Rowenta Smart Force Essential RR6943 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 19.04.21

 

Principale vantaggio

Semplice da usare: è il robot adatto agli utenti che amano la semplicità. Può essere avviato in qualsiasi momento premendo il pulsante anteriore oppure agendo sul telecomando. Se il pavimento è sgombro da ostacoli, fa il suo dovere.  

Alto appena 8 cm: minore lo spessore di un robot aspirapolvere, maggiore la sua capacità di infilarsi sotto i mobili e i letti più bassi per pulire laddove non può arrivare un normale aspirapolvere. Gli 8 cm di altezza centrano l’obiettivo. 

 

Principale svantaggio

Programmazione un po’ limitata: è possibile programmare il robot aspirapolvere affinché si attivi ogni giorno alla stessa ora. Sarebbe stato bello poter assegnare a ogni giorno della settimana un’ora di accensione diversa. 

Navigazione casuale e ritorno alla base difficoltoso: il robot non dispone di una vera intelligenza artificiale (come i Roomba per intenderci) ma si affida a movimenti casuali dettati dagli ostacoli che incontra nel suo cammino. Capita spesso inoltre che incontri difficoltà nel ritrovare la base di ricarica.

 

Verdetto: 8.9/10

È un robot dalla caratteristiche basilari. Non aspettatevi soluzioni tecnologicamente avanzate, ma semplicità d’uso abbinata a buone performance di pulizia. L’autonomia supera le due ore, sufficienti a trattare appartamenti di dimensioni medio-grandi. Meglio se comprato in offerta. 

Acquista su Amazon.it (€205,7)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Due spazzole laterali, un rullo rotante sottostante e un motore di aspirazione, per rimuovere peli e capelli da tappeti

Smart Force Essential è il nome di uno dei robot aspirapolvere Rowenta più venduti. Con un look gradevole, ma non in linea con le ultime tendenze stilistiche, mette a disposizione ciò che serve per pulire appartamenti di medie e grandi dimensioni. Merito della batteria agli ioni di litio ricaricabile che assicura fino a 150 minuti di funzionamento. Prima che l’energia termini, il robot torna automaticamente alla base per ricaricarsi, anche se talvolta mostra qualche incertezza nel ritrovare la via giusta. Né riprende a pulire, come invece fanno i modelli top di gamma di altri brand, nel punto in cui aveva interrotto. Di forma circolare e con 8 cm di altezza, si mostra abbastanza agile sotto i letti e i mobili, ma il diametro di 32,5 cm supera, anche se di poco, la soglia dei 30 cm entro la quale rientra la gran parte dei robot concorrenti. Utilizza due spazzole laterali per intercettare polvere, peli di animali e capelli umani e spostarli verso la parte centrale del robot dove la spazzola a rullo rotante li raccoglie indirizzandoli, grazie anche all’aspirazione generata dal motore interno, verso il contenitore raccogli-polvere. Questo, stando alle istruzioni riportate nel manuale che troverete dentro la confezione, va svuotato una volta alla settimana. Avrete anche la possibilità di lavare il contenitore e il filtro a esso abbinato. Fate però in modo che entrambi asciughino per bene prima di rimetterli sede (almeno per 24 ore). L’azione pulente è buona sia sui pavimenti duri (piastrelle, granito, legno e parquet), sia sulla moquette e sui tappeti. Su questi ultimi si rivela particolarmente efficace l’azione meccanica svolta dalla spazzola rotante, soprattutto nei confronti di peli e capelli di animali. Non sono poche le recensioni infatti in cui si fa notare che tappeti particolarmente difficili da pulire con i normali aspirapolvere, risultino puliti dopo il passaggio del robot.           

Tre modalità di funzionamento e programmazione delle pulizie 

Lo diciamo subito a scanso di equivoci. Il robot aspirapolvere Rowenta non è un elettrodomestico intelligente che si affida ad algoritmi e calcoli per derivare percorsi in funzione degli spazi da coprire, degli ostacoli presenti sul pavimento o del livello di sporco delle superfici. Il robot aspirapolvere Rowenta Smart Force Essential RR6943 si muove in modo quasi sempre casuale, mentre speciali sensori di prossimità e del vuoto gli suggeriscono quando arrestarsi e indietreggiare in modo da non urtare contro i mobili o finire giù per le scale.

Le modalità di pulizia sono tre: “random”, “random room” ed “edge”. Il modo random porta il robot a muoversi in linea retta per tutto il tempo in cui dispone di energia. Quando incontra un ostacolo rallenta e cambia direzione. Se le porte di comunicazione fra una stanza e l’altra sono aperte, il modo random vi permette di pulire l’intero appartamento. Affinché ciò avvenga è necessario che il pavimento sia sgombro da ostacoli e oggetti inutili. Il modo “random room” limita la sua azione a un tempo massimo di 30 minuti, rivelandosi idoneo alla pulizia di superfici più piccole. Si presta quindi alla pulizia approfondita di una sola stanza, dopo aver dato per esempio una festa o dopo che un gruppo di amici ha consumato il suo aperitivo.

Infine c’è il modo “edge” da selezionare per concentrare le pulizie lungo i battiscopa e negli angoli. Quando attivo, il robot tende infatti a pulire in modo decentrato, seguendo i profili delle pareti e dei mobili. Vista la buona autonomia che la batteria agli ioni di litio riesce a garantire (circa 2 ore e mezza), è possibile selezionare due modi in successione per ottenere i migliori risultati.         

Nella confezione del robot aspirapolvere Rowenta, troverete infine un nastro magnetico da posizionare sul pavimento per delimitare aree invalicabili. È pensato per impedire al robot di toccare la ciotola o la lettiera del vostro animale domestico, una pianta ornamentale, uno o più altoparlanti che poggino direttamente sul pavimento. 

 

Acquista su Amazon.it (€205,7)

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments