I 9 migliori robot aspirapolvere del 2022

Ultimo aggiornamento: 25.09.22

 

Robot aspirapolvere – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Il mercato dei robot aspirapolvere è oggi uno dei più vivaci. Sempre più persone delegano infatti al proprio elettrodomestico robotizzato il fastidioso compito di pulire il pavimento di casa, soprattutto se vivono in compagnia di animali domestici. Quelli che soltanto dieci anni fa erano prodotti riservati a pochi – per il prezzo e il loro carattere innovativo – sono oggi compagni inseparabili di chi ha deciso, acquistandoli, di rendere le pulizie domestiche meno pesanti. Vi riconoscerete in questa categoria di utenti se comprerete il robot aspirapolvere iRobot Roomba i7+, per la sua inedita capacità di svuotarsi in totale autonomia, grazie a una base di ricarica con funzione aspirante (la Clean Base); oppure lo Xiaomi Mi Robot Vacuum-Mop P per la facilità con cui si muove nella stanza da pulire (Laser Distance Sensor) e l’efficienza che evidenzia sia in fase di aspirazione sia durante il lavaggio delle superfici.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 9 migliori robot aspirapolvere – Classifica 2022 

 

Tenendo conto dei pareri espressi da chi li ha già comprati, delle specifiche tecniche dei vari modelli e di ciò che la nostra esperienza nel settore ci suggerisce, vi proponiamo quelli che per noi sono i migliori robot aspirapolvere del 2022, descrivendovi per ciascun robot le peculiarità, i pro e contro. Se, prima di decidere, volete valutare anche gli aspirapolvere tradizionali (ma senza filo), cliccate qui per leggere le nostre recensioni di questi modelli.

 

Robot aspirapolvere Roomba

 

1. iRobot Roomba i7+  i7556

 

La base di ricarica con sacchetto e motore di aspirazione integrati fa del robot aspirapolvere Roomba i7+ il più completo e autonomo tra quelli venduti online (e non solo). Alla fine di ogni pulizia, il robot torna alla base per ricaricarsi e, in contemporanea, trasferisce lo sporco raccolto nel suo contenitore dentro la Clean Base. 

Il sacco che si trova al suo interno ha una capacità pari a 30 volte quella del Roomba, quanto basta per non farvi pensare alle pulizie domestiche per intere settimane. Ottima la potenza di aspirazione (10 volte superiore a quella dei precedenti Roomba serie 600) e l’efficienza delle spazzole rotanti in gomma che, al contrario di quelle classiche in setola, non trattengono peli e capelli, facilitando gli interventi ordinari di pulizia e manutenzione. 

L’autonomia del Roomba i7+ è di 75 minuti, ma se il robot ha bisogno di pulire ancora, torna alla base, si ricarica e riprendere a  pulire esattamente dal punto in cui aveva interrotto. Per noi è il miglior robot aspirapolvere. 

 

Pro

Mappatura della casa (Imprint Smart Mapping): il robot crea e memorizza, mentre pulisce, la mappa digitale della casa in cui si muove, permettendovi di assegnare nomi alle varie stanze (cucina, salotto, camera da letto, etc…).

Scegliete voi dove deve pulire: basta toccare il display dello smartphone (app iRobot HOME) o impartire un comando vocale (con Alexa o Google Assistant), per chiedere al robot di pulire in una o più stanze della casa. 

 

Contro

Non è il robot più economico: il prezzo è superiore alla media, ma resta uno dei robot aspirapolvere più avanzati dal punto di vista tecnologico e pratico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robot aspirapolvere Xiaomi

 

2. Xiaomi Mi Robot Vacuum-Mop P, Robot Aspirapolvere e Lavapavimenti

 

Con il Mi Robot Vacuum-Mop P, Xiaomi rinnova la gamma dei suoi robot aspirapolvere implementando l’innovativo sensore di navigazione LDS (Laser Distance Sensor) per creare mappature ancora più precise e dettagliate, riconoscendo ostacoli, mobili bassi e zone da cui l’elettrodomestico potrebbe cadere.

Altro tratto distintivo di questo robot aspirapolvere Xiaomi è la possibilità di combinare la funzione di aspirazione e lavaggio grazie al doppio serbatoio che separa lo sporco aspirato dall’acqua necessaria a inumidire il panno in microfibra.

Oltre a un filtro HEPA integrato che trattiene le polveri sottili e gli allergeni, rilasciando solo aria pulita nell’ambiente, dispone di un sistema di aspirazione dalla potenza di 2.100 Pa, composto da un rullo centrale e una spazzola laterale per raccogliere lo sporco dai bordi che garantiscono risultati impeccabili già con una sola passata.

Inoltre, attraverso l’app Xiaomi Home, si potranno gestire le varie funzioni e programmare una routine di pulizia giornaliera o settimanale direttamente dallo smartphone, potendo contare su una capiente batteria da 5.200 mAh che offre fino a 170 minuti di autonomia con una singola ricarica.

 

Pro

Doppia funzione: Grazie al potente motore brushless in grado di produrre 2.200 Pa in aspirazione e al serbatoio per l’acqua con panno in microfibra integrato, lo Xiaomi Mi Robot Vacuum-Mop P è in grado di aspirare la polvere e lavare i pavimenti in un’unica passata.

Mappatura: Il sensore di navigazione LDS gli permette di orientarsi con precisione nello spazio, calcolando la distanza con gli oggetti presenti nell’ambiente da pulire per evitare la collisione con scalini, mobili bassi e altri potenziali ostacoli.

Pulizie smart: Tramite l’app Mi Home si può controllare e gestire l’elettrodomestico da remoto, con la possibilità di programmare e personalizzare gli orari e le modalità di pulizia.

 

Contro

Lavaggio: Nonostante le numerose funzioni disponibili, non è possibile limitare la funzione di lavaggio a specifiche aree della casa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robot aspirapolvere Samsung

 

3. Samsung Jet Bot AI+ VR50T95735W/WA, Aspirapolvere Robot senza fili

 

Nonostante sia stato lanciato da poco sul mercato, il robot aspirapolvere Samsung Jet Bot AI+ rientra già tra i modelli più venduti in questo momento per la presenza di numerose funzionalità intelligenti che permettono di ottenere i migliori risultati di pulizia.

Partendo dalla mappatura, la videocamera di profondità 3D di cui è provvisto utilizza un sensore Lidar di ultima generazione – simile a quello impiegato nelle auto a guida autonoma – per individuare la posizione precisa del robot e scansionare ripetutamente la stanza da pulire, ottimizzando così i percorsi di pulizia.

Inoltre, attraverso la funzione Jet Live presente nell’app SmartThings, possiamo sfruttare la suddetta telecamera anche per verificare in tempo reale dove il robot sta pulendo, controllare i nostri animali domestici e vedere cosa succede in casa.

Sempre tramite l’app, abbiamo la possibilità di selezionare le aree da pulire sfruttando la modalità Select & Go, e impostare la “no-go zone” per creare delle pareti virtuali che impediscano l’accesso del robot in specifiche zone della casa, senza che sia necessario mettere delle barriere fisiche.

Inoltre, una volta terminato il lavoro, l’elettrodomestico torna automaticamente alla base per ricaricarsi e trasferire lo sporco raccolto nel serbatoio dentro la Clean Station, facendoci risparmiare tempo e fatica.

 

Pro

Lidar Sensor: La fotocamera anteriore del robot sfrutta un sofisticato sensore intelligente per scansionare accuratamente l’area da pulire, riconoscere gli ostacoli e acquisire informazioni sulle distanze, trasmettendo i video in tempo reale sull’app SmartThings per vedere cosa succede in casa.

Intelligent Power Control: Grazie a questa funzione, il robot è in grado di riconoscere il tipo di superficie da pulire e la quantità di sporco da rimuovere per regolare la forza aspirante di conseguenza.

Personalizzazione: Oltre a scegliere le aree da pulire tramite la modalità Select & Go, possiamo anche aggiungere delle pareti virtuali e impostare delle “zone vietate” in cui l’elettrodomestico non può accedere.

 

Contro

Lavapavimenti: Un robot efficiente, funzionale e – a nostro giudizio – quasi perfetto. “Quasi” perché gli manca solo la funzione lavapavimenti per raggiungere la perfezione più totale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robot aspirapolvere e lavapavimenti

 

4. Yeedi Mop Station 2 in 1 Robot Lavapavimenti

 

Com’è facile intuire dal nome, lo Yeedi Mop Station 2 in 1 è un robot aspirapolvere e lavapavimenti che pulisce e lava le superfici domestiche sia separatamente sia in simultanea, esercitando una pressione di 10N sui pavimenti per rimuovere anche lo sporco più difficile.

A rendere questo elettrodomestico estremamente interessante è sicuramente la base di ricarica con stazione autopulente che lava e asciuga i mop del robot al termine delle pulizie per mantenerli perfettamente puliti ed efficienti, evitando di portare l’acqua sporca in giro per casa.

Per quanto riguarda le prestazioni, il modello permette di regolare la potenza di aspirazione su quattro livelli (da 200 a 2.500 Pa) in base alla quantità di sporco da rimuovere, mettendo a disposizione un’efficiente batteria da 5.200 mAh che offre un’autonomia di tre ore per carica.

Attraverso l’app Yeedi possiamo gestire le principali funzionalità del robot e controllarne il funzionamento da remoto, con in più la possibilità di programmare la routine di pulizia in base a specifici orari per ogni giorno della settimana e visualizzare lo storico di tutte le sessioni di pulizia effettuate per avere la situazione sempre sotto controllo.

 

Pro

2 in 1: Lo Yeedi Mop Station si rivela efficiente e funzionale sia come aspirapolvere, grazie alla potenza di aspirazione di 2.500 Pa (regolabile su quattro livelli), sia in modalità lavapavimenti rimuovendo senza difficoltà anche lo sporco più ostinato.

Autopulente: La base di ricarica dispone di due serbatoi separati da 3.500 ml (uno per l’acqua sporca e l’altro per quella pulita) che si occupano di pulire e asciugare le spazzole del robot una volta terminate le pulizie.

Autonomia: Grazie alla batteria da 5.200 mAh fissa un record nella sua categoria sul fronte dell’autonomia, riuscendo a pulire in modo continuativo per quasi tre ore.

 

Contro

Sistema di navigazione: Il processo di mappatura è piuttosto lento e impiega un tempo abbastanza lungo per effettuare la scansione della casa al primo avvio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robot aspirapolvere Dyson

 

5. Dyson, Robot aspirapolvere 360 Heurist

 

Più intelligente e performante rispetto al suo predecessore, il robot aspirapolvere Dyson 360 Heurist arriva sul mercato con una potenza di aspirazione aumentata del 20% e una nuova spazzola motorizzata, lunga quanto il dispositivo, in grado di pulire con facilità anche lungo i bordi delle stanze.

Un’altra caratteristica innovativa di questo aspirapolvere robot è la dotazione di una videocamera panoramica che gli permette di “vedere” gli ostacoli a 360 gradi e muoversi con facilità anche al buio grazie alla presenza di otto led che si accendono quando non c’è abbastanza luce nell’ambiente.

Impostando il livello di potenza intermedio riesce a pulire un’area di circa 50 mq prima di ritornare alla base per fare rifornimento di energia e, una volta completata la ricarica, si rimette subito al lavoro per completare il ciclo di pulizia impostato.

Inoltre, a differenze della maggior parte dei robot aspirapolvere disponibili in commercio, non dispone di ruote ma di cingoli gommati che gli permettono di superare agevolmente gli ostacoli bassi presenti nella stanza da pulire e, qualora non dovesse riuscirci, si ferma, fa i suoi calcoli e pulisce perfettamente attorno agli oggetti, senza lasciare alcuna zona scoperta.

 

Pro

Potente: Il motore digitale Dyson V2 raggiungere i 78.000 rpm, generando il 20% di aspirazione in più rispetto al robot aspirapolvere 360 Eye che ha preceduto il 360 Heurist.

Smart: Come da tradizione, l’applicazione Dyson risulta molto chiara e intuitiva, permettendo di gestire e controllare l’elettrodomestico da remoto, selezionare le stanze da pulire, impostare i livelli di potenza e ottenere anche una stima del tempo che impiegherà per terminare le pulizie.

Autonomia: La batteria ricaricabile mantiene costanti le prestazioni del motore fino a 75 minuti e, visto che il robot torna autonomamente alla docking station quando è scarico e riparte una volta terminata la ricarica, avete la certezza che dopo una giornata di lavoro troverete casa perfettamente pulita.

 

Contro

Altezza: Riesce a infilarsi senza difficoltà negli spazi più angusti e stretti, ma non sotto i mobili e i letti bassi a causa della struttura più alta rispetto alla media degli altri robot aspirapolvere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robot aspirapolvere economico

 

6. Proscenic 850T Robot Aspirapolvere Lavapavimenti

 

Se siete alla ricerca di un robot aspirapolvere economico, senza però scendere a compromessi sul fronte dell’efficienza e delle prestazioni offerte, potreste prendere in considerazione il Proscenic 850T che, oltre ad aspirare lo sporco e la polvere dai pavimenti, li lava in un’unica passata, così da soddisfare tutte le tue esigenze di pulizia.

Si presenta con un design decisamente più compatto rispetto ai principali prodotti concorrenti che gli permette di raggiungere e pulire anche le zone più difficili e gli angoli nascosti, passando agevolmente sotto i divani e i mobili bassi grazie all’altezza di soli 8,3 cm.

Nonostante venga proposto a un prezzo molto competitivo, offre una potenza di aspirazione di ben 3.000 Pa ed è provvisto di una spazzola a rullo con inserti in silicone e setole in nylon che rimuove ogni genere di sporco (capelli e peli di animali compresi) da tappeti e pavimenti.

Per quanto riguarda la navigazione, anche se non dispone del moderno sistema di mappatura a laser, si affida all’algoritmo iPNAS 2.0 per orientarsi con precisione nell’ambiente da pulire, rilevando gli ostacoli con facilità grazie agli efficienti sensori di prossimità.

 

Pro

Doppia funzione: Piccolo, compatto ma estremamente potente, il Proscenic 850T è la soluzione ideale per chi cerca un elettrodomestico in grado di aspirare lo sporco e lavare i pavimenti, con un rapporto qualità/prezzo imbattibile.

Regolazioni: Tramite l’app ProscenicHome possiamo regolare sia l’aspirazione sia il lavaggio su tre modalità diverse in base al quantitativo di sporco da rimuovere.

Versatile: Oltre a raccogliere i peli di animali, si rivela adatto per pulire svariate tipologie di superfici, come tappeti e moquette, raggiungendo anche gli angoli più difficili e nascosti grazie al diametro di 32,5 cm e all’altezza di 7,3 cm.

 

Contro

Funzione lavapavimenti: Quando si imposta la funzione di lavaggio sul terzo livello, il serbatoio non sempre rilascia l’acqua in modo graduale, lasciando alcuni punti del pavimento più bagnati.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robot aspirapolvere Amazon

 

7. Severin RB 7025 Chill 

 

Rimanendo sempre nella stessa fascia di prezzo, un altro modello che consigliamo a chi non vuole spendere una fortuna per un elettrodomestico robotizzato è sicuramente il robot aspirapolvere Amazon RB1-EU, caratterizzato da un design molto semplice e discreto, ma decisamente funzionale.

L’altezza di soli 7,9 cm gli permette di pulire anche sotto i letti e i mobili bassi, rilevando e aggirando tempestivamente gli ostacoli grazie ai performanti sensori anti-collisione e anti-caduta di cui è provvisto.

Nonostante la potenza di soli 800 Pa, aspira a meraviglia con una velocità di circa 30 cm al secondo e offre un’autonomia di 80 minuti, tornando da solo alla base per ricaricarsi quando è scarico.

Ovviamente non ci troviamo al cospetto di un robot aspirapolvere di ultima generazione ma, considerato il prezzo molto vantaggioso a cui viene proposto e le buone prestazioni offerte, si rivela particolarmente indicato per le persone poco avvezze alla tecnologia, come gli anziani, o con budget ultra-ridotto.

 

Pro

Compatto: Grazie alle dimensioni contenute e all’altezza di soli 7,9 cm riesce a infilarsi in tutti gli angoli e pertugi, garantendo una pulizia più capillare rispetto ad altri modelli più ingombranti.

Sensori: Oltre a quelli anti-collisione che gli permettono di aggirare i vari ostacoli che si frappongono sul suo cammino, nella parte inferiore del dispositivo troviamo quattro sensori anti-caduta che avvisano il robot quando è in prossimità di scale o dislivelli, facendolo indietreggiare.

Facile da usare: Il limitato numero di pulsanti e il pratico telecomando per il controllo a distanza lo rendono semplice da gestire e utilizzare.

  

Contro

Poche funzione: Pur mettendo a disposizione sei diverse modalità di pulizia, rimane un robot aspirapolvere molto basico, non programmabile e sprovvisto di mappatura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robot aspirapolvere Rowenta

 

8. Rowenta RR6871 X-Plorer Serie 20 Robot Aspirapolvere Lavapavimenti

 

Il robot aspirapolvere Rowenta X-Plorer Serie 20 rientra sicuramente tra i modelli presenti sul mercato che, più di altri, offrono prestazioni elevate sia in termini di aspirazione sia in modalità lavaggio, grazie al motore digitale da 2.700 Pa di potenza che permette alle spazzole di catturare anche i peli di animali e le particelle di polvere più sottili.

La batteria agli ioni di litio concede un’autonomia di circa 120 minuti, terminata la quale il robot torna automaticamente alla base di ricarica e, nel caso ci fosse ancora del lavoro da finire, una volta fatto il pieno di energia parte di nuovo alla carica per terminare la sessione di pulizia.

Anche alla massima potenza, la rumorosità raggiunge il ragguardevole valore di 65 dB, così da poterlo utilizzare anche in orari sensibili senza pericolo di disturbare i vicini o il resto della famiglia.

Per migliorare la sua capacità di muoversi e orientarsi all’interno degli ambienti domestici, sono stati installati dei sensori a infrarossi anti-caduta e anti-collisione che gli permettono sia di riconoscere e aggirare gli ostacoli sia di rilevare eventuali dislivelli e gradini per evitare di cadere rovinosamente per le scale.

 

Pro

Funzionale: Il Rowenta RR6871 X-Plorer Serie 20 è in grado di aspirare e lavare tutti i tipi di pavimenti senza fatica ed è dotato di sensori a infrarossi paraurti e anti-caduta per riconoscere ed evitare gli ostacoli.

Programmazione: La funzione “Smart Force Essential” permette di programmare le pulizie in base ai giorni della settimana, mentre il telecomando con display integrato ne rende l’utilizzo molto semplice e intuitivo.

Rapporto qualità/prezzo: Nonostante venga proposto a un prezzo decisamente competitivo, offre prestazioni di tutto rispetto e una qualità costruttiva di alto livello.

 

Contro

Funzioni smart: Rispetto ad altri modelli nella stessa fascia di prezzo presenta una minor indole smart ed è sprovvisto di un’app per il controllo da remoto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robot aspirapolvere con mappatura

 

9. Ecovacs Robot aspirapolvere lavapavimenti Deebot OZMO T8 Pure

 

L’Ecovacs T8 Pure, che chiude i nostri consigli d’acquisto, è il primo robot aspirapolvere con mappatura a implementare l’innovativa tecnologia TrueDetect 3D basata sul sensore laser D-ToF e non sulla telecamera, che lo rende capace di riconoscere anche gli ostacoli più piccoli e non mappati in precedenza, come cavi e oggetti appena caduti sul pavimento, per evitare di ritrovarli aggrovigliati nelle spazzole.

Oltre a questo, è anche in grado di analizzare l’ambiente in ogni singolo dettaglio per creare di volta in volta il percorso di pulizia più efficiente e veloce, mettendo a disposizione una batteria da 5.200 mAh che porta l’autonomia a 175 minuti in aspirazione e 150 in modalità lavaggio.

La ricarica avviene in automatico con il robot che torna alla base quando ne ha bisogno e riparte per terminare il ciclo di pulizia una volta carico.

Nonostante il suo livello di sofisticazione, l’Ecovacs T8 Pure si rivela molto facile da programmare e da gestire grazie all’interfaccia semplificata dell’app Ecovacs Home e alla compatibilità con le skill di Alexa e Google Assistant per avviarlo con il controllo vocale.

 

Pro

Ostacoli: A bordo dell’Ecovacs T8 Pure troviamo la tecnologia TrueDetect 3D che rileva anche gli oggetti più piccoli caduti sul pavimento per evitare che il robot ci urti contro o li aspiri, facendoli incastrare nelle spazzole.

Mappatura: Grazie al sistema TrueMapping con rilevamento laser D-ToF integrato, è capace di calcolare la distanza dagli ostacoli presenti nell’ambiente con maggiore precisione e pianificare il percorso di pulizia più rapido ed efficiente.

Pratico: Le varie funzioni disponibili si possono gestire comodamente dal cellulare tramite l’app Ecovacs Home, offrendo l’ulteriore vantaggio di poter controllare l’elettrodomestico tramite gli assistenti vocali Amazon Alexa e Google Assistant.

 

Contro

Lavaggio: Come aspirapolvere è molto performante ed efficiente, mentre in modalità lavapavimenti mostra tutti i suoi limiti lasciando all’utente il tedioso compito di rimuovere le macchie e le incrostazioni più difficili.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori robot aspirapolvere 

 

Se non sapete come scegliere un buon robot aspirapolvere, continuate a leggere la nostra guida agli acquisti. Vi descriviamo in modo semplice gli aspetti più importanti da considerare, affinché possiate acquistare il robot a voi più adatto.


Robot che aspirano e robot che passano anche lo straccio

La prima distinzione da fare se vi state chiedendo quale robot aspirapolvere comprare riguarda il tipo di robot. Esistono infatti robot aspirapolvere in senso stretto – e sono la gran parte – e robot aspirapolvere che, sfruttando un panno umido in microfibra o in altro materiale, lavano il pavimento oltre che rimuovere polvere, peli di animali e capelli. 

Questi ultimi stanno catturando l’attenzione dei consumatori negli ultimi mesi, ma la loro diffusione è ancora limitata. Di contro, i robot aspirapolvere “puri” – come i Roomba per intenderci – sono disponibili in gran numero, oltre a poter vantare i migliori marchi sul mercato (iRobot e Neato Robotics, per citare i più conosciuti e affidabili).
Per offrirvi un quadro completo del mercato, aggiungiamo che esistono anche robot lavapavimenti per uso domestico, come i Braava di iRobot che eseguono un vero e proprio lavaggio delle superfici grazie a getti d’acqua direzionati o di soluzione detergente. Abbiamo però preferito non trattarli in questa comparazione in quanto sprovvisti di funzione aspirante e di spazzole rotanti.

 

Forma, altezza e sistema di pulizia

Già a una prima ricerca online, vi imbatterete in robot di forma circolare (la gran parte) e in altri con forma a D, la cui parte anteriore è piatta. Non è facile dire quale dei due design sia migliore. I robot circolari tendono a muoversi con più facilità negli spazi stretti, fra le gambe dei tavoli e delle sedie. 

Quelli a forma di D sono più efficaci lungo i bordi delle pareti e dei mobili, anche perché spesso dispongono di una spazzola sottostante più lunga. La scelta dell’uno o dell’altro tipo dipende quindi dagli ambienti che dovrà pulire e dalla quantità di ostacoli presenti sul pavimento. 

Molto importante è invece l’altezza, soprattutto se le poltrone, i letti e i divani della vostra casa staccano poco da terra. In linea di massima, i robot aspirapolvere non superano i 9 cm di altezza, rendendo possibili le pulizie anche sotto i mobili più bassi. Ne esistono tuttavia di più bassi, come avrete modo di constatare osservando i modelli che di cui vi parliamo in questo servizio. 

Il terzo aspetto da considerare è il sistema di pulizia, ossia il processo e le componenti cui ogni robot si affida per catturare lo sporco dal pavimento e depositarlo nel cassetto raccogli-polvere. I Roomba di iRobot sono gli unici a sfruttare due spazzole sottostanti controrotanti, che girano in verso opposto. Si tratta in realtà di rulli in gomma anziché di classiche spazzole in setole, una scelta che permette agli utenti di risparmiare tempo e fatica quando li devono pulire.

Gli altri robot invece ne utilizzano soltanto una o addirittura ne fanno a meno. I robot infatti sprovvisti di spazzole sottostanti si affidano alla sola forza del motore di aspirazione che, ruotando a velocità più o meno elevate, crea, alla base del robot, una depressione tale da risucchiare la polvere e i detriti che incontra nel suo cammino. 

Alle spazzole sottostanti e al motore di aspirazione è abbinata una spazzola laterale che ha il compito di raccogliere lo sporco e di trasportarlo verso la “pancia” del robot aspirapolvere. Ci sono modelli a spazzola laterale singola, altri che ne utilizzano due. 

 

Sensori, intelligenza artificiale e Wi-Fi

Tutti i robot aspirapolvere sono dotati di sensori del vuoto e di prossimità. Avvisano il robot quando è in prossimità di scale o dislivelli, facendolo indietreggiare, o quando è vicino a un ostacolo, come le gambe del tavolo, il portagiornali, l’anta di un mobile. In questo caso lo inducono a rallentare e/o ad assumere il comportamente più adeguato. Questo dipende o meno dalla sua intelligenza artificiale. 

Alcuni modelli eseguono infatti centinaia o migliaia di calcoli ogni secondo, grazie alle informazioni derivate da speciali videocamere, sensori 3D o da raggi laser riflessi dai vari ostacoli che incontrano nel loro cammino. Altri invece si affidano a batterie a lunga durata per coprire, con buona probabilità e con movimenti più o meno casuali, ogni punto del pavimento. In linea di massima, più un robot aspirapolvere è costoso, più è intelligente. Non aspettatevi infatti movimenti particolarmente ottimizzati dai robot economici.
C’è poi la connettività Wi-Fi, che permette al robot aspirapolvere di interfacciarsi con lo smartphone Android o iOS. Non tutti i robot integrano la tecnologia Wi-Fi e quelli che lo fanno assicurano funzioni più o meno avanzate: dalla programmazione settimanale alla gestione a distanza, dalla visualizzazione della mappa digitale della casa all’assegnazione dei nomi dei diversi ambienti.             

 

 

 

Domande frequenti 

 

I robot aspirapolvere dotati di videocamera registrano e/o condividono immagini della nostra casa?

Assolutamente no. Le videocamere integrate in alcuni robot aspirapolvere sono diverse da quelle che usiamo, per esempio in vacanza, per registrare i nostri ricordi. Servono solo a ottenere riferimenti e a valutare, in ogni istante, le distanze che intercorrono fra i robot e gli ostacoli (mobili, vasi, tavoli), in modo da ottimizzare percorsi e movimenti. I robot infatti non utilizzano schede SD per memorizzare immagini fisse o filmati. La privacy è quindi garantita. 

 

Dove vengono registrate le mappe digitali create dai robot aspirapolvere con mappatura?

Nei server gestiti dalle case produttrici, quindi condivise solo ed esclusivamente con il proprietario del robot che può visualizzarle sul suo smartphone solo dopo aver registrato il proprio profilo dentro l’app ufficiale. I server in cui vengono custodite le mappe, in particolare se parliamo delle migliori marche di robot aspirapolvere, sfruttano gli stessi sistemi informatici di protezione che adottano per esempio le banche online.   

 

Perché c’è tanta differenza di prezzo fra modelli apparentemente simili?

Capita spesso di imbattersi in modelli apparentemente simili, ma offerti a prezzi molto diversi. È vero, potete acquistare a prezzi bassi robot aspirapolvere in apparenza dotati di tutte le funzioni dei modelli più costosi: funzione di pulizia e lavaggio, connettività Wi-Fi, mappatura della casa, comandi vocali e ottima dotazione di accessori. 

Se li analizzate più nel dettaglio, vi renderete conto che i robot aspirapolvere più economici preferiscono utilizzare una batteria a lunga durata per incrementare le probabilità di coprire l’intero pavimento, anziché sfruttare movimenti intelligenti che consentano una pulizia accurata in tempi brevi. 

È come passare l’aspirapolvere bendati per mezz’ora oppure farlo osservando attentamente la stanza in soli cinque minuti. Ricordate inoltre che i servizi di assistenza tecnica offerti dalle case più affermate sono di solito più efficienti. 

 

Cosa significa che un robot aspirapolvere è compatibile con Alexa e/o Google Assistant?

Significa che potrete comandarlo anche a voce, pronunciando frasi precise che vi consentiranno di farlo partire, di far terminare la pulizia e di indirizzarlo verso una determinata stanza (cucina, salotto, camera da letto e così via). I robot compatibili con Alexa richiedono che sia acquistato a parte un dispositivo intelligente come l’Echo Dot. 

 

Un robot aspirapolvere Wi-Fi può funzionare anche se è disconnesso da Internet?

Sì, tutti i robot aspirapolvere Wi-Fi possono funzionare anche in modo tradizionale. Diversi modelli però, se disconnessi dallo smartphone, non consentono l’uso di tutte le loro funzioni, come la selezione delle stanze da pulire, la programmazione settimanale, l’aggiornamento del firmware e via dicendo. Se osservate con attenzione i robot con tecnologia Wi-Fi, noterete che presentano al massimo un paio di pulsanti.  

 

È possibile sostituire la batteria ormai logora di un robot aspirapolvere?

Nella gran parte dei casi sì e senza alcuna difficoltà. Considerate che la ricerca di una batteria di ricambio di un robot aspirapolvere poco diffuso può richiedere tempo e pazienza. Se non sapete dove acquistare, potete provare a scrivere direttamente all’indirizzo email ufficiale del produttore. 

 

 

 

Come utilizzare al meglio un robot aspirapolvere 

 

Gli accorgimenti da adottare nell’uso di un robot aspirapolvere sono in parte simili a quelli che riguardano i più comuni aspirapolvere manuali. Metterli in condizione di lavorare al meglio e dedicare loro gli opportuni interventi di manutenzione allungherà la vita del vostro nuovo elettrodomestico robotizzato.

Liberate il pavimento da oggetti inutili

Affinché la loro azione sia efficace, è necessario che il pavimento sia libero da ostacoli e fili di corrente. Anche se i robot più raffinati riescono a cavarsela negli spazi più piccoli, raccogliere dal pavimento gli oggetti che ne potrebbero ostacolare i movimenti è sempre buona norma. Non di rado gli utenti, pur di garantire ai loro robot superfici sgombre, rinunciano a piccoli mobili, suppellettili e a quant’altro possa rallentare il loro lavoro. 

Fate inoltre attenzione ai cavi di corrente (i cosiddetti cavi volanti) che facilmente finiscono dentro le spazzole, determinando la fine anticipata delle pulizie. Un ingarbugliamento involontario quasi mai causa la rottura del robot, ma fa sì che questo vada in protezione automatica spegnendosi.

Alcuni modelli di robot aspirapolvere integrano funzioni speciali (come la Anti-Tangle di iRobot) che permettono, nei casi in cui dei fili si impiglino nelle spazzole, di invertire continuamente il loro verso di rotazione fino a liberarsene. Pur se il modello che avete appena acquistato ne è dotato, cercate sempre di prevenire questi piccoli inconvenienti. 

 

Evitate di farli lavorare al buio

Un altro suggerimento riguarda l’intensità luminosa degli ambienti dentro i quali i robot devono operare: diversi modelli fanno un po’ fatica al buio. Se avete programmato il vostro robot affinché si attivi nelle ore di vostra assenza, fate in modo che possa muoversi almeno nella penombra, ancor meglio se in condizioni di luce accettabili. Di solito, i manuali di istruzione contengono questo genere di indicazioni.

 

Pulite i filtri e le spazzole: il vostro robot aspirapolvere vi ringrazierà

Descritti gli accorgimenti da adottare per far lavorare al meglio il vostro nuovo robot aspirapolvere, conviene sottolineare l’importanza della sua manutenzione. Come i comuni aspirapolvere, anche i robot con il tempo si riempiono di polvere e sporcizia. Il cassetto va svuotato periodicamente. Più frequentemente lo svuotate, maggiore sarà la potenza aspirante. 

Non aspettate quindi che sia completamente pieno: svuotatelo anche se è a metà. Noterete che la capacità pulente del robot si manterrà su livelli costanti. La stessa attenzione va riservata ai filtri, Hepa o di altro tipo, che con il tempo tendono a intasarsi.
Puliteli costantemente con degli spazzolini o con le bombolette ad aria compressa che si acquistano online o nei supermercati. Quando serve, se i filtri adottati dal vostro modello di robot lo consentono, lavateli sotto l’acqua e fateli asciugare per almeno 24 ore. Arriverà poi il momento in cui sarà necessario cambiarli. 

A seconda della marca, la ricerca dei filtri di ricambio potrà rivelarsi semplice o complicata. Tenetelo in stretta considerazione prima di scegliere il modello di robot aspirapolvere più adatto alle vostre esigenze.  

Ultimo suggerimento, ma non per importanza, riguarda la pulizia delle spazzole, sia di quella o quelle inferiori, sia di quella o quelle laterali. Le prime richiedono più pazienza, soprattutto se sono in setole. Peli di animali e capelli umani vi si attorcigliano intorno e periodicamente vanno eliminati. Vi toccherà farlo con le mani, aiutandovi con un paio di forbici oppure con lo speciale strumento a pettine che a volte è compreso nella dotazione del robot.   

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI