Come lucidare e pulire il bronzo e gli altri metalli con prodotti naturali

Ultimo aggiornamento: 03.12.21

 

Pulire gli oggetti in bronzo, rame, ottone e altri metalli preziosi è sempre un’incognita perché, nonostante l’olio di gomito e l’uso di prodotti specifici, non sempre si riescono a ottenere i risultati sperati. Ecco alcuni consigli per prendersene cura correttamente attraverso l’utilizzo di ingredienti naturali facilmente reperibili in casa.

 

L’elenco degli oggetti in metallo che compaiono nelle nostre case è piuttosto lungo e spesso coincide con una lista altrettanto voluminosa (e costosa!) di detergenti che vengono acquistati con la speranza di ridare nuova luce a queste preziose leghe.

Bronzo, argento, rame, ottone, oro… ogni metallo ha bisogno di interventi specifici di pulizia per evitare che col tempo si arrugginiscano e diventino opachi, ma la verità è che non sempre i prodotti reperibili in commercio si rivelano efficaci, risultando spesso anche nocivi per la salute.

Fortunatamente esistono alcuni rimedi naturali e decisamente economici per pulire e lucidare il metallo senza rovinarlo. In questo post analizzeremo, in base al tipo di lega da trattare, le soluzioni home made più efficaci per effettuare una corretta e idonea pulizia dei nostri oggetti preziosi.

 

Come pulire il bronzo

A lungo considerato un materiale d’antan, oggi il bronzo è tornato in auge nelle nostre case grazie al suo carattere duttile e versatile che, pur mantenendo l’aplomb austero degli stili tradizionali, permette di creare grafiche contemporanee per la realizzazione di monili e complementi di design.

Per pulire il bronzo macchiato, senza ricorrere a prodotti chimici aggressivi, un’ottima soluzione è riscaldare dell’olio d’oliva e strofinarlo delicatamente sulla superficie con un dischetto di cotone, fino alla completa rimozione delle macchie.

Se, invece, vi state chiedendo come lucidare il bronzo ossidato, vi basterà realizzare una miscela di acqua e succo di limone, da lasciare agire per una decina di minuti e risciacquare con acqua tiepida.

Nel caso di bronzo cesellato utilizzate uno spazzolino da denti a setole morbide per raggiungere i punti più difficili e nascosti, quindi sciacquate e asciugate rapidamente con un panno di lana. Un altro consiglio per mantenere i vostri oggetti in bronzo lucidi e splendenti nel tempo è stendere un sottile strato di cera d’api sul metallo con l’aiuto di uno straccio morbido.

 

Come pulire il rame

Anche il rame è un metallo molto diffuso nelle nostre case, visto che viene spesso utilizzato per la realizzazione di decorazioni da appendere alle pareti e utensili per la cucina come pentole, paioli e polsonetti.

Tuttavia, con il tempo e l’umidità gli oggetti di rame tendono ad arrugginirsi e ossidarsi, formando sulla superficie un’antiestetica patina scura chiamata verderame. A tal proposito, i migliori alleati per pulire il rame sono l’aceto di vino bianco e il sale: basta mescolare questi due ingredienti e stendere il composto su tutta la superficie, strofinando delicatamente con un panno morbido.

In caso di incrostazioni particolarmente ostinate, lasciate agire la soluzione per qualche minuto prima di sciacquare con acqua tiepida, prestando sempre la massima attenzione ad asciugare con cura il metallo per impedire la formazione di ruggine.

Un altro consiglio utile su come lucidare il rame è strofinare mezzo limone sulle superfici ossidate proprio come facevano un tempo le nostre nonne. Se preferite, potete anche versarne qualche goccia su una spugnetta per i piatti non abrasiva e passarla delicatamente su stoviglie, minuterie e pentolame.

Come pulire l’ottone

Anche in questo caso, il limone rappresenta un eccellente alleato per pulire l’ottone e tutti gli oggetti realizzati con questa lega. Tutto quello che dovete fare è realizzare un composto con il succo di mezzo limone e un cucchiaino di bicarbonato di sodio, un altro prezioso alleato per combattere l’ossidazione dell’ottone.

Una volta ottenuta una pasta densa e omogenea, simile al dentifricio, stendetela sulla superficie da trattare con una spugnetta o un panno morbido, lasciate agire per qualche minuto e risciacquate con acqua tiepida. 

Sapete invece come pulire l’ottone ossidato delle maniglie? Basta versare qualche goccia di olio di semi di lino su un dischetto di cotone e strofinarlo delicatamente sulla superficie fino a quando la patina opaca non sparirà. In questo caso non ci sarà bisogno di risciacquare perché l’olio andrà a creare una sorta di pellicola protettiva che proteggerà il metallo dai depositi di polvere e dallo sporco.

 

Argenteria e oggetti in oro

Anche per lucidare l’oro e l’argento si può ricorrere ad alcuni semplici ingredienti domestici che permettono di raggiungere i migliori risultati con il minimo sforzo.

A tal proposito, uno dei composti homemade più utilizzati per pulire questi metalli preziosi è realizzato con bicarbonato di sodio e detersivo per piatti: basta riempire una bacinella con acqua gassata, un cucchiaio di detersivo e uno di bicarbonato, dopodiché si mettono gli oggetti da pulire in ammollo per circa mezz’ora in modo da sciogliere la sporcizia.

Trascorso questo tempo, strofinate delicatamente con uno spazzolino a setole morbide per pulire ogni fessura annerita, poi sciacquate con acqua tiepida e asciugate con un panno di cotone.

Un metodo più facile e veloce per la pulizia dei gioielli in oro o argento consiste nello strofinare una piccola quantità di dentifricio su tutta l’area da lucidare, e se ci sono zone difficili da raggiungere potrete utilizzare anche in questo caso uno spazzolino con setole morbide.

 

Come pulire l’acciaio con metodi naturali

Tutti in casa abbiamo posate, rubinetti, pentole e oggetti vari in acciaio inox, ma come pulirli in modo efficace e anche ecologico?

Innanzitutto, bisogna tener presente che la maggior parte dei prodotti anticalcare disponibili in commercio è formulata con sostanze chimiche molto nocive per l’ambiente e la salute umana, per cui è importante farne a meno – finché ci è possibile – ricorrendo ad alternative più naturali.

Una di queste è sicuramente l’aceto bianco che, grazie alla sua composizione a base di acqua, alcol e acido acetico, può essere impiegato su tutte le superfici domestiche, comprese quelle più delicate come il marmo.

Le dosi per l’utilizzo di questo ingrediente come anticalcare dipendono dal tipo di materiale su cui si deve intervenire e, nel caso dell’acciaio inox, è opportuno diluire un bicchiere di aceto in 1/2 litro di acqua.

Una volta realizzato il composto, basterà applicarlo sulla superficie con l’aiuto di una spugna non abrasiva e lasciarlo agire per una decina di minuti prima di procedere alla rimozione con acqua tiepida.

Infine, un altro detergente fai da te molto efficace per pulire l’acciaio inox si può preparare diluendo succo di limone e acqua ossigenata in parti uguali.

Bene, ora che sapete quali sono i migliori metodi naturali per la pulitura dei metalli, ecco altre guide che potrebbero tornarvi utili durante le pulizie domestiche:

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI