Gli 8 migliori robot per piscina del 2022

Ultimo aggiornamento: 25.09.22

 

Robot per piscina – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

La manutenzione della piscina è d’obbligo se si vuole mantenere la vasca sempre pulita e a prova di batteri e alghe. Tuttavia, quest’operazione può essere davvero faticosa se effettuata manualmente, per questo motivo è possibile reperire sul mercato dei particolari robot a cui affidare la pulizia del pavimento e delle pareti della piscina. In questo articolo abbiamo selezionato i migliori prodotti, recensiti in base alle esperienze degli utenti che li hanno acquistati. Potrete trovare l’i-Run di San Marco, un prodotto senza fili che riesce a pulire la piscina fino a un massimo di 35 mq. Grazie alle sue turbine, l’ambiente risulterà molto pulito e quindi non dovrete farlo passare più volte. Intex 28005 Pulitore Piscina è invece un modello da collegare a una pompa, che può aspirare fino a 700 gal/h. Dotato di doppia spazzola, riesce a inglobare i detriti, pulendo anche le pareti. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori robot per piscina – Classifica 2022


Qui di seguito troverete la classifica dei migliori prodotti del momento, recensiti in base ai pareri degli utenti che li hanno acquistati.

 

 

1. San Marco Robot i-Run, pulitore elettrico per piscine

 

Se cercate un robot per piscina fuori terra, quello di San Marco è un modello molto interessante, perché senza fili, ed è in grado di lavorare su una superficie massima di 35 mq. Dotato di un filtro interno, si rivela particolarmente indicato per le piscine fuori terra fino a 7×5 m di grandezza, e vanta una potenza filtrante di 3,6 m³/h.

Le turbine ad acqua presenti consentono di aspirare tutti i detriti in maniera ottimale, per cui la piscina sarà molto pulita grazie alla sua azione. Non dovrete collegarlo, come dicevamo, in quanto è caratterizzato da una batteria, che si ricarica in un lasso di tempo incluso tra le quattro e le cinque ore.

Tuttavia la durata è pari a solo un’ora per cui, se cercate un robot per pulire la piscina, questo non è l’ideale se considerate questo fattore unito al prezzo non basso. Se non sapete dove acquistare questo modello, cliccate sul link in fondo. 

 

Pro

Senza fili: Grazie a questo elemento il prodotto sarà libero di agire senza grosse difficoltà, per pulire il fondo della vostra piscina.

Efficiente: Grazie alle turbine ad acqua questo modello è in grado di aspirare tutti i detriti per bene, così da non dover fare altre passate.

Performance: Vanta una potenza filtrante di 3,6 m³/h e si rivela adatto per piscine con una superficie fino a 35 metri quadrati.

 

Contro

Durata batteria: La carica si effettua in circa cinque ore ma ha una durata pari a solo un’ora, non per tutti la soluzione ideale. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Intex 28005 Pulitore Piscina

 

Il robot per piscine Intex è un modello che deve essere collegato a una pompa filtro con portata tra 6056 e 13248 L/h per poter funzionare: sfrutta infatti questa forza e non ha bisogno di corrente per pulire l’acqua all’interno della piscina.

Dotato di ruote, si muove facilmente, mentre la doppia spazzola rotante gli consente di raccogliere tutto lo sporco depositato: questo è un robot per piscina fondo e pareti, infatti può raggiungere anche i lati ed eliminare gli accumuli di sporco laterali.

Progettato per piscine fuori terra, può essere collegato al connettore di ingresso con un tubo da 6,5 m. Aspira fino a 700 gal/h, per cui è uno dei modelli più economici tra quelli disponibili con questa potenza.

Se siete alla ricerca dell’Intex 28001 robot pulitore automatico per piscina, vi farà piacere sapere che questo è un modello avanzato. Non brilla però per efficienza, per cui potreste doverlo riavviare più volte per effettuare una pulizia completa. 

 

Pro

Doppia spazzola: Grazie a questo elemento riesce anche a pulire le pareti, così da espletare un’azione più approfondita.

Potenza: Riesce ad aspirare fino a 700 gal/h, quindi si tratta di un modello da indicare soprattutto per le piscine grandi.

Senza corrente: Per funzionare sfrutta la potenza aspirante di una pompa filtro, di portata compresa tra 6056 e 13248 L/h.

 

Contro

Efficienza: Non è il massimo sotto questo punto di vista, per cui dovrete riavviarlo più volte se volete ottenere una pulizia completa. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Maytronics Dolphin PoolStyle Ag Digital Robot Elettrico

 

Maytronics rappresenta una delle aziende più importanti nel settore della pulizia idraulica, ed è una delle più apprezzate a livello mondiale. In questo caso ci propone un robot per piscine elettrico, dotato di un cavo avvolgibile e anti attorcigliamento di 10 m, che vi consente di rimuovere lo sporco da vasche di circa 8 m, risalendo anche le pareti di 30 cm.
Può essere utilizzato su qualsiasi rivestimento: poliestere, cemento verniciato, PVC armato, vetroresina, mosaico e liner. Inoltre, può pulire piscine di qualsiasi forma: ovale, rettangolare, rotonda o con i bordi personalizzati, persino quelle con pendenza fino a 40 °.
Possiede un sistema di scannerizzazione del fondale, con il quale individua la totalità del perimetro e sceglie autonomamente il percorso più breve da fare, pulendo tutto nel minor tempo possibile.
Il prezzo è nella norma, considerata l’affidabilità dell’azienda e la qualità dei materiali e la tecnologia utilizzata, come le spazzole e il sistema di filtraggio fino a 70 micron.

 

Pro

Manutenzione: Pulire il filtro è piuttosto semplice, perché basterà sganciare il cestello sottostante e bagnarlo con una pompa dell’acqua.

Potere aspirante: È dotato di un ottimo sistema di filtraggio, che lascerà la piscina perfettamente pulita e priva di detriti, sia quelli grandi, sia quelli più sottili come la terra.

Scalini: Riesce ad arrampicarsi senza problemi sui gradini; ricordate però che questi devono essere abbastanza grandi per essere aspirati correttamente.

 

Contro

Pulizia delle pareti: Nonostante il produttore dichiari che possa risalire fino a 30 cm dal fondo, in realtà sembra che in alcuni casi il robot abbia qualche difficoltà a farlo, impennandosi e finendo con il ribaltarsi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Zodiac WR000263 Vortex AV35050 Pulitore Autonomo per Piscina

 

Il robot per pulire piscina di Zodiac è un prodotto dedicato a tutte quelle strutture con pareti rigide e con forme differenti, di dimensioni massime pari a 12 x 6 m. Dotato della tecnologia All Surfaces, va bene con rivestimenti in liner, in PVC armato e in poliestere, oltre al cemento verniciato e ai mosaici. 

Nella confezione sono presenti delle ruote di ricambio, che permettono di sfruttare questo robot per pulire fondo piscina in tutto e per tutto e su ogni fondo. L’aspirazione ciclonica brevettata garantisce l’eliminazione di tutto lo sporco, grazie al contributo delle spazzole in lamine. 

Il filtro ha una capacità pari a 5 L e un cavo lungo 18 m; può effettuare sei cicli e potrete attivarlo e disattivarlo a distanza, grazie al telecomando. Purtroppo però non è dotato dell’utile accessorio che impedisce al cavo di attorcigliarsi, oltre ad avere un costo abbastanza alto. 

 

Pro

Per tutte le piscine: Questo modello è indicato per le piscine con pareti di forme differenti e rivestite in vari materiali, come il liner, il PVC armato, i mosaici e il cemento.

Aspirazione: Quella qui presente è la ciclonica, brevettata, che si serve di spazzole in lamina per rimuovere tutto lo sporco.

Filtro: Con una capacità di 5 L permette di pulire piscine di dimensioni massime pari a 12 x 6 m.

 

Contro

Costo: Non è un prodotto a prezzi bassi, per cui potreste desiderare piuttosto di acquistare un robot per piscina usato, se volete risparmiare qualcosa in più.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Maytronics Dolphin X Force 20 Digital Robot Elettrico

 

Continuando con la nostra classifica dei prodotti venduti online, abbiamo pensato di inserire un altro articolo dell’azienda leader nel settore dei pulitori per piscina, Maytronics.
In questo caso ci offre il modello X Force 20, che presenta un particolare sistema elettronico di nuova generazione, in grado di scansionare il fondo della piscina e di programmare il percorso più veloce da effettuare.
Il prezzo potremmo definirlo nella media, considerando sempre che si tratta di un prodotto di fascia medio-alta. Si adatta perfettamente a piscine di 12 m di qualsiasi forma e con fondali che presentano pendenze lievi o composte.
Inoltre, va bene per tutti i tipi di rivestimento e il tipo di motore di cui è dotato può pulire non solo il fondo e tutte le pareti, ma anche la linea di galleggiamento, eliminando così anche l’utilizzo del retino.
Tuttavia, per la manutenzione di vasche in cemento verniciato, è necessario acquistare delle spazzole aggiuntive.

 

Pro

Pulizia completa: X Force 20 è in grado di effettuare una scansione e una manutenzione totale, risalendo le pareti e galleggiando persino sulla superficie.

Spegnimento automatico: Grazie a questo sistema, potrete lasciare il robot in piscina senza preoccuparvi dell’eccessivo consumo di corrente.

Filtraggio: L’apparecchio è dotato di un doppio filtro, capace di raccogliere detriti dai 100 a 50 micron.

 

Contro

Libretto di istruzioni: Purtroppo sembra che questo manchi, mettendo in difficoltà alcuni utenti meno esperti. Tuttavia, il produttore è molto disponibile a eventuali chiarimenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Bestway Falcon 58479 Robot per Piscina

 

Tra i robot per piscina più venduti, ci ha convinto quello proposto dall’azienda Bestway, nel modello Falcon 58479. Si tratta di un dispositivo elettronico di fascia medio-bassa, dotato di quattro ruote e in grado di pulire vasche da massimo 70 mq e 2 m di profondità.
Possiede un filtro con un alto grado di aspirazione: è da 180 micron ed è capace di eliminare anche i detriti microscopici, come i residui di terra e polvere.
Considerato il costo molto basso, sembra abbia qualche difficoltà durante la pulizia degli angoli e delle pareti, inoltre, nonostante il modello sia adatto anche alle piscine fuori terra, in realtà potrebbe ribaltarsi e non riuscire a salire correttamente lungo i bordi.
Nonostante ciò, è indicato per le vasche di tutte le forme, con fondo piatto oppure con un grado di pendenza inferiore a 35 °. Un vantaggio indiscusso di questo robot è la possibilità di programmare il ciclo di pulizia: questo può essere di un’ora, un’ora e mezza o due, consentendovi di risparmiare sulla bolletta dell’elettricità.

 

Pro

Prezzo: Se avete un budget limitato e siete alla ricerca di un prodotto economico, questo potrebbe essere un valido acquisto.

Aspirazione: Il robot è molto valido e riesce a raccogliere senza problemi tutti i detriti che si depositano sul fondo.

Programmabile: Per evitare dispendi energetici, è possibile settare il dispositivo per un ciclo di lavoro di un’ora o due.

 

Contro

Piscine fuori terra: Nonostante il produttore dichiari che il robot possa risalire le pareti, vi sono molti pareri a discordanti in merito, soprattutto per quanto riguarda le vasche sopraelevate.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Paradise Pool Power 4.0 Robot da piscina

 

Il modello di Paradise Pool è un robot da piscina automatico, che riesce a pulire non solo il fondo ma anche le pareti. Ha un sistema di filtraggio integrato, che gli consente di rimuovere i detriti, con un ciclo pari a circa due ore. 

Il cestello ha un filtro che può essere rimosso e lavato, mentre le spazzole sono in PVC molto morbido, che quindi non andrà a rovinare le superfici sulle quali passerà. Consuma circa 100W e può contare su un cavo lungo 16 m, che dispone del sistema antitorsione.

La zona sulla quale può agire è di massimo 10 x 5 m e la profondità della piscina deve essere pari a 2,50 m al massimo. Se però state dando un’occhiata ai robot per piscina, prezzi convenienti soprattutto, questo potrebbe non soddisfare le vostre esigenze perché non è il meno caro in circolazione.

 

Pro

Filtro: Quello qui presente può essere facilmente rimosso e lavato, per garantire sempre un’azione approfondita e senza intoppi.

Cavo: Non solo è lungo ben 16 m ma è anche dotato del sistema antitorsione, per cui non correrete il pericolo che si blocchi.

 

Contro

Costo: Non è il modello più conveniente, per cui diventerà ancora più dispendioso se dovrete sostituire qualche pezzo con dei ricambi per robot piscina come questo. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Monzana Robot Pulizia Piscina Poolboy500

 

Poolboy500 di Monzana è un robot per la pulizia della piscina fuori terra e interrata, fino a un massimo di profondità di 3 m. Si tratta di un modello comodo, in quanto non è caratterizzato da fili, per cui non avrete ingombro o temere che possa aggrovigliarsi.

La sua capacità di aspirazione è pari a 60 L/min ed è adatto a piscine di dimensioni pari a 40 mq; con le sue lamelle morbide è in grado di pulire un po’ dappertutto senza creare problemi, mentre la struttura in ABS è solida tanto da non subire danni se viene colpita.

Può essere tirato e rimosso dal fondo tramite la cordicella di 3 m agganciata alla sua struttura; la batteria della quale è dotato è ricaricabile, mentre il filtro è in acciaio inox; anche se la durata del ciclo è pari a un’ora, però, c’è chi lamenta che, per una carica del genere, ce ne vogliano almeno quattro.

 

Pro

Senza fili: L’assenza di questo elemento, sostituito da una corda lunga 3 m, fa sì che questo modello sia facile da gestire.

Struttura: Realizzata in ABS, è molto solida e assicura di non rovinarsi se sfruttata molto a lungo.

Filtro: In acciaio inox, questo elemento piace perché può restare in acqua senza che si vada a ossidare.

 

Contro

Carica: La batteria, e quindi il ciclo, ha una durata di solo un’ora, mentre per caricarla ce ne vogliono almeno quattro. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori robot per piscina?

 

Vorreste acquistare un pulitore per piscina ma non sapete quale sia il migliore? Qui di seguito troverete una piccola guida all’acquisto, che speriamo possa agevolarvi nell’impresa.

Un accessorio fondamentale

Durante l’acquisto o la progettazione di una piscina interrata, è fondamentale valutare tutti i pro e i contro che questa comporta.
Un fattore molto importante è di sicuro la manutenzione ordinaria che sarà necessario fare, per far sì che l’acqua sia sempre pulita e utilizzabile, e per evitare quanto più possibile la proliferazione dei batteri che causano funghi e mucose della pelle.
Dunque, il modo migliore per prendersi cura di una vasca, è acquistando un dispositivo automatico a cui delegare il compito più difficile: la pulizia del fondo e delle pareti. Ma come fare a scegliere il migliore robot per piscina più adatto alle vostre esigenze? Continuate a leggere per scoprire quali caratteristiche debba avere un buon prodotto.

 

Forma della piscina

Prima di decidere quale sia l’articolo migliore, è bene valutare la struttura della vostra piscina.
Alcuni modelli di robot sono dotati di un cavo di 12 m, che consente la pulizia di vasche di dimensioni medie, altri invece sono più corti, e devono essere spostati manualmente per completare il lavoro.
È opportuno prendere in considerazione anche la presenza di pendenze: i dispositivi più economici non possono effettuare salite, in quel caso sarà necessario acquistare un prodotto di fascia più alta.
È importante anche la forma della piscina, che può essere circolare, ovale, quadrata o più particolare, per la quale dovrete scegliere un apparecchio che sia in grado di camminare agevolmente lungo tutto il perimetro.
Infine, è fondamentale conoscere il tipo di materiale utilizzato per il rivestimento del fondale: un esempio potrebbe essere il PVC armato, il più comune e facile da pulire, oppure il cemento verniciato, le piastrelle, il mosaico o il poliestere.

 

Filtro

La maggior parte dei modelli di robot è dotata di un filtro estraibile o di un sacchetto, molto simile a quello presente negli aspirapolveri casalinghi. Questo deve essere pulito almeno una volta ogni due mesi e cambiato dopo circa due anni, per evitare che si rompa e rilasci scarti all’interno della piscina.
In alternativa, è possibile acquistare apparecchi provvisti di una pompa esterna: proprio come un aspirapolvere, risucchia tutti i detriti all’interno di un contenitore posizionato al bordo della piscina.
Attenzione: nonostante tali robot siano capaci di filtrare e pulire l’acqua presente nella vasca, è opportuno non limitare la manutenzione della piscina soltanto durante il suo utilizzo, poiché potrebbe non bastare affatto.
Per questo motivo, è bene ricordarsi di installare un depuratore esterno, eliminare i residui più grandi attraverso un retino, e tenendo sotto controllo ogni giorno la quantità di cloro. Per quanto riguarda quest’ultimo dettaglio, è importante non eccedere con le dosi, poiché l’acqua potrebbe risultare troppo dura e danneggiare i componenti del vostro robot.

 

Sistema di pulizia

Tali apparecchi sono dotati di spazzole rotanti, generalmente di gomma rigida, che possono essere lisce oppure provviste di dentini. Quest’ultima tipologia è piuttosto indicata per rimuovere lo sporco ostinato, mentre la prima è più delicata e da utilizzare per le superfici in PVC o piastrelle.
I modelli più recenti invece, sono in grado di effettuare una scannerizzazione del fondo, memorizzando il perimetro ed evitando di sbattere lungo i bordi o gli scalini durante la pulizia.

 

Ruote

Esistono due tipologie di robot: quelli dotati di quattro ruote, e quelli che presentano i cingoli. Questi ultimi, in base alle recensioni degli utenti, sembrano essere migliori, poiché più agevoli in acqua e in grado di salire più facilmente le pareti.
Tuttavia, ciò non toglie che anche gli apparecchi con le ruote siano piuttosto validi, e generalmente caratterizzati da un prezzo più vantaggioso.

 

Alimentazione

Sul mercato è possibile trovare robot dotati di un cavo di alimentazione da collegare a un motore esterno, che verrà posizionato al bordo della piscina. Lo stesso vale per i modelli con tubo aspirante: entrambi necessitano di un sistema elettrico che non deve essere immerso in acqua durante l’utilizzo.
Tuttavia, tra gli articoli più recenti e di nuova generazione, troviamo robot alimentati a batteria a litio: questi sono ricaricabili, talvolta programmabili tramite telecomando oppure app su smartphone, ma è opportuno prendere in considerazione la loro autonomia molto limitata e il prezzo più elevato.

Peso

Durante la scelta del robot per piscina più adatto alle vostre esigenze, vi accorgerete che alcuni modelli possono arrivare a pesare anche 18 o 20 kg, a seconda della marca e del tipo di motore di cui sono dotati.
Una buona idea sarebbe quella di acquistare un articolo provvisto di carrello trasportatore, su cui agganciare l’apparecchio e avvolgere il cavo. In questo modo, non sarete costretti a trascinare l’accessorio ovunque, consentendovi inoltre di condurlo agevolmente ovunque vogliate.

 

 

 

Come usare un robot per piscina

 

Se avete appena acquistato il nuovo pulitore per piscina, e volete qualche suggerimento su come adoperarlo al meglio, qui di seguito troverete una piccola sezione dedicata al suo utilizzo.
Se invece non sapete come scegliere un buon robot per piscina, vi invitiamo a leggere la nostra guida all’acquisto poco più in alto in questo articolo.

Come funziona

I robot per piscina sono stati creati appositamente per agevolarci nel compito della pulizia profonda delle vasche, sia quelle presenti nei complessi sportivi, sia quelle installate nel proprio giardino.
Il suo funzionamento è molto semplice: proprio come un aspirapolvere di nuova generazione presente nelle nostre case, anche questo è dotato di spazzole ed è in grado di muoversi autonomamente nello spazio. Talvolta, alcuni modelli sono capaci di risalire lungo le pareti, detergendole senza lasciare traccia di sporcizia.
Chi ha la fortuna di avere una piscina, sa bene che è davvero importante tenerla pulita, poiché la pioggia, il vento e le foglie, a contatto con l’acqua stagnante, può diventare veicolo di batteri, che in poche settimane possono dare alla luce numerose alghe sul fondo.
A questo proposito, è importante sempre controllare il livello di cloro, che dovrebbe essere tra 1 e 3 ppm.
Dunque, anche se può sembrare faticoso, è bene non dedicarsi alla manutenzione della vasca solo quando l’acqua appare sporca, ma prevenire quanto più possibile la proliferazione dei germi.

 

Collegamento

Alcuni robot sono dotati di batterie al litio ricaricabili, dunque non hanno bisogno di prese di corrente vicine alla piscina. Molti altri invece, necessitano di essere collegate, costringendovi ad armarvi di una prolunga, preferibilmente a prova d’acqua.
Tali modelli sono dotati di un lungo cavo che può essere immerso senza pericolo, e che è in grado di arrivare fino al fondo e pulire l’intero perimetro con facilità. Inoltre, questo vi aiuterà anche per immergere il robot o recuperarlo una volta terminato il lavoro.

 

Immersione

Un’altra fase importante è sicuramente l’immersione dell’apparecchio: questa deve avvenire a bordo piscina, senza lanciare o spingere il robot con forza sul fondo, ma lasciare che faccia tutto da solo.
Alcuni modelli sono dotati di un telecomando con cui programmare la pulizia, tuttavia dato il costo più alto, tale accessorio non si rivela fondamentale per effettuare un buon lavoro.
Una volta terminato il ciclo, tirate delicatamente il robot attraverso il cavo, e avvolgete quest’ultimo all’apposito supporto.

Manutenzione

Il costo di questi particolari dispositivi può essere piuttosto alto, ed è per questo che è consigliabile prendersene molta cura, effettuando mensilmente un’accurata pulizia del filtro e del serbatoio.
Per fare ciò, è necessario capovolgere delicatamente il vostro robot e sganciare manualmente la parte sottostante, dove è ubicato il depuratore. Sciacquate quest’ultimo sotto l’acqua corrente, finché non si saranno tolti tutti i residui e le foglie depositate durante il funzionamento.
Per quanto riguarda i sistemi dotati di sacchetto, è bene ricordarsi di sostituirlo di tanto in tanto con uno nuovo, per evitare la rottura e la perdita accidentale di sporcizia nell’acqua o l’ostruzione del condotto di aspirazione. In questo modo, si eviterà che il robot si surriscaldi durante l’utilizzo, allungandogli la vita.
Ricordate inoltre, di evitare quanto più possibile di lasciare l’apparecchio esposto a raggi del sole o alle intemperie, poiché le parti in plastica potrebbero assottigliarsi e rompersi, rendendolo inutilizzabile.
Allo stesso modo, è bene non dimenticarlo in acqua quando non è in funzione, avvolgendo il cavo e riponendolo ogni volta all’interno di un armadietto, o un luogo riparato.

 

 

 

Domande Frequenti

 

A cosa serve il robot per piscina?

Il robot per piscina è un accessorio che si rivela estremamente utile per pulire tutte le superfici della vasca. In commercio è possibile trovare differenti modelli, dotati di ruote oppure cingoli, capaci di risalire i bordi o da adoperare esclusivamente sul fondale.
Possono avere un filtro da svuotare manualmente, o un tubo aspirante capace di rimuovere tutte le impurità e le alghe che si formano sulle mattonelle. Inoltre, potrete scegliere tra modelli a batteria, dalla durata limitata ma più maneggevoli, e quelli da collegare alla presa della corrente.
Se volete sapere quale robot per piscina comprare, vi invitiamo a leggere la nostra classifica dei migliori prodotti del momento.

Un robot per piscina è in grado di pulire le scalinate?

Le caratteristiche tecniche di un robot cambiano a seconda del prezzo e della marca scelta. Non tutti gli elettrodomestici sono uguali, e non sempre è possibile acquistare un prodotto universale, capace di pulire la totalità della superficie della vostra piscina.
Se si sceglie un modello più economico, la potenza del motore sarà, molto probabilmente, più debole, e dunque difficilmente riuscirà a risalire le pareti della vasca di molti centimetri.
Tuttavia, se le scale della piscina sono basse e abbastanza ampie, l’apparecchio sarà in grado di pulirle perfettamente, senza essere costretti a spostarlo manualmente su ogni gradino.

 

Quanto costa un robot per piscina?

Avere una piscina personale può costare davvero molto: è necessario prendere in considerazione non soltanto il prezzo dell’installazione, ma anche quella dell’acqua e della sua manutenzione.
Per quest’ultima fase, ci si affida generalmente ai robot per piscina, che ci consentono di effettuare una pulizia profonda del fondo della struttura. Il costo di un apparecchio cambia molto a seconda della marca scelta e della qualità dei materiali, arrivando a raggiungere valori al di sopra delle migliaia di euro.
Tuttavia, facendo un giro sui siti online, è possibile trovare numerose offerte di robot altrettanto validi e funzionali.

 

Come pulire un robot per piscina?

Si tratta di un accessorio indispensabile per chi ha deciso di installare una piscina nel proprio giardino. Tuttavia, per fare in modo che il vostro nuovo elettrodomestico duri più a lungo, è necessario effettuare un’accurata manutenzione del filtro di tanto in tanto, per evitare che si intasi eccessivamente.
Innanzitutto è bene conservare l’apparecchio in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla pioggia e dai forti raggi del sole. Inoltre, è importante sciacquare il filtro una volta ogni due o tre mesi, a seconda della frequenza di utilizzo.



Un robot per piscina può sostituire un impianto di filtraggio?

I robot per piscina sono dotati di un serbatoio in cui immagazzinano la sporcizia durante la fase di pulizia. Tuttavia, a meno che non si acquisti un modello che arrivi anche in superficie, è pressappoco impossibile che tale elettrodomestico possa sostituire un impianto di filtraggio, obbligatorio per tutte le piscine.
È possibile scegliere tra due sistemi, a sabbia di vetro e a sabbia di quarzo: sono entrambi molto validi, ma la prima tipologia è ritenuta migliore, poiché riesce a evitare il più possibile la proliferazione dei batteri.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI