I 7 migliori aspirapolvere Rowenta del 2022

Ultimo aggiornamento: 25.09.22

 

Aspirapolvere Rowenta – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Quando si tratta di acquistare un nuovo aspirapolvere, le possibilità di scelta sono praticamente infinite. A traino, ciclonico, portatile, con batteria ricaricabile, con o senza sacco… sul mercato non c’è che l’imbarazzo della scelta, per cui non dovrebbe essere difficile individuare il modello in grado di rispondere alle proprie esigenze. Se non sapete quale scegliere, provate a dare un’occhiata a questi due prodotti a marchio Rowenta, azienda leader nel settore dei piccoli e grandi elettrodomestici: Rowenta RH6921 X-PERT 3.60 Aspirapolvere Senza Fili Potente è un modello molto maneggevole e caratterizzato da una buona potenza. Senza sacco, sfrutta la tecnologia ciclonica per aspirare al meglio la vostra casa. Rowenta RO2913 Swift Power Cyclonic Aspirapolvere a Traino Senza Sacco è invece un modello dotato di un cavo lungo più di 7 m, una spazzola dedicata ai pavimenti duri e un serbatoio da 1,2 L. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 migliori aspirapolvere Rowenta – Classifica 2022

 

La nostra classifica dei migliori aspirapolvere Rowenta del 2022 confronta prezzi e caratteristiche delle offerte più allettanti messe in campo dall’azienda tedesca – oggi appartenente alla multinazionale francese Groupe SEB – per aiutare i lettori a individuare il modello più adatto alle proprie esigenze e possibilità di spesa. Leggete la recensione che accompagna ciascun prodotto per effettuare una comparazione dei modelli venduti online e capire quale aspirapolvere Rowenta comprare.

 

Aspirapolvere Rowenta senza filo

 

1. Rowenta RH6921 X-PERT 3.60 Aspirapolvere Senza Fili Potente

 

Cercate una scopa elettrica molto più potente di un classico prodotto aspirante? Date un’occhiata a questo aspirapolvere Rowenta senza filo, un modello maneggevole, che però mette a disposizione buone prestazioni.

Un prodotto che può contare su un motore DC, ad alte prestazioni, in grado di sfruttare anche la tecnologia ciclonica, per una pulizia ancora più approfondita. Un aspirapolvere senza fili con una batteria da 22 V ricaricabile, che fornisce una buona autonomia, pari a circa 45/50 minuti.

Facile da gestire, visto il manico ergonomico, non ha sacchetto, ma ha un serbatoio da 0,5 L ed è anche provvisto di luce LED per individuare lo sporco dove si annida maggiormente ed è più difficile da vedere a occhio nudo.

Attenzione però alle velocità, in quanto la minima non è molto potente. Se non sapete dove acquistare questo modello a prezzi bassi, cliccate sul link in fondo. 

 

Pro

Senza fili: Questo modello è dotato di una batteria ricaricabile, che assicura 45 minuti di indipendenza e che non costringe quindi a essere sottomessi ai fili.

Tecnologia ciclonica: Il motore si serve anche di questo elemento per aspirare meglio ed eliminare anche i residui più piccoli.

Luce LED: Questa componente aiuta a individuare lo sporco nascosto, quando questo è invisibile a occhio nudo. 

 

Contro

Velocità minima: Trattandosi di un modello rumoroso, se vorrete aggirare l’ostacolo usandolo alla potenza più bassa, non otterrete i risultati sperati. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirapolvere Rowenta Cyclonic

 

2. Rowenta RO2913 Swift Power Cyclonic Aspirapolvere a Traino Senza Sacco

 

Un modello che ha suscitato pareri favorevoli, specialmente per il valido rapporto qualità/prezzo, è questo aspirapolvere Rowenta Cyclonic che, come dice il suo nome, sfrutta la tecnologia ciclonica per migliorare l’eliminazione dello sporco in casa.

La spazzola è dedicata a ottimizzare il lavoro sui pavimenti duri e aggiunge efficienza alle prestazioni del prodotto. Il filtro è in grado di accogliere una quantità maggiore di polveri sottili, per migliorare la pulizia della casa, specialmente se avete animali domestici o se siete allergici.

Il cavo è abbastanza lungo, infatti raggiunge i 7,6 m, mentre l’assenza di sacco lascia spazio a 1,2 L di serbatoio per raccogliere tutta la polvere. L’unico aspetto negativo sembra essere l’impossibilità di regolare la velocità, che è eccessiva secondo alcuni utenti.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Anche se non è il modello più economico in circolazione, è in ogni caso una buona occasione per risparmiare e avere un buon aspirapolvere in casa.

Tecnologia ciclonica: Grazie a questa potrete eliminare una maggiore quantità di polvere e sfruttare il filtro per raccogliere tutte le polveri più sottili.

Cavo: Anche se è presente, è abbastanza lungo da assicurare una grande mobilità in casa.

 

Contro

Potenza: Non è facile da regolare ed è così forte da lasciare che la spazzola si attacchi al pavimento. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirapolvere Rowenta senza sacco

 

3. Rowenta RO4871 Compact Power XXL Aspirapolvere a Traino Senza Sacco

 

Avete bisogno di un aspirapolvere Rowenta senza sacco, ma che abbia maggior spazio per raccogliere lo sporco di casa? Date un’occhiata a questo modello XXL, con un serbatoio senza sacchetto, dalla capienza pari a 2,5 L.

Grazie alla tecnologia ciclonica, è in grado di separare con maggiore validità le particelle sottili da quelle più grandi, per una pulizia più intensa e una migliore filtrazione. Molto buono il motore Effitech, che si unisce alla spazzola ottimizzata per pavimenti duri, da 550 W. In realtà la forza aspiratrice è tale da risultare anche eccessiva, secondo alcuni utenti.

Convince perché compatto, dotato di vari accessori, tra i quali anche del kit per eliminare i peli degli animali. Il prezzo non è basso ma da rapportare alla validità di questo prodotto.

 

Pro

XXL: Il serbatoio è senza sacco ma ha una capienza pari a 2,5 L, molto spazio per chi ha una casa grande o non vuole dover svuotare subito tutto.

Motore: Si tratta di un modello Effitech, da 550 W, che si unisce alla tecnologia ciclonica per migliorare le sue prestazioni.

Accessori: Tra quelli inclusi c’è anche il kit per eliminare con maggiore efficienza i peli degli animali.

 

Contro

Potenza aspirante: Risulta essere un po’ eccessiva quando la spazzola inchioda sul pavimento, diventando così difficile da gestire. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirapolvere Rowenta senza filo potente

 

4. Rowenta RH6971 X-PERT 3.60 Aspirapolvere Senza Fili Potente con Kit Animal Care

 

Un buon aspirapolvere Rowenta senza filo potente è il RH6971 X-PERT, un modello pensato per chi non vuole avere il fastidio del cavo. Infatti ha una batteria ricaricabile al litio, della durata di 45 minuti, che permette di pulire casa con comodità e in un tempo massimo più che ragionevole.

La sua struttura molto particolare fa in modo che possa essere usato tanto per il pavimento quanto per il soffitto: se, per esempio, volete eliminare ragnatele o sporco sulle cornici, questo modello non va farà faticare.

Non è pesante e ha una maniglia che rende semplice gestirlo; i rulli intercambiabili a disposizione sono due, uno dei quali è dedicato alla rimozione dei peli di animale. Potrete anche separare il corpo dal resto, trasformando questo aspirapolvere in un semplice aspirabriciole. Il costo di questo modello nuovo è però abbastanza proibitivo.

 

Pro

Senza fili: Il prodotto in questione ha una batteria ricaricabile che gli offre una buona autonomia, pari a 45 minuti.

Per pavimento e soffitto: La sua struttura particolare fa in modo che possa essere usato per aspirare il pavimento ma anche zone poste più in alto.

Rulli: Quelli inclusi sono dedicati anche ad eliminare i peli degli animali, quindi sono pensati anche per chi soffre di allergia.

 

Contro

Costo: Quello di questo modello risulta essere abbastanza proibitivo per chi non ha a disposizione un grosso budget.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robot aspirapolvere lavapavimenti Rowenta

 

5. Rowenta RR7987 X-Plorer Serie 95 Robot Aspirapolvere Lavapavimenti

 

Ne avete sentito parlare e volete provare anche voi un robot aspirapolvere lavapavimenti Rowenta? Qui sono disponibili diversi modelli, che hanno una potenza di aspirazione così valida da raggiungere i 12000 pa.

La tecnologia laser permette di mappare la casa, in modo da non tralasciare neppure un angolo. La spazzola si adatta al tipo di pavimento, modulando la potenza di aspirazione, in modo da non creare problemi e da non rovinare le superfici.

Compatibile con iOS e Android, permette di essere gestito anche a distanza tramite lo smartphone; la funzione di lavaggio non è eccellente, nel senso che sembra più rinfrescare i pavimenti, ma in dotazione ci sono molte spazzole dedicate a i scopi, come per esempio l’eliminazione dei peli degli animali.

Il costo è naturalmente alto, quindi si tratta di un acquisto che richiede un po’ di investimento.

 

Pro

Potente: Grazie alla forza aspirante che raggiunge i 12000 pa, potrete contare su un prodotto molto valido per la pulizia della vostra casa.

Mappatura: Grazie al laser integrato l’aspirapolvere è in grado di creare una mappa precisa della casa, per non tralasciare neppure un angolo.

Smart: Compatibile con iOS e Android, questo modello può essere gestito anche a distanza tramite lo smartphone.

 

Contro

Costo: La spesa da affrontare è abbastanza alta, per cui è preferibile valutare a monte se avete un budget del genere a disposizione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirapolvere Rowenta Powerline

 

6. Rowenta RH8037WA Powerline Extreme, Scopa Elettrica con Sacco e con Filo

 

Se avete bisogno di un prodotto più facile da gestire, l’aspirapolvere Rowenta Powerline può essere ciò che fa per voi. Si tratta di una scopa elettrica dotata di filo, che quindi non dovrete attendere che si ricarichi. 

Il sacco offre una capacità pari a 2,2 L, tanto che questo prodotto non ha niente da invidiare a un aspirapolvere tradizionale, neppure il motore, Effitech, che offre valide prestazioni a fronte di una potenza di 750 W.

Questo modello è caratterizzato anche da un doppio sistema di filtraggio, che gli consente di assorbire una maggiore quantità di polveri sottili, dando così un buon aiuto a chi soffre di allergie o ha animali in casa che perdono il pelo.

Il costo di questo modello non è proibitivo, ma c’è chi ne critica la presenza delle rotelle non ben fatte alla base, che rendono più difficile farlo scivolare sul pavimento.

 

Pro

Sacco: Mette a disposizione ben 2,2 L di spazio per eliminare tutto lo sporco che desiderate, inoltre ha il sacchetto sostituibile.

Potente: Il motore Effitech ha una potenza di 750 W ed è in grado di migliorare l’aspirazione, eliminando così una maggiore quantità di polveri sottili.

Doppio sistema di filtraggio: Grazie a questo elemento sarà possibile avere un ambiente più pulito, un fattore fondamentale se avete in casa animali o siete allergici.

 

Contro

Rotelle: Queste non permettono alla scopa di scorrere bene, per cui potreste avere qualche difficoltà nel passarla in casa con facilità. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Aspirapolvere Rowenta con sacco

 

7. Rowenta Power XXL, RO3171, Aspirapolvere a Traino con Sacco

 

Un articolo dal buon rapporto qualità/prezzo è questo aspirapolvere Rowenta con sacco da 4,5 L, per garantire una buona autonomia in spazi di grandi dimensioni: non dovrete provvedere a cambiarlo spesso se vivete in un appartamento ampio.

Sempre per lo stesso motivo, il cavo è molto lungo, circa 8,4 m, quindi offre una grande autonomia in casa e non costringe a cambiare continuamente presa. Un punto di forza di questo modello sono i sacchetti, Hygene+, che garantiscono sempre il massimo della pulizia.

Il filtraggio è ottimale, visto che viene rimosso il 99,8% del pulviscolo, insieme alla presenza di vari accessori, come il kit per animali, che pensa a eliminare tutto il pelo lasciato in casa. La potenza si regola tramite una rotella posta al di sopra, ma si tratta di un modello che, per quanto possa essere silenzioso, lo è comunque meno di altri del marchio.

 

Pro

Sacco: Questo elemento ha una capienza pari a 4,5 L, per cui avrete molto spazio a disposizione grazie al quale non dovrete cambiarlo sempre.

Cavo: Molto lungo, raggiunge 8,4 m quindi è indicato per chi ha una casa molto grande e non vuole cercare sempre una presa disponibile.

Filtro: Il prodotto è dotato di un sistema che consente di eliminare quasi il 100% del pulviscolo.

 

Contro

Rumoroso: Non è eccessivo quello prodotto, ma in ogni caso non è il modello più silenzioso firmato Rowenta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Sacchetti per aspirapolvere Rowenta

 

Rowenta Set 5 Sacchi + 2 Microfiltri per Aspirapolvere ZR0050

 

Se quello che state cercando sono dei sacchetti per aspirapolvere Rowenta, il set ZR0050 potrebbe fare al caso vostro. Come testimoniano gli utenti, i pezzi inclusi nella confezione sono tutti originali, quindi non si incontrerà alcun problema di compatibilità con il proprio elettrodomestico, purché appartenente alla linea Comfortline, Slimline e Powerline di Rowenta.

Oltre a cinque sacchetti in materiale altamente filtrante, capace cioè di intrappolare le particelle di polvere più piccole, nel prezzo sono inclusi anche due microfiltri per una pulizia ancora più approfondita. Inoltre, il sistema di chiusura auto sigillante impedisce la dispersione dello sporco dopo l’uso e l’intasamento del filtro durante l’aspirazione, permettendo così all’aspirapolvere di mantenere alti di standard di efficienza e di vivere più a lungo.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori aspirapolvere Rowenta

 

Se nonostante i nostri consigli d’acquisto non siete ancora riusciti a capire come scegliere un buon aspirapolvere Rowenta, nella guida che segue troverete molti utili consigli che vi aiuteranno a prendere la giusta decisione. Peso, consumi, tecnologia di funzionamento e accessori sono parametri fondamentali di cui tenere conto per essere sicuri di investire bene il proprio denaro, senza ovviamente trascurare la capacità di aspirazione e i consumi energetici.

Rowenta: un nome, una garanzia

Rowenta è un marchio tedesco che non ha certo bisogno di presentazioni, visto che dal 1909 ha conquistato i consumatori più esigenti grazie a elettrodomestici di qualità che assicurano prestazioni ottimali e risultati a dir poco impeccabili.

Il catalogo offerto dal brand, oggi appartenente alla multinazionale francese Groupe SEB, prevede una vasta gamma di prodotti caratterizzati da tecnologie sempre all’avanguardia, design ben curato nei dettagli e un’elevata praticità d’uso, spaziando dal campo degli aspirapolvere a quello dei ferri da stiro, passando anche per gli asciugacapelli e gli epilatori.

Oggi vogliamo concentrare la nostra attenzione proprio sui suoi aspirapolvere, declinati in tantissime versioni differenti per rispondere alle esigenze di un’ampia fetta di utenti sia sul fronte dell’efficienza sia in termini di spesa.

Ogni anno, infatti, l’azienda propone oltre 250 nuovi modelli, la cui realizzazione è resa possibile dal lavoro di un efficiente team di Ricerca e Sviluppo sempre attento a un approccio di “open innovation” al passo con le ultime tendenze del momento.

 

Con o senza sacchetto?

Da quando la tecnologia ciclonica ha iniziato a diffondersi a macchia d’olio nel settore di produzione delle scope elettriche moderne, la domanda “con o senza sacchetto?” ha iniziato a genere non pochi dubbi in chi si appresta ad acquistare un nuovo aspirapolvere.

In effetti, i modelli che sfruttano questa tecnologia si affidano alla forza centrifuga cui è sottoposta l’aria in entrata per aspirare la polvere dalle superfici, non richiedendo pertanto alcun sacchetto in cui depositare lo sporco, che verrà convogliato all’interno di un apposito serbatoio da svuotare all’occorrenza.

Fatta questa premessa, cerchiamo ora di capire quali sono i pro e i contro delle due tipologie. Innanzitutto, l’aspetto negativo delle scope elettriche con sacco è la spesa da sostenere per l’acquisto dei sacchetti e la necessità di reperirli, visto che in genere vengono venduti in confezioni da cinque o dieci pezzi nei negozi fisici oppure online.

Certo, si può pensare di risparmiare qualche soldino comprando dei sacchetti compatibili con il modello in proprio possesso, ma questo non significa che l’adattabilità sia sempre garantita al 100%, cosa che invece non accade preferendo un set originale a marchio Rowenta.

A ogni modo, il vantaggio principale degli aspirapolvere con sacco è che in nessun caso si verrà in contatto con polvere, capelli e sporco poiché, una volta pieno, si potrà rimuoverlo dalla sua sede e buttarlo direttamente nella pattumiera. Il lavoro sporco, quindi, sarà limitato alla sola manutenzione e sostituzione del filtro quando necessario, oltre ovviamente al rimpiazzo del sacco pieno per impedire che l’elettrodomestico subisca un ingente calo di efficienza.

Gli aspirapolvere con tecnologia ciclonica, invece, non necessitano di alcun cambio del sacchetto né costringono a successivi acquisti, ma per contro quando si andrà a svuotare il serbatoio di raccolta dello sporco bisognerà prestare maggiore cautela per evitare che la polvere finisca nuovamente nell’aria, rendendo di conseguenza vana l’intera operazione di pulizia.

Dettagli che fanno la differenza

Un altro elemento a cui prestare attenzione quando si sceglie un aspirapolvere sono le dimensioni e il peso del modello, da cui dipenderanno la sua maneggevolezza e la facilità di rimessaggio.

Tuttavia, le valutazioni legate alle caratteristiche strutturali dell’elettrodomestico sono perlopiù soggettive, visto che uno stesso modello potrebbe risultare pesante per una persona anziana o di corporatura esile, ma non per un giovane atletico o una donna che ha molta forza nelle braccia.

Più che al peso, quindi, bisognerebbe guardare alla maneggevolezza dell’aspirapolvere, ossia alla facilità con cui scivola sulle superfici e cambia traiettoria. A determinare tale capacità contribuiscono sia la dotazione di ruote in corrispondenza della spazzola o del corpo motore (se si tratta di un modello a traino), sia l’assenza del cosiddetto “effetto ventosa”, quando cioè la testina tende ad attaccarsi al pavimento rendendo difficili gli spostamenti.

Potrà sembrarvi un dettaglio di poco conto, ma anche la lunghezza del cavo di alimentazione, qualora decidiate di acquistare una scopa elettrica con filo, riveste la sua importanza: per chi ha un appartamento di grandi dimensioni, disporre di un lungo cavo significa ampliare ulteriormente il raggio di azione dell’elettrodomestico, in modo da poter pulire diversi ambienti, anche passando da una stanza all’altra, senza dover staccare la spina in continuazione.

Infine, un occhio di riguardo va posto anche sugli accessori in dotazione, poiché capaci di aumentare la versatilità e la praticità di utilizzo dell’aspirapolvere, soprattutto se l’intenzione è quella di utilizzarlo per pulire anche gli imbottiti, i tappeti e gli interni dell’auto.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come si smonta l’aspirapolvere Rowenta?

Dipende dal modello, ma in linea di massima si tratta di un’operazione abbastanza semplice e alla portata di tutti. A ogni modo, prima di smontare il motore o rimuovere qualsiasi componente meccanica è buona norma individuare la causa del malfunzionamento per effettuare un intervento più mirato ed evitare di fare ulteriori danni.

Se dopo aver seguito le istruzioni del manuale d’uso sullo smontaggio e le manutenzioni eseguibili in autonomia dall’utente, l’elettrodomestico continua a fare i capricci è preferibile non tentare di ripararlo da sé, ma contattare un centro di assistenza autorizzato per capire l’origine del problema.

 

Come pulire il filtro HEPA dell’aspirapolvere Rowenta?

I filtri HEPA presenti negli aspirapolvere Rowenta più venduti sul mercato hanno il compito di trattenere le microparticelle di polvere, fino a 0,3 micron di diametro, capelli, peli e altri allergeni che i tradizionali sistemi di filtraggio non riescono a raccogliere.

Proprio per questo motivo, è fondamentale provvedere alla loro periodica manutenzione affinché continuino a svolgere il lavoro in modo efficiente. Ecco come procedere: una volta rimosso dal suo alloggiamento, sbattete delicatamente il filtro sul bordo del cestino dell’immondizia per facilitare l’eliminazione dello sporco e dei detriti accumulati; dopo di che sarà sufficiente passarlo sotto il getto (delicato e freddo) del rubinetto – senza però applicare troppa pressione – fino a quando l’acqua che lo attraversa non appare chiara e trasparente.

Una volta pulito per bene il filtro e prima di rimontarlo dovrete farlo asciugare all’aria per almeno 24 ore, con la sola accortezza di non utilizzare fonti dirette di calore, come asciugacapelli e stufe, per evitare che si danneggi.

 

Quando cambiare il filtro dell’aspirapolvere Rowenta?

Affinché gli aspirapolvere funzionino in maniera efficiente, dopo un certo lasso di tempo è necessario sostituire i filtri. Tuttavia, non esiste una regola universale che stabilisca la frequenza esatta con cui andrebbero cambiati, perché molto dipende dal tipo di elettrodomestico, da quanto spesso viene usato e dalle condizioni ambientali interne ed esterne. In ogni caso, si tratta di un’informazione facilmente reperibile sul manuale d’uso dell’elettrodomestico.

 

Quanto consuma un aspirapolvere Rowenta?

L’etichetta energetica che accompagna ciascun prodotto a marchio Rowenta ha la funzione di rendere noto ai consumatori il consumo medio annuo derivante dall’utilizzo dell’aspirapolvere, oltre a fornire altre utili informazioni sulle sue prestazioni.

In linea di massima, un apparecchio appartenente alla classe A o più assorbe tra i 10 e i 16 kWh/anno, mentre quelli in classe B e inferiore comportano in genere un consumo annuo tra i 16 e i 26 kWh. Ovviamente, si tratta di valori meramente indicativi, poiché in larga parte i consumi energetici variano anche in base alla frequenza di utilizzo, alla potenza di aspirazione dell’elettrodomestico e, non ultimo, al tipo di contratto stipulato con il proprio gestore di energia elettrica.

 

Quanto è rumoroso un aspirapolvere Rowenta?

Le etichettature energetiche della maggior parte degli aspirapolvere della migliore marca riportano, oltre alla classe di efficienza, anche i dati relativi alla rumorosità, la cui unità di misura è il decibel (dB).

Tuttavia, dal momento che la tolleranza al rumore è una questione abbastanza soggettiva, non esistono elettrodomestici che emettono suoni assordanti o insopportabili – come spesso lasciano intendere le recensioni degli utenti che li hanno acquistati – ma ciò non toglie che alcuni modelli siano più silenziosi di altri.

In linea di massima, potremmo affermare che un aspirapolvere potente e molto rumoroso si attesta su 84 dB, mentre un apparecchio pensato per essere silenzioso, come il nuovo Rowenta Silence Force per esempio, dovrebbe avere un livello di rumorosità non superiore ai 60-65 dB.

 

 

 

Come utilizzare un aspirapolvere Rowenta

 

Una volta scelto il miglior aspirapolvere Rowenta per le proprie esigenze, bisogna che l’acquisto funzioni. Leggete la guida che segue per scoprire come ottimizzare le prestazioni del vostro nuovo elettrodomestico e sfruttarne appieno tutte le potenzialità.

Scegliere il modello giusto

Per utilizzare un aspirapolvere in modo corretto, la prima cosa da fare – anche se per molti potrà sembrare tedioso – è leggere con attenzione il manuale di istruzioni incluso nella confezione, in modo da scoprire tutte le funzioni di cui è dotato il modello ed essere sicuri di sfruttarle al meglio.

A tal proposito, una buona strategia d’acquisto è individuare un prodotto che corrisponda perfettamente alle proprie esigenze, valutando diverse caratteristiche tra cui la potenza di aspirazione, gli accessori in dotazione e la quantità di sporco da aspirare.

Per esempio, se in casa sono presenti molti tappeti o superfici delicate, come moquette e parquet, optate per un aspirapolvere che permetta la pulizia anche di questo tipo di materiali; mentre qualora si voglia sfruttare l’elettrodomestico anche per altri scopi, come per esempio pulire gli interni dell’auto o rimuovere i peli lasciati in casa dagli animali domestici, la presenza di un kit specifico è d’obbligo, perché non vi costringerà a successivi acquisti.

 

Alcune precauzioni prima dell’utilizzo

Durante l’utilizzo della scopa elettrica è importante prestare attenzione a non aspirare detriti particolarmente voluminosi o oggetti appuntiti. Prima di iniziare le pulizie, quindi, è buona norma rimuovere con cura spilli, liquidi e altri elementi che potrebbero potenzialmente rovinare l’elettrodomestico.

In effetti, la maggior parte degli aspirapolvere Rowenta presenti in commercio non può aspirare i liquidi, per cui bisognerà assicurarsi che le superfici da trattare siano perfettamente asciutte e libere da oggetti che rischierebbero di danneggiare le componenti interne dell’apparecchio. Fatto questo, potrete tranquillamente iniziare ad aspirare, scegliendo l’accessorio adatto al lavoro che andrete a svolgere.

A ogni accessorio la sua funzione

A seconda delle esigenze, esistono delle spazzole apposite pensate per rimuovere sporco e polvere da specifiche superfici. Gli accessori giusti, in effetti, possono fare la differenza fra un modello e l’altro, soprattutto se l’intenzione è quella di utilizzare la scopa elettrica per scopi diversi dalla semplice pulizia del pavimento.

La testina larga per il parquet, per esempio, si dimostra di grande utilità quando parte o tutta la casa è pavimentata con listelli di legno pregiati; la bocchetta stretta e piatta, invece, è ideale per aspirare lo sporco ed eventuali peli di animale da tappeti e imbottiti (come cuscini e divani); mentre la lancia per le fughe permette di raggiungere i punti più stretti e gli spigoli, ottima quindi per pulire tra gli interstizi delle piastrelle o lungo i battiscopa.

Questi sono dettagli da non trascurare, poiché ogni accessorio può essere utilizzato solo ed esclusivamente per pulire le superfici per le quali è indicato, altrimenti si rischia di usurare l’aspirapolvere o di comprometterne l’efficienza.

Cercate, infine, di non tralasciare gli angoli nascosti della casa, arrivando anche nelle aree più difficili e spostando i mobili se necessario. Trattate l’elettrodomestico sempre con le dovute accortezze, senza tirare troppo tubi e fili, e riponendoli con cura a lavoro terminato, ricordandovi inoltre di provvedere periodicamente alla pulizia dei filtri o alla loro eventuale sostituzione se usurati.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI