Come pulire casa senza prodotti chimici

Ultimo aggiornamento: 09.05.21

 

Oltre a permettere un notevole risparmio di tempo e denaro, utilizzare rimedi naturali per pulire le superfici domestiche significa fare una scelta rispettosa dell’ambiente e della salute della propria famiglia.

 

Negli ultimi tempi, l’attenzione verso la sostenibilità ambientale si sta sempre più radicando nella nostra quotidianità, soprattutto in virtù della crescente consapevolezza dei danni che l’uso dei detergenti chimici per la pulizia causa al pianeta.

Fortunatamente, la natura ci offre delle valide alternative che, oltre a rivelarsi più efficaci dei costosi detergenti chimici che si acquistano al supermercato, risultano più convenienti sia per la salute sia per il portafogli.  In questo articolo, scopriremo quali sono i rimedi “green” più efficaci per mantenere sani e puliti gli ambienti domestici, salvaguardando il benessere dei propri cari e dell’ambiente. 

 

Dite addio ai prodotti chimici

Anche se le grandi aziende del settore non lo ammetteranno mai, molte ricerche scientifiche hanno dimostrato il nesso di causa ed effetto che intercorre tra l’utilizzo dei prodotti chimici per la pulizia e il maggiore rischio di contrarre specifiche patologie.

Non a caso, secondo l’Oms l’inquinamento indoor provocato dalle sostanze rilasciate dai detergenti rientra tra le principali minacce per la salute umana, provocando mal di testa, bruciori agli occhi, irritazioni cutanee e infezioni alle vie respiratorie.

Se, poi, a questo aggiungiamo la quantità indicibile di rifiuti e agenti inquinanti immessi nell’ambiente, vien da sé che pulire casa senza detersivi è una scelta ecologica che fa bene al pianeta, alla salute e anche all’economia domestica.

Non solo, preparare una soluzione detergente “green”, oltre che economico, è anche molto facile, poiché non richiede tanto tempo e prevede l’uso di ingredienti low cost che probabilmente abbiamo già in casa, come il bicarbonato di sodio, l’aceto e il limone.

Procurarsi il necessario

Se volete pulire la vostra casa in modo naturale, la prima cosa che dovete fare è procurarvi tutto il necessario per svolgere al meglio le faccende domestiche. L’iter è, in genere, sempre lo stesso: una volta impostata una routine ben rodata per conciliare l’attività lavorativa e gli impegni familiari, bisogna ritagliarsi un po’ di tempo libero per riassettare casa e liberarla dal disordine.

Se non disponete di uno sgabuzzino in cui riporre l’occorrente per le pulizie, potete sempre utilizzare un mobiletto o un armadio per tenere sempre tutto in perfetto ordine e a portata di mano. Tra gli accessori indispensabili per la pulizia ricordiamo: le spugne (almeno una per ogni stanza da pulire), i panni in microfibra per le superfici delicate, gli stracci per i pavimenti e quelli per rimuovere la polvere (che potete ricavare anche da vecchie lenzuola e tende cadute ormai in disuso), la migliore scopa elettrica, guanti e un paio di secchi.

Per quanto riguarda, invece, la lista dei prodotti per pulire, in commercio ce ne sono tantissimi e ognuno con una specifica funzione, ma visto che in questo articolo ci occuperemo dei metodi di pulizia “green”, non sarà necessario riempire l’armadietto con migliaia di detergenti, perché tutto quello che vi occorrerà lo troverete nella vostra cucina.

 

Pulire con l’aceto

Ottimo per insaporire le insalate, l’aceto bianco è un rimedio ecologico efficace e poco invasivo da utilizzare per la detersione di mobili e superfici.  Oltre a essere un battericida naturale, igienizza, rimuove le macchie più ostinate, lucida l’argenteria ed elimina i cattivi odori. Non solo, si rivela ottimo anche per pulire gli interni del frigorifero e può essere usato per preparare degli ottimi detersivi fai da te per il bucato.

Infine, rappresenta un valido rimedio per rimuovere le incrostazioni dalle stoviglie: aggiungete un bicchiere di aceto nell’acqua in cui immergere i piatti, o direttamente nella vaschetta del brillantante della vostra lavastoviglie, per ottenere una pulizia rapida e impeccabile, evitando al contempo la formazione di sgradevoli odori e accumuli di grasso.

 

Il bicarbonato per igienizzare e rimuovere i cattivi odori

Un altro grande alleato delle faccende domestiche è il bicarbonato di sodio, un detergente naturale a effetto sbiancante che permette di igienizzare e profumare le superfici di casa senza rovinarle. I suoi utilizzi sono molteplici, dalla pulizia dei pavimenti alla disincrostazione del forno, passando anche per il lavaggio a secco di tappeti, materassi e tappezzeria.

Inoltre, dal momento che dispone di ottime proprietà disinfettanti e antibatteriche, risulta indicato anche per rimuovere le incrostazioni e la muffa dal box doccia, mentre versandone una manciata nello scarico del wc insieme a una tazza di aceto bianco, sarà possibile sturare le tubature intasate.

 

Il succo di limone come anticalcare

Uno dei problemi più tediosi quando si tratta di pulire casa è rimuovere quella fastidiosa patina di calcare che ricopre i rubinetti, il piatto doccia e le resistenze degli elettrodomestici che sfruttano l’acqua calda (lavatrici, lavastoviglie, ferro da stiro e chi più ne ha più ne metta).

Chi ha già avuto modo di usare i tradizionali detersivi anticalcare, sa bene che questi prodotti potrebbero col tempo danneggiare, non solo la salute, ma anche le cromature del bagno e le superfici più delicate. Fortunatamente, la natura ci viene in soccorso anche in questo caso, proponendo una soluzione totalmente ecologica e al contempo molto efficace: il limone!

Oltre ad avere proprietà smacchianti e deodoranti, è in grado di rimuovere le incrostazioni più difficili e igienizzare a fondo i sanitari, lasciando in casa un gradevole profumo di agrumi. Il suo utilizzo è molto pratico e piuttosto semplice: per esempio, se volete eliminare il calcare dai fori del ferro da stiro, vi basterà riempire la caldaia per ¾ con acqua distillata e per la restante parte con il succo di un limone.

Dopo aver accesso l’elettrodomestico, lasciate il composto agire per trenta minuti e premete il tasto del vapore fino al completo svuotamento del serbatoio. Per igienizzare il cestello della lavatrice vi consigliamo, invece, di versare nella vaschetta del detersivo il succo di un limone filtrato e avviare un ciclo breve ad alta temperatura, un procedimento che potrete seguire anche per rimuovere le incrostazioni di cibo e grasso dalla lavastoviglie.

Infine, strofinando mezzo limone sulle macchie presenti su tappeti, tessili e indumenti ne faciliterete la successiva rimozione in fase di lavaggio, senza che si formino antiestetici aloni.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments