I termosifoni

Dopo un’invernata di intenso lavoro, con l’arrivo della primavera i caloriferi vanno in letargo, pertanto devono essere puliti in maniera approfondita, in vista del loro prossimo utilizzo. Per igienizzarli a fondo, preparate un’apposita miscela con questi ingredienti: 1 L d’acqua, mezzo bicchiere di aceto bianco, mezzo bicchiere d’alcol e quattro gocce di detersivo per piatti.
Dopo il lavaggio assicuratevi di risciacquare per bene il tutto.

 

6. I condizionatori

Per ottimizzare le prestazioni dei condizionatori, è necessario seguire una regolare manutenzione ogni anno. I filtri vanno estratti dai dispositivi, lavati, risciacquati e lasciati asciugare per bene all’aria. Prima di reinserirli, spruzzateli con un apposito spray antibatterico, così da assicurare un ricircolo d’aria sano.

7. Il frigorifero

Frigo e freezer andrebbero puliti almeno due volte all’anno, in quanto si tratta di elettrodomestici che utilizziamo più volte al giorno per la conservazione di cibi e di bevande. È fondamentale che il frigorifero sia ben pulito e che il congelatore venga periodicamente sbrinato, sia per un fattore funzionale e sia per garantire un buon livello di igiene alimentare.

 

8 . WC e sanitari

Anche l’igienizzazione dei bagni deve rientrare tra le pulizie di casa veloci e approfondite, che devono essere effettuate con regolarità e non sporadicamente. Le piastrelle e i muri del bagno invece si possono pulire a ogni cambio di stagione, in quanto trattandosi di un ambiente con un alto tasso di umidità, sulle pareti e sul soffitto potrebbero formarsi delle muffe.

 

9. I tappeti

I tappeti sono dei tessuti ornamentali belli da vedere e comodi da sfruttare per starci sopra. Purtroppo però, durante l’anno si trasformano in veri e propri ricettacoli di batteri e acari, che potrebbero dare origine ad allergie e problemi respiratori.
Un tappeto deve essere manutenuto periodicamente con dei trattamenti specifici e percosso all’aperto con un battitappeto, per rimuovere la polvere.

10. I pavimenti

Che si tratti di piani in ceramica, marmo, gres, laminato, parquet, cotto o altro, i pavimenti devono essere igienizzati di frequente, in quanto questi sono superfici sulle quali ci camminiamo sopra, portando ogni genere di germi e batteri dall’esterno.
Ogni tipologia di pavimento deve essere lavato con un detergente idoneo al trattamento del materiale del quale è composto, onde evitare di danneggiarlo. Oltre ad aspirare per bene le superfici calpestabili, occorre lavarle periodicamente, utilizzando degli stracci, un mocio oppure un lavasciuga pavimenti se possibile.
Dopo questa carrellata di consigli per la casa, ricordate che gli ambienti più frequentati di un’abitazione, come per esempio una cucina o una stanza allestita come palestra, richiedono degli interventi di pulizia più frequenti.
Se nella vostra “training room” sono presenti la migliore ellittica, la migliore panca pesi o la migliore cyclette, a maggior ragione dovrete mantenere un buon livello di igiene della stanza e degli attrezzi.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI