Polti Lecoaspira FAV20 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 25.09.22

 

Principale vantaggio

Efficacia del filtro ad acqua: l’acqua intrappola lo sporco più di un sacchetto o di un normale contenitore. Ne deriva una casa e un’aria più sane, perfette per chi soffre di allergia agli acari della polvere.

Doppia azione di pulizia: la possibilità di aspirare, igienizzare e asciugare il pavimento in una sola passata permette di ottimizzare i tempi e di rendere le pulizie di casa meno faticose.  

 

Principale svantaggio

Il serbatoio trasparente va svuotato e lavato ogni volta: è un impegno che va assunto con ogni aspirapolvere ad acqua (e non solo con il Polti). Lasciare in rispostiglio l’apparecchio con l’acqua sporca al suo interno è causa di cattivo odore.   

Non è l’aspirapolvere per tutti i giorni: un po’ per l’ingombro, un po’ per il principio di funzionamento, il Polti Lecoaspira Fav20 è indicato per le pulizie approfondite, da eseguire cioè senza troppa fretta. 

 

Verdetto: 9.0/10

È un prodotto interessante, da prendere in considerazione se periodicamente si effettuano in casa pulizie di fino. Essendo piuttosto ingombrante e richiedendo una buona dose di manutenzione, poco si presta alle sbrigative pulizie di ogni giorno.   

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Aspirazione ed erogazione del vapore, in contemporanea o in fasi successive

L’idea alla base del Polti Lecoaspira Fav20 è quella di mettere insieme un aspirapolvere con filtro ad acqua – di per sé una particolarità che piace soprattutto a chi soffre di allergia alla polvere – e un pulitore a vapore ad alta efficienza

Le due funzioni, ossia aspirazione ed erogazione del vapore, possono essere usate in contemporanea o in fasi successive. Ciò per garantire a chi acquista l’elettrodomestico la possibilità di far fronte alle pulizie domestiche secondo il proprio stile e le proprie necessità. La ricca dotazione di accessori conferma la versatilità della lavapavimenti Polti, sia quando è utilizzata come “semplice” aspirapolvere, sia quando occorre igienizzare e sanificare le superfici con la forza del vapore. La sua utilità è garantita con i pavimenti duri, in legno, sul parquet, sui vetri delle finestre, sulle piastrelle del bagno e della cucina, i rubinetti, sui divani, le poltrone, i materassi, le tende e gli imbottiti in generale.    

I vantaggi di un aspirapolvere ad acqua

Un aspirapolvere ad acqua è un aspirapolvere che fa confluire la polvere, i peli di animali e i capelli aspirati in un serbatoio riempito d’acqua, anziché in un semplice contenitore o in un sacchetto di carta o stoffa. Il vantaggio che un simile sistema di pulizia offre rispetto agli altri sta nella capacità di cattura dell’acqua la quale, una volta intrappolato lo sporco al suo interno, lo trattiene fino all’ultimo granello. E anche le poche particelle di polvere, che sfuggono alla cattura dell’acqua, restano intrappolate nel filtro Hepa 13 di cui l’aspirapolvere è dotato. L’aria che quindi viene nuovamente immessa nell’ambiente è pura quasi al 100%. È questo il motivo per cui gli aspirapolvere con filtro ad acqua (detti semplicemente “aspirapolvere ad acqua”) sono particolarmente indicati per chi soffre di asma e di allergia e deve evitare al massimo di respirare aria insalubre.    

Come è fatto: due serbatoi d’acqua e due motori

L’apparecchio è composto da due serbatoi, l’uno a vista che funziona da filtro per la polvere, l’altro interno che funge da caldaia per la produzione del vapore. Sempre al suo interno si trovano un motore di aspirazione e uno per il riscaldamento dell’acqua. Il tubo flessibile è in realtà un doppio tubo. Il primo, a sezione maggiore, trasporta lo sporco aspirato nel secchio filtro, il secondo serve a trasferire il vapore all’esterno, direttamente sulle superfici e sugli oggetti da pulire. Sul manico ergonomico si trova un pulsante di blocco del vapore, da azionare (l’azienda lo sottolinea nel manuale di istruzioni) quando si intende usare il Polti Lecoaspira Fav20 solo come aspirapolvere. Sul corpo principale si trovano invece due pulsanti: il primo serve per accendere e spegnere il motore di aspirazione, il secondo per attivare l’erogazione del vapore. La manopola posta accanto permette di regolare quest’ultima su cinque livelli. Ciò consente di ottimizzare il consumo d’acqua (destinata al vapore) in funzione dello sporco da aggredire e rimuovere. La potenza dell’aspirapolvere è invece fissa, quindi non regolabile.       

Potrete aspirare sporco secco, ma anche liquidi 

La spazzola principale, quella con cui si aspirano e igienizzano i pavimenti, è differente da quella delle altre lavapavimenti. È sottile, agile e può essere usata con o senza panno in microfibra. Ciò la rende di uso immediato con i pavimenti il cui livello di sporco non sia critico. Non solo, quando si usa il Polti per aspirare e lavare a vapore nello stesso tempo, consente in un’unica passata di asciugare le superfici. Il fatto poi di poter fare a meno del panno in microfibra non costringe alla sua sostituzione in corso di pulizia. La forma della spazzola e il sottile bordo in gomma che si osserva in prossimità del foro di aspirazione lasciano intuire uno dei principali plus della Polti Lecoaspira Fav20: la capacità di aspirare anche i liquidi, fino a un massimo di 1,8 litri per volta. Il liquido aspirato finisce nel serbatoio di acqua fredda ed è per questo che, al momento del riempimento, non si deve oltrepassare la tacca serigrafata nella parte anteriore.      

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI