I 7 migliori moci del 2020

Ultimo aggiornamento: 08.07.20

3

 

Moci – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto


Uno degli accessori più diffusi per quanto riguarda le pulizie della casa è senza dubbio il mocio. Compare per la prima volta agli inizi del 1800, era utilizzato da i mozzi, i marinai incaricati della pulizia giornaliera dei ponti, stanchi ormai di chinarsi a terra per strigliare il pavimento con spazzole e stracci. Oggigiorno è possibile trovare numerose tipologie di moci, alcuni più economici e altri più accessoriati, come per esempio Vileda Tubo Sistema Lavapavimenti Rotante con Manico Telescopico, dotato di secchio e pedale per lo strizzamento automatico, oppure Leifheit 52019 Set Clean Twist Mop, con la testa snodabile a 360°, in grado di raggiungere anche le zone più strette della casa. Continuate a leggere per scoprire alcuni dei modelli più acquistati e apprezzati dagli utenti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 migliori moci – Classifica 2020

 

Qui di seguito trovate la nostra personale classifica sui moci più apprezzati del momento, scelti in base alle recensioni di chi li ha acquistati.

 

 

Mocio Vileda

 

1. Vileda Tubo Sistema Lavapavimenti Rotante con Manico Telescopico

 

Uno dei prodotti più apprezzati dagli acquirenti, nonché primo della nostra classifica dei migliori moci del 2020, è questo kit venduto da Vileda, caratterizzato dalla presenza di un mop con bastone integrato e un secchio.
Quest’ultimo sembra abbastanza capiente, considerato che misura 48 cm di larghezza e 28 cm di profondità, inoltre è dotato di un pratico sistema di strizzamento che si attiva premendo il pedale posto su uno dei lati esterni.
Il mocio Vileda è da sempre rinomato per la qualità delle sue setole, in questo caso in microfibra 100%, e per l’affidabilità dell’azienda che offre buoni prodotti a prezzi alla mano. Ma i vantaggi non finiscono qui: sul secchio è presente un foro anti schizzo, dal quale potrete far defluire l’acqua sporca direttamente nel lavandino.
L’unica pecca è data dalla fragilità del pedale, che se premuto con troppa forza rischia di rompersi e vanificare l’utilità del meccanismo stesso.

 

Pro

Materiali: Questo lavavetri è realizzato in acciaio inox e dotato di un rivestimento in gomma morbida che non rischia di rovinare le finestre o le superfici vetrate. 

 

Manico: Il mocio è dotato di un bastone telescopico, che può allungarsi o accorciarsi in base alla persona che lo utilizza.

Fiocco: È in microfibra intrecciata, perfetto per essere adoperato su qualsiasi tipologia di pavimento, persino il parquet, in grado di raccogliere fino al 20% in più di residui di polvere e sporco.

Secchio: Si tratta del pezzo più accessoriato e particolare di tutto il set, poiché non solo è provvisto di sistema di strizzamento automatico, ma presenta un gancio per fissare il bastone quando non in uso, e una cornice anti schizzo, attraverso la quale lo svuoterete con estrema facilità.

 

Contro  

Meccanismo: Questo risulta essere piuttosto delicato, tanto da dover fare attenzione a non romperlo quando si esercita pressione con il piede.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mocio rotante

 

2. Leifheit 52019 Set Clean Twist Mop 

 

Se siete alla ricerca di un comodo kit per la pulizia dei pavimenti, potrete eventualmente prendere in considerazione questo proposto da Leifheit, nel modello 52019.
L’azienda ha sede in Germania, e si occupa da più di 60 anni del mercato europeo di prodotti per la cura della casa, in questo caso ci offre un set composto da secchio e bastone con mop integrato, di un colore verde acqua bello ed elegante.
Quest’ultimo è dotato di un sistema di strizzamento, che si attiva tramite una piccola leva posta sul manico della scopa: sollevandola ed effettuando una leggera pressione con le braccia, verso il foro posto sul secchio, il mocio rotante distribuirà uniformemente l’acqua sulle fibre tramite l’effetto centrifuga.
In questo modo eliminerà l’eccesso ed eviterà di lasciare aloni sui vostri pavimenti, anche quelli più delicati. Peccato per il costo che non sia dei più economici, tuttavia è giustificato dalla qualità dei materiali e dall’estrema facilità di utilizzo.

 

Pro

Materiali: Questo lavavetri è realizzato in acciaio inox e dotato di un rivestimento in gomma morbida che non rischia di rovinare le finestre o le superfici vetrate. 

 

Contenitore: Il secchio è piuttosto grande e può contenere fino a 20 L di acqua, abbastanza per riuscire a pulire un intero appartamento.

Testa girevole: Si tratta del pezzo forte dell’articolo, che vi agevolerà nelle pulizie domestiche arrivando nei punti più stretti e bassi della casa.

Centrifuga: Tale tecnologia rende più facile e immediato il processo di strizzamento del mocio, eliminando l’acqua in eccesso e lasciandolo uniformemente umido.

 

Contro  

Setole: Se volete che queste durino a lungo è necessario trattarle con cura, evitando di utilizzare detergenti aggressivi e lavandole in lavatrice a un massimo di 60° C.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mocio professionale

 

3. Eudorex Mop Gigante a Uso Professionale

 

Chi vorrebbe ottenere una pulizia dei pavimenti più profonda, oppure ha bisogno di un accessorio professionale da utilizzare per la propria ditta, potrebbe valutare l’acquisto di un articolo Eudorex.
L’azienda è italiana, ed è conosciuta per l’alto livello dei suoi prodotti, molto differenti da quelli che potreste trovare in un normale supermercato. Infatti, quello che abbiamo di fronte è un mop dalle dimensioni molto grandi, dal peso di 200 g, e provvisto di setole in microfibra di alta qualità, realizzate proprio per riuscire a eliminare lo sporco più ostinato anche senza l’uso di detergenti chimici.
Grazie ai piccoli filamenti di cui è composto è in grado di asportare qualsiasi tipo di germi e batteri, cancellando persino le macchie di grasso e olio. La testa può essere agganciata a qualsiasi manico a vite, tuttavia suggeriamo di prestare attenzione durante il montaggio, poiché la parte in plastica potrebbe rompersi se premuta con troppa forza.

 

Pro

Materiali: Questo lavavetri è realizzato in acciaio inox e dotato di un rivestimento in gomma morbida che non rischia di rovinare le finestre o le superfici vetrate. 

 

Grandezza: Un vantaggio di questo articolo è dato dalla dimensione del mocio, molto più grande rispetto ai comuni modelli da supermercato.

Efficiente: L’azienda Eudorex è da sempre conosciuta per la qualità dei suoi prodotti, capaci di eliminare anche lo sporco più ostinato.

Universale: Nonostante l’articolo non preveda un kit formato da secchio e bastone, il mop ha l’attaccatura filettata, e può essere agganciato a qualsiasi comune manico di scopa.

 

Contro  

Costo: Effettuando una comparazione con altri moci privi di kit, questo è caratterizzato da un prezzo più elevato, tuttavia giustificato dalla grandezza e dalla qualità delle setole.  

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mocio autostrizzante

 

4. Vileda Easy Twist Sistema Lavapavimenti Autostrizzante Lava Pavimenti Casa

 

Un altro prodotto che ci è piaciuto, caratterizzato da un prezzo più economico rispetto ad altri articoli presenti in classifica, è quello proposto dall’ormai nota azienda Vileda. Non si tratta del solito mocio, ma di un accessorio per la pulizia piuttosto particolare, composto da un bastone e da una base piatta dotata di sistema autostrizzante.
A differenza di altri mop, questo non necessita di essere centrifugato, né di un secchio con pedale o foro apposito, poiché basterà ruotare il manico per piegare la parte in plastica su sé stessa, provvedendo così a spremere lo straccio.
Il mocio in microfibra può essere cambiato, oppure lavato in lavatrice a una temperatura non superiore ai 60°C. In base ai pareri di chi l’ha acquistato scopriamo che è piuttosto facile da utilizzare, oltre a essere molto leggero e maneggevole, tuttavia, avendo una forma allungata, è necessario essere in possesso di un secchio più largo in cui poterlo sciacquare.

 

Pro

Materiali: Questo lavavetri è realizzato in acciaio inox e dotato di un rivestimento in gomma morbida che non rischia di rovinare le finestre o le superfici vetrate. 

 

Costo: Si tratta di un prodotto molto valido, caratterizzato da un buon rapporto tra la qualità e il prezzo.

Pratico: Utilizzarlo è molto semplice, poiché basta agganciare il panno in microfibra alla base e strizzarlo tramite la parte rotante posta sul manico.

Panno: È in microfibra, e la sua forma gli consente di pulire qualsiasi tipo di superficie senza correre il rischio di lasciare aloni.

 

Contro  

Secchio: Questo accessorio manca, ed è necessario reperirne uno più grande per riuscire a inserire correttamente il mop all’interno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mocio in microfibra

 

5. Winpok Lavapavimenti a Spruzzo Spray Mop Scopa con Vaporizzatore

 

Tra i moci venduti online ci ha convinto quello proposto dall’azienda Winpok, perfetto per chi cerca una lavapavimenti leggera e maneggevole. Si tratta per l’appunto di una scopa dotata di un piccolo serbatoio anteriore, che vi consentirà di non avere più in giro il secchio da dover spostare e rabboccare continuamente durante le pulizie.
Il suo utilizzo è molto semplice: fate aderire alla base il panno in microfibra che troverete in dotazione, aggiungete circa 300 ml di acqua del rubinetto con qualche goccia di detergente all’interno della bottiglia, e agganciate quest’ultima nell’apposito vano.
A questo punto il vostro mop è pronto per pulire, e vi basterà premere la levetta presente sul manico per spruzzare la soluzione da voi preparata direttamente sul pavimento. In questo modo, non solo non sarà necessario strizzare il panno, ma non dovrete nemmeno attendere molto tempo tra una passata e l’altra, poiché l’asciugatura è immediata.

 

Pro

Materiali: Questo lavavetri è realizzato in acciaio inox e dotato di un rivestimento in gomma morbida che non rischia di rovinare le finestre o le superfici vetrate. 

 

Mop: Nella scatola sono presenti due panni di ricambio in microfibra perfetti per qualsiasi tipo di pavimentazione. Inoltre, è possibile lavarli in lavatrice fino a 100 volte.

Comodo: L’idea di non dover più trascinare un secchio pesante è piaciuta proprio a tutti, così come la possibilità di ruotare la testa del mocio in qualsiasi direzione, raggiungendo anche i punti più bassi della casa.

Raschietto: All’interno della confezione troverete un piccolo oggetto dotato di setole, con il quale potrete rimuovere i residui di capelli e peli di animali dal panno in microfibra.

 

Contro  

Serbatoio: Nonostante sia un valido accessorio che evita l’utilizzo del secchio, si rivela essere piuttosto fragile, dunque, è consigliabile agganciarlo ogni volta con molta cautela.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mocio Spontex

 

6. Spontex Full Action System + Set Lavapavimenti Rotante 

 

Proseguendo con la valutazione delle offerte attualmente disponibili in rete, ci è piaciuta quella proposta dall’azienda francese Spontex. Nasce nel 1932 ed è conosciuta in tutta Europa grazie alla sua mascotte, un piccolo riccio, che sta a simboleggiare l’importanza della natura per la compagnia.
Infatti, da sempre realizza articoli al 100% biodegradabili ed ecosostenibili, come nel caso di questo kit lavapavimenti dotato di secchio e mocio rotante. Il recipiente è molto diverso dal solito accessorio che è possibile reperire in giro.
Ha infatti una forma a cilindro ed è più piccolo rispetto ad altri modelli, inoltre ha una pratica apertura laterale che consente di svuotarlo con facilità senza schizzare ovunque. Anche in questo caso il funzionamento è molto semplice, basta inserire il mop all’interno del secchio e abbassare delicatamente il bastone con le braccia, in questo modo la testa inizierà a ruotare, eliminando l’eccesso di acqua dalle setole.

 

Pro

Materiali: Questo lavavetri è realizzato in acciaio inox e dotato di un rivestimento in gomma morbida che non rischia di rovinare le finestre o le superfici vetrate. 

 

Prezzi bassi: Considerato che si tratta di un kit completo, il costo risulta essere piuttosto vantaggioso rispetto ad altri modelli simili.

Secchio: Buona l’idea di farlo più piccolo, poiché non solo è più facile da trasportare, ma può essere riposto in un armadio senza ingombrare eccessivamente.

Centrifuga: È davvero facile da usare, inoltre riesce a eliminare i residui di acqua e sporco, lasciando il mocio sempre pulito a ogni passata.

 

Contro  

Mop: Anche se snodabile, sembra abbia le setole troppo corte, che rendono più difficile il passaggio nei punti più stretti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mocio con spruzzatore

 

7. Aiglam Spray Mop 640 ml Mocio in Microfibra

 

Se siete ancora indecisi su quale articolo può essere più adatto alle vostre esigenze, forse potrebbe interessarvi un pratico mop con spruzzatore venduto dalla ditta Aiglam. Oltre alla scopa, all’interno della confezione troverete tre panni in microfibra, da poter inserire in lavatrice e riutilizzare, e un pratico raschietto con il quale rimuovere le impurità dal mocio.
Quest’ultimo è molto morbido, facile da agganciare alla base e perfetto per eliminare le impurità da qualsiasi pavimento, anche quello più delicato. L’asta della scopa è in metallo, un materiale decisamente più duraturo e resistente della plastica, inoltre è provvisto di un cuscinetto in microfibra che evita di far scivolare la mano e impiegare più forza durante le pulizie.
Per quanto riguarda il serbatoio invece, questo sembra essere piuttosto grande, considerato che ha una capacità totale di 640 ml, dettaglio che però potrebbe farlo risultare più pesante rispetto ad altri prodotti dotati di spruzzatore.
Per sapere dove acquistare questo articolo, vi suggeriamo di cliccare sul link posto qui in basso.

 

Pro

Materiali: Questo lavavetri è realizzato in acciaio inox e dotato di un rivestimento in gomma morbida che non rischia di rovinare le finestre o le superfici vetrate. 

 

Serbatoio: Questo risulta essere più capiente rispetto ad altri mop con spruzzatore che è possibile reperire in giro, consentendo dunque di fare più passate e pulire aree più ampie.

Accessorio: All’interno della confezione troverete una piccola spazzola con la quale eliminare i peli e i capelli che si depositano sul panno.

Mop: In totale sono tre e in microfibra, perfetti per essere utilizzati su qualsiasi tipo di superficie, compreso il parquet o il legno grezzo.

 

Contro  

Costo: Per essere un mocio privo di secchio potrebbe essere considerato eccessivo, tuttavia, la buona qualità dei materiali e la capienza del serbatoio ne giustificano il prezzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Secchio per mocio

 

Vileda Super Mocio Secchio e Strizzatore

 

Un secchio per mocio non dovrebbe mai mancare in casa, soprattutto uno dotato di un apposito strizzatore come quello di marca Vileda, poiché senza non vi sarebbe possibile utilizzare il vostro nuovo accessorio per le pulizie.
Si tratta di un oggetto indispensabile, che serve a eliminare l’eccesso di acqua dalle fibre in microfibra rigirando su sé stessa la scopa e pressandola all’interno del foro finché non sarete soddisfatti del risultato.
Quest’ultimo, grazie al movimento meccanico, si richiude e comprime la testa del mocio, lasciandolo umido e pronto per essere passato sul pavimento. È molto semplice da usare, tanto da risultare uno dei più venduti e apprezzati tra quelli disponibili in rete.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori moci?

 

Per agevolarvi nell’acquisto del mocio più adatto alle vostre esigenze, qui di seguito scoprirete quali sono le caratteristiche principali e le qualità di questo accessorio per la pulizia della casa.

Modelli

Nonostante possa sembrarvi banale non tutti i moci sono uguali: ognuno di loro si differenzia non solo dall’aspetto, ma anche per quanto riguarda la superficie che è in grado di pulire.
Utilizzare un mop sul parquet, nonostante sia consigliato per il lavaggio dei pavimenti in cotto o piastrelle, potrebbe dare un risultato molto diverso da quello sperato, lasciando strisce e aloni.
Ma come decidere quale possa essere il miglior mocio da acquistare? Partiamo innanzitutto dal bastone: questo può essere estensibile, poiché si adatta senza problemi all’altezza di chi lo utilizza, inoltre rende più agevole il lavaggio dei punti più lontani e difficili da raggiungere.
Un altro modello è dotato di testa snodabile a 360°, perfetta per pulire al di sotto di mobili più estesi come il letto e il divano. Infine, è possibile reperire sul mercato anche bastoni caratterizzati da un pratico sistema di strizzamento automatico posto sul manico.
Tuttavia, per funzionare correttamente è d’obbligo utilizzare il secchio della stessa marca, spesso acquistabile attraverso dei kit completi.
Analizzare solo questi elementi però non basta a decidere quale sia il migliore, è necessario prendere in considerazione anche altri aspetti, come la qualità delle setole, la grandezza del secchio e ovviamente i costi, che devono rientrare nel budget che avete a disposizione.

 

Materiali

Di norma, per considerare un mop valido questo deve avere le setole in microfibra, o quanto meno in un materiale naturale come il cotone, morbido e perfetto su tutte le superfici, anche quelle più delicate.
La testa di un mocio può variare anche di forma: può essere snodabile, come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, oppure rotante, da utilizzare insieme al secchio venduto dalla stessa azienda.
Si può staccare dal manico, inserendo un diverso tipo di setole, oppure essere compatibile con solo modello di bastone, dotato di gancio apposito. Per quanto riguarda il mop vero e proprio invece, questo può avere le fibre intrecciate, di solito in cotone o microfibra, oppure striscie grandi o piccole, di colore blu, giallo o rosso, e con dei piccoli rilievi a onde o pallini per eliminare più facilmente lo sporco ostinato.
In genere la colorazione cambia a seconda della superficie che può trattare, per agevolare il riconoscimento da parte degli utenti che si accingono ad acquistarlo.

 

Secchio

Un altro elemento fondamentale da prendere in considerazione è certamente il secchio. Quest’ultimo, generalmente è in plastica, e può avere differenti caratteristiche in base alla marca, come per esempio il sistema a pedale autostrizzante.
Si tratta di un particolare dispositivo che consente, tramite una leggera pressione col piede, di eliminare l’acqua in eccesso dal mocio semplicemente posizionandolo all’interno della conca in plastica posta all’interno del secchio.
Questo tipo di accessorio vi consente di effettuare una pulizia più veloce, senza esercitare nessuna forza da parte delle braccia e delle spalle, spesso dolenti proprio a causa dei tradizionali sistemi a pressione.
Alcuni kit infine, prevedono la presenza di due ruote poste sul fondo esterno del recipiente, per agevolare gli spostamenti tra una stanza e l’altra durante le pulizie domestiche.

 

Superfici

Come abbiamo visto, ogni mocio può essere caratterizzato da setole differenti in base alla tipologia di superficie che è in grado di trattare, ma come fare a riconoscerle? Molto probabilmente lo troverete scritto direttamente sulla confezione o sulla descrizione del prodotto, tuttavia, è bene sapere quali sono le peculiarità di ognuno.
Per i pavimenti in parquet, o in generale quelli più delicati che potrebbero rigarsi o rialzarsi se bagnati eccessivamente, è preferibile utilizzare un mop con le setole intrecciate, in microfibra o in cotone, poiché più delicate.
Oppure quelli aventi un panno piatto al posto delle fibre lunghe, facili da strizzare e che lasciano meno aloni in giro. Per i pavimenti in cotto o le piastrelle invece, sono più indicati quelli caratterizzati da strisce larghe e dotate di rilievi abrasivi a forma di palline, capaci di rimuovere le macchie e lo sporco più ostinato.

Costi e durata

Un mocio può essere un valido alleato per la pulizia della casa, tuttavia i prodotti più economici richiedono comunque una manutenzione periodica, per evitare di dover sostituire continuamente le setole. A questo proposito, se volete scoprire come prendervi cura del vostro nuovo accessorio vi suggeriamo di leggere la sezione propriamente dedicata posta più in basso.
Per quanto riguarda il costo, questo varia sia a seconda della marca, sia in base al kit che deciderete di acquistare: uno completo di secchio con strizzamento automatico, e mop in microfibra con testa snodabile avrà di certo un prezzo maggiore rispetto al semplice modello da supermercato.

 

 

 

Come usare un mocio

 

Dopo aver deciso quale mocio comprare in base alle vostre esigenze e budget a disposizione, in questa sezione scopriremo come e su quali pavimenti utilizzarlo.

Chi ha inventato il mocio?

Prima di mostrarvi come prendervi cura delle superfici della vostra casa, abbiamo pensato di farvi conoscere quale sia la storia di questo pratico oggetto oramai diffuso in tutto il mondo.
Il suo nome deriva dal termine spagnolo mocho, ed era utilizzato nel 1800 per pulire i ponti delle navi.
In realtà, a quell’epoca era chiamato radazza, e non era altro che un bastone al quale venivano legate delle lunghe trecce fatte con il cotone oppure la canapa, adoperate per lavare e passare la cera sulle navi.
La sua invenzione è da attribuire allo statunitense Eddy Key che riuscì a brevettarlo nel 1837, quasi 100 anni dopo nel 1956, il progetto fu rivisto e migliorato dallo spagnolo Manuel Corominas.
L’idea della sua struttura a frange nacque dal fatto che all’epoca le imbarcazioni si sporcavano facilmente, a causa del catrame espulso dagli scafi o dalla pece utilizzata per impermeabilizzare il legno dei ponti, e il modo più efficace e veloce per strofinare quest’ultima era attraverso un oggetto con un alto potere assorbente, ma allo stesso tempo lucidante.

 

Il kit

Il mocio da solo può fare molto, tuttavia non sarà altrettanto comodo senza la presenza di un secchio, dotato di strizzatore per eliminare l’eccesso di acqua.
Per pulire le zone esterne o molto sporche utilizzarlo molto bagnato potrebbe anche andare bene, ma lavare i pavimenti di casa lasciando acqua in giro non è una buona idea, soprattutto in inverno quando è necessario molto tempo per asciugarsi del tutto.
Inoltre, questo potrebbe far perdere il tipico effetto lucidante del mocio e lasciare dei fastidiosi aloni sulla superficie.

 

Preparazione

Dopo aver acquistato il mocio più adatto alle vostre esigenze, scegliendo quello che sia compatibile con il vostro pavimento, agganciatelo al bastone e preparate una soluzione a base di acqua e detergente, oppure aceto se non volete utilizzare prodotti chimici.
Immergete le setole e attendete qualche minuto, in questo modo si ammorbidiranno e vi sarà più facile rimuovere le macchie ostinate. Strizzate per bene le frange all’interno dell’apposito vano posto nel secchio: se avete a disposizione quello con il pedale sarà molto più facile eliminare l’acqua, con il classico invece dovrete esercitare maggiore forza e pressare finché non smetterà di gocciolare.
A questo punto potrete cominciare a strofinarlo sul pavimento, cercando di partire dal punto più lontano della stanza effettuando movimenti rotatori, ricordandovi di non calpestare le zone bagnate.

Manutenzione

Le setole del mocio sono perfette per rimuovere la sporcizia, i peli degli animali e i residui di polvere laddove l’aspirapolvere non è riuscita ad arrivare, tuttavia, queste possono diventare facile preda dei germi e dei batteri se non si effettua una pulizia o un’asciugatura completa dopo ogni utilizzo.
Alcuni modelli possono essere inseriti in lavatrice fino a 60°C, altri invece è preferibile immergerli in acqua e disinfettante per un paio d’ore, oppure in una soluzione a base di aceto e bicarbonato di sodio.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come pulire il mocio?

Tra le setole del mocio è possibile che si annidino diversi batteri e germi, soprattutto se dopo averlo utilizzato non lo lasciamo asciugare all’aria prima di riporlo nell’armadio, dove l’umidità li fa proliferare velocemente.
Prima di gettare la vostra lavapavimenti nell’indifferenziata e comprarne una nuova, staccate la testa della scopa e immergete quest’ultima per un paio d’ore all’interno di una bacinella con acqua e detergente per pavimenti disinfettante.
Strizzatela e riponetela su uno stendino finché le setole non saranno del tutto asciutte. In alternativa, è possibile lavare il mocio in lavatrice a 60°C, oppure utilizzare una soluzione più ecologica come acqua, aceto e bicarbonato di sodio.

Come pulire le tapparelle con il mocio?

La pulizia delle tapparelle è una faccenda piuttosto noiosa e ardua, ma che è necessario fare per evitare che si deteriorino, soprattutto se si tratta di quelle in legno che possono ammuffirsi e modificare la loro struttura a causa del caldo.
Per prima cosa è opportuno passare una scopa, oppure un pennello a setole dure per eliminare l’eccesso di polvere depositato tra le fessure, ricordando di proteggere i mobili e i tessuti presenti nei dintorni.
A questo punto, preparate una soluzione di acqua, sapone per i piatti, aceto e bicarbonato, oppure di detergente per parquet nel caso di  infissi in legno. Immergetevi il vostro mocio, strizzate fino a quando non sarà abbastanza umido ma non gocciolante, e passatelo sulla superficie delle tapparelle, sia internamente, sia esternamente, facendo molta attenzione in questa fase nel caso in cui non vi sia una protezione.
Effettuate più passate, e infine lasciate asciugare, se doveste notare la presenza di macchie ostinate, utilizzate una spugnetta abrasiva. 

 

Si può usare il mocio sul parquet?

Il parquet è un tipo di pavimentazione piuttosto delicata, che a seconda del suo valore deve essere trattato in modo differente. Per quelli in legno grezzo è preferibile utilizzare un mocio piatto e non quello con le setole, cercando di eliminare quanta più acqua possibile prima di passarlo, poiché questa potrebbe entrare tra le listarelle, farle ammuffire e rialzare.
Per quelli lucidi è possibile adoperare un modello classico con le setole, preferibilmente intrecciate, immergendolo in una soluzione di acqua e detergente specifico per legno oppure aceto di mele, avendo sempre l’accortezza di strizzarlo bene prima di poggiarlo sul pavimento.
Inoltre, per evitare la formazione di aloni una volta asciutto, eseguite la pulizia della stanza partendo dal punto più lontano e proseguite indietreggiando ed effettuando piccoli movimenti circolari, senza calpestare le zone ancora bagnate. Per sapere come scegliere un buon mocio per parquet, vi invitiamo a dare un’occhiata alla nostra guida all’acquisto poco più su.

 

Come smontare il mocio dopo averlo utilizzato?

Staccare la testa della lavapavimenti è un’operazione che può essere piuttosto semplice se questa è dotata di manico svitabile, nel caso in cui abbiate acquistato un modello a incastro, è necessario far scattare la levetta posta all’interno.
Posizionatevi in piedi parallelamente alla scopa, poggiate un piede sulla base e tirate il bastone verso l’alto, In questo modo le setole si staccheranno in pochi secondi. Alcuni moci però, sono progettati in modo tale da poter riutilizzare la parte in plastica, cambiando soltanto le setole sottostanti.
Per farlo è necessario applicare la forza di una leva, come potrebbe essere un coltello o un cacciavite, inserendolo tra le trecce in microfibra e la testa, facendo pressione finché queste non si saranno separate.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments