Come eliminare le macchie di resina

Ultimo aggiornamento: 28.07.21

 

Quante volte vi sarà capitato di passeggiare all’aria aperta o di lasciare incautamente l’auto sotto un pino e di ritrovare carrozzeria e indumenti macchiati di resina? Fortunatamente, non mancano rimedi ad hoc che permettono di eliminare questo tipo di macchie in modo efficace e senza sforzo. Scopriamo insieme quali sono.

 

Con l’arrivo della primavera si fa sentire la voglia di trascorrere le giornate all’aria aperta, magari concedendosi qualche rilassante passeggiata nella natura in compagnia di amici e parenti. Spesso, però, a rovinare questi momenti idilliaci ci pensa la resina, una sostanza liquida e appiccicosa che viene prodotta in maniera fisiologica da alcuni alberi (pini, cedri, abeti e altre aghifoglie sempreverdi) durante la stagione vegetativa. 

Si tratta di un colloide protettore di estrema utilità per la pianta perché la protegge da insetti e agenti patogeni, fungendo anche da cicatrizzante in caso di lesioni al tessuto corticale. Beh, sarà anche di vitale importanza per le specie vegetali – e su questo non ci piove – ma bisogna ammettere che non c’è niente di più fastidioso che trovare macchie di resina sugli indumenti o sulla carrozzeria dell’auto, visto che riuscire a rimuoverle è davvero un’impresa.

In commercio esistono numerosi detergenti e igienizzanti formulati appositamente per risolvere questo tipo di problema, peccato però che la maggior parte di questi prodotti, oltre ad avere un costo esorbitante, viene realizzata con sostanze nocive sia per la salute sia per l’ambiente.

Fortunatamente si può ricorrere a degli efficaci dei rimedi casalinghi che permettono di togliere la resina dalla macchina e dai tessuti in modo veloce e senza sforzo. Curiosi di scoprire quali sono? Allora, mettetevi comodi perché abbiamo in servo per voi una serie di trucchi e consigli per dire addio al problema della resina degli alberi in modo naturale e sostenibile.

Come si toglie la resina dei pini?

Se vi state chiedendo come togliere la resina da indumenti e superfici, il primo passo da seguire è procurarsi il necessario per la pulizia. Oltre a spugne, spazzole specifiche per tessuti e bacinelle per l’ammollo, due ingredienti efficaci per eliminare questo fastidioso inconveniente primaverile sono l’alcol a 90 gradi e la trementina (il tradizionale solvente per vernici).

Le proporzioni di utilizzo, però, cambiano a seconda del tipo di materiale da trattare e dell’entità del danno, ma di questo parleremo tra poco. Un rimedio più antico ma ugualmente valido è l’olio d’oliva, che tuttavia risolve solo in parte il problema perché, una volta tolta la resina, bisognerà comunque eliminare l’alone di unto, ma anche a questo ci arriveremo.

 

Come rimuovere le macchie di resina dai capi di cotone

Arrivati a questo punto appare evidente come togliere la resina dai vestiti non richieda nessun procedimento complesso né l’impiego di ingredienti difficili da reperire, ma per ottenere buoni risultati è importante seguire alcuni piccoli accorgimenti affinché il tessuto non si rovini e torni perfettamente pulito.

Partiamo dunque dai capi bianchi di cotone: in questi casi si può scegliere se usare solo la trementina o l’alcol a 90°, versandone qualche goccia su un batuffolo di cotone e strofinando la zona fino alla completa rimozione della macchia, per poi procedere con il lavaggio tradizionale. Se, invece, dovete pulire un indumento colorato bisogna preparare un composto fatto in casa realizzato con ¾ di alcol puro e ¼ di trementina. Dopo aver lasciato il capo in ammollo per una trentina di minuti circa in una bacinella riempita con acqua fredda e sapone di Marsiglia, applicate la miscela sulla macchia con l’aiuto di una spugna morbida e strofinate delicatamente fino a che non scompare.

Per smacchiare un paio di jeans si può provare a staccare la resina appoggiandoci sopra un cubetto di ghiaccio in modo che il freddo la faccia indurire e ne renda più facile la rimozione. Qualora questo espediente non sortisca l’effetto sperato, si può procedere con l’olio di trementina miscelato ad alcol, come abbiamo visto per i capi colorati in cotone. Se l’odore non vi infastidisce, potete ricorrere anche a qualche goccia di benzina oppure all’acquaragia.

Come togliere la resina dai tessuti sintetici?

Un rimedio efficace per togliere la resina dai vestiti sintetici e dai tessuti delicati (tipo lana e seta) è sicuramente quello tramandato dalle nostre nonne: tamponando la zona con dell’olio d’oliva – utile anche per togliere la resina dalle mani la macchia sparirà come per magia.

L’unico inconveniente è dover poi rimuovere la macchia di unto lasciata dall’olio, ma basterà spargere un po’ di borotalco sulla zona e lasciarlo agire un’oretta per risolvere il problema in un battibaleno. Una volta eliminato l’alone, procedete con il lavaggio a mano in acqua tiepida e con un detergente delicato.

 

Altri efficaci rimedi della nonna

Oltre alle soluzioni appena proposte, esistono altri rimedi “green” che si rivelano utili per rimuovere la resina dagli indumenti in modo naturale, come per esempio il ferro da stiro e l’albume d’uovo.

Come togliere la resina dai vestiti con il ferro da stiro? Semplice, se la macchia è ancora fresca basta esporla per qualche minuto a una fonte di calore (va bene anche l’asciugacapelli) e, non appena comincia a sciogliersi, la si rimuove con un batuffolo di cotone imbevuto di acetone.

Per quanto possa sembrare strano, anche l’uovo rappresenta una valida soluzione per eliminare le macchie di resina dai capi di lana o seta. Una volta separato il tuorlo dall’albume, si applica quest’ultimo direttamente sullo sporco e lo si lascia agire per qualche minuto prima di procedere al lavaggio come d’abitudine.

Come pulire la resina secca sulla macchina?

Croce e delizia di chi parcheggia la macchina all’aperto per godere dell’ombra offerta dai rami di un albero o da alti cespugli, la resina è sempre in agguato per rovinarci la giornata. La soluzione migliore in questi casi è utilizzare prodotti specifici formulati appositamente per togliere la resina dall’auto, in modo da non rovinare la carrozzeria o i vetri. Tuttavia, anche il fai da te e i rimedi casalinghi possono darci una grossa mano per portare a termine un lavoro ben fatto.

Uno dei prodotti più utilizzati è l’alcol denaturato: versandone qualche goccia su un panno di cotone e strofinando con delicatezza sulla zona interessata sarà possibile togliere le gocce di resina in modo efficace e senza danni. Se la macchia dovesse dimostrarsi particolarmente tenace si può ricorrere a un diluente sintetico o all’acetone per unghie, con l’accortezza però di utilizzarne un piccolissimo quantitativo (e solo quando necessario) per evitare di opacizzare lo strato trasparente della vernice o le parti cromate del veicolo.

A prescindere dal metodo utilizzato, dopo la rimozione della resina è importante lavare con cura l’area trattata con un detergente non aggressivo e sciacquare con abbondante acqua fredda per rimuovere i residui di diluente o alcol.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI