Gli 8 migliori aspiracenere del 2020 

Ultimo aggiornamento: 21.10.20

15

 

Aspiracenere – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Vi proponiamo nella guida mercato che segue un confronto fra diversi modelli di aspiracenere, elettrodomestici progettati per rimuovere la cenere da camini, stufe a pellet e barbecue fissi o mobili. Vi spiegheremo quali sono le differenze fra aspiracenere e bidoni aspiratutto, spesso confusi fra loro, affinché possiate acquistare il prodotto adatto alle vostre esigenze. Tutti e otto i modelli da noi descritti sono valide opzioni di acquisto, ma i due aspiracenere che più degli altri ci hanno colpito sono il Valex Cinder 1203, per il buon prezzo e l’ottima dotazione di accessori, che lo rende versatile, e l’Einhell TC-AV 1620 DW, uno dei pochi a essere dotato di quattro comode ruote per il trasporto.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori aspiracenere – Classifica 2020

 

1. Valex Cinder 1203, con accessori e funzione soffiatore

 

Se messo a confronto con gli altri aspiracenere da noi trattati, il Cinder 1203 dell’italiana Valex spicca per la ricca dotazione di accessori. Nasce come aspiracenere per ceneri fredde e calde (fino a 40 °C), ma grazie ai tre tubi di prolunga, alla lancia per le fughe e alla spazzola larga rettangolare, può essere usato anche in altri ambiti. Pulire gli interni dell’auto, aspirare il pavimento della cantina o del garage e rimuovere le ragnatele dal soffitto sono tutti utilizzi possibili con l’aspiracenere Valex. 

Fusto da 20 litri, tubo flessibile da 1,2 m e terminale rotondo, il cui diametro è di 36 mm, sono costruiti in metallo, mentre gli altri accessori sono in plastica. Oltre ad aspirare, il Valex Cinder 1203 può anche emettere aria ad alta velocità, permettendo di spostare in giardino delle foglie per accumularle in un punto. Le ruote da fissare alla sua base, se intendete trainarlo durante l’uso, sono tre, ma potrete anche servirvi della comoda maniglia in plastica posizionata in alto per spostarlo più velocemente da un punto all’altro. Per noi è uno dei migliori aspiracenere del 2020. 

 

Pro

Buon rapporto qualità/prezzo: se si guarda alla dotazione di accessori, non si può fare a meno di apprezzare il prezzo. Spendendo la stessa cifra, si acquistano infatti aspiracenere più poveri e privi di funzione soffiatore. Sarà presto uno degli aspiracenere più venduti.

Aspirazione potente: il motore da 1.200 watt, unito al contenitore raccogli-cenere da 20 litri, esprime una buona capacità aspirante. Oltre al filtro cilindrico con protezione in metallo, vi è anche un pre-filtro ignifugo. 

 

Contro

Può ribaltarsi se strattonato: è il limite di tutti gli aspiracenere con tre ruote. Se non lo trainate con un minimo di attenzione, tende a ribaltarsi.

Acquista su Amazon.it (€45,9)

 

 

 

2. Einhell TC-AV 1620 DW, con quattro ruote e funzione soffiatore

 

Se ambite a un prodotto curato, ben progettato e affidabile, l’aspiracenere Einhell TC-AV 1620 DW fa sicuramente al caso vostro. Già altre volte abbiamo apprezzato i prodotti dell’azienda bavarese che, anche in questo caso, si conferma attenta alla qualità. 

Le sue principali caratteristiche sono: motore da 1.350 watt, contenitore in metallo da 20 litri, tubo corrugato (sempre) in metallo (da 1,2 metri), terminale in alluminio, funzione soffiatore e una solida base dotata di quattro ruote per conferire all’elettrodomestico stabilità durante gli spostamenti. 

Il pre-filtro è però l’elemento che più distingue questo aspiracenere dagli altri: non si limita a coprire il filtro cilindrico e la sua rete di protezione metallica ma, date le dimensioni, protegge l’intero corpo motore e aderisce al contenitore raccogli-cenere con risvolti esterni. 

Una soluzione non molto bella dal punto di vista estetico, ma efficace in termini pratici. L’utilità nel prefiltro sta nel proteggere il filtro a pieghe dalla cenere più sottile, evitando che si intasi continuamente.    

 

Pro

Quattro ruote stabili: è uno dei pochi aspiracenere sul mercato a vantare una base d’appoggio dotata di quattro ruote pivotanti. Ne guadagna in stabilità quando è trainato. Pratica anche la maniglia che consente di sollevare l’apparecchio.  

Tubo flessibile abbastanza lungo: con i suoi 1,2 m, il tubo corrugato in metallo rende le operazioni di pulizie più semplici e confortevoli.

 

Contro

Cavo elettrico non troppo lungo: sembra questo l’unico limite evidenziato dagli utenti che hanno acquistato l’aspiracenere Einhell. Meglio dotarsi di una prolunga.

Nessun accessorio in dotazione: se nella confezione ci fosse una bocchetta piatta (lancia per le fughe), l’Einhell TC-AV 1620 DW sarebbe un prodotto davvero completo. 

Acquista su Amazon.it (€54,8)

 

 

 

3. Ribimex Cenetì, capacità di 15 litri e motore da 800 watt

 

È l’aspiracenere più economico di quelli trattati in questa guida mercato. Assomiglia molto al Ceneflame, sempre dell’italiana Ribimex, ma si rivolge a chi davvero necessita di un elettrodomestico di livello base. 

Ha infatti una capacità di raccolta di 15 litri (il contenitore è in metallo), un motore da 800 watt, per consumi di energia elettrica ridotti, di un tubo metallico da 85 cm e di una lancia metallica da 20 cm. La minore potenza in watt viene compensata dal serbatoio più piccolo, tanto che la capacità aspirante viene definita molto buona da chi l’ha già acquistato. 

Non dispone di ruote per spostarlo da un punto all’altro, ma di un maniglia in filo di ferro per il trasporto, non funziona come soffiatore e si avvale di un filtro in tessuto a calza non Hepa (ma lavabile). Prendetelo in considerazione se dovete pulire stufe e barbecue a breve distanza: il limitato raggio di azione non permette interventi più impegnativi.

 

Pro

Buona dotazione: è uno dei pochi a includere nella confezione una lancia per le fughe e per pulire negli interstizi da fissare al terminale rotondo in alluminio. Ha il merito di rendere più versatile l’aspiracenere. Sempre in dotazione, troverete due filtri in tessuto. 

 

Contro

Non utilizza un filtro cilindrico: l’aspiracenere si avvale infatti di un solo filtro in tessuto a calza. In compenso, troverete nella confezione un filtro di tessuto di ricambio. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Black+Decker BXVC20MDE, fusto da 18 litri e soffiatore

 

Non si discosta molto da altri aspiracenere con fusto da 18 litri. È essenziale, senza ruote e senza accessori particolari, ma vanta un nome noto, ossia Black+Decker, e un prezzo per nulla impegnativo. Se dovete pulire piccole stufe a pellet, piccoli camini o il barbecue della domenica, il modello BXVC20MDE è un’opzione da tenere in considerazione. Sfrutta un filtro a cartuccia, con rete metallica di protezione, e un prefiltro ignifugo (autoestinguente), cioè refrattario alla cenere e ai detriti ancora caldi, da applicare come una calza. 

L’aspiracenere va utilizzato su cenere fredda e vanta la funzione soffiatore che, come fanno notare alcuni utenti, è utile anche per soffiare e pulire i filtri. Non vi verrà spedito insieme a delle rotelle che ne facilitino il trasporto, ma l’aspiracenere Black+Decker, a detta di chi lo ha già acquistato e lo usa con costanza, è abbastanza leggero e facile da trasportare a mano, tenendolo per la maniglia.   

 

Pro

Essenziale e conveniente: non costa molto e fa bene il suo lavoro. È indicato per la pulizia quotidiana di piccole stufe a pellet, di camini domestici e di barbeque. Il rumore è nella media, la potenza di aspirazione buona. 

Sistema di pulizia del filtro (funzione di soffiaggio): infilando il tubo nel foro retrostante e attivando la funzione soffiatore, è possibile rimuovere gran parte della cenere accumulata sul filtro.  

 

Contro

Parco nei consumi ma non potentissimo: il motore utilizzata dall’aspiracenere Black+Decker ha una potenza di 900 watt, quindi inferiore a quella dai modelli da 1.300 watt. Anche se l’aspirazione non è da record, vi farà risparmiare un po’ di elettricità.

Acquista su Amazon.it (€39)

 

 

 

5. Ribimex Ceneflame, con ruote e protezione del filtro

 

Se vi piace comprare italiano, i prodotti Ribimex saranno sicuramente di vostro interesse. L’azienda, con sede a Carrè, nei pressi del Lago di Garda, vanta un catalogo dedicato agli appassionati di giardinaggio e fai-da-te. Il primo modello che vi proponiamo è il Ribimex Ceneflame, un aspiracenere semplice ma efficace con capacità di 18 litri. 

Dotato di ruote – potete scegliere se usarle o meno – assicura una buona aspirazione e interventi di manutenzione semplici. 

Questi saranno limitati alla pulizia del filtro e del prefiltro autoestinguente, cioè ignifugo nei confronti dei pezzi di legno ancora caldi. Badate bene che si tratta di un aspiracenere non progettato per aspirare materiale rovente. 

A protezione del filtro cilindrico Hepa, si trova una grata metallica che permette ai detriti più grandi di cadere direttamente nel contenitore senza impattargli contro. Sfrutta un tubo metallico flessibile lungo 1,5 m che termina in una lancia in alluminio da 20 cm, per un totale di 1,70 m.

 

Pro

Potente e dal buon rapporto qualità/prezzo: è quello che alla fine si chiede a un prodotto che rientra nella fascia di prezzo del Ribimex. Fa il suo lavoro di aspiracenere, con stufe, forni e camini, in tutta onestà.

 

Contro

Maniglia in filo di ferro: da questo punto di vista si poteva e doveva fare di meglio. La maniglia in filo di ferro, un po’ scomoda, si fa sentire sulla mano già quando il contenitore è pieno per un terzo.

Acquista su Amazon.it (€49,9)

 

 

 

6. Stayer Green Line BC1200D, 1.200 watt e capacità di 20 litri

 

Stayer è un’azienda spagnola con sede a sud di Madrid. Fa parte dell’omonimo gruppo, il Gruppo Stayer appunto, a cui fanno capo altri due marchi: Grinding e Imaport. Specializzato nella progettazione e sviluppo di elettroutensili di diversa fascia (dalla professionale alla amatoriale), mette a disposizione prodotti di buona qualità. L’aspiracenere BC 1200 D non fa eccezione, come si evince dai pareri espressi online da chi l’ha già provato. 

Si avvale di un motore di potenza pari a 1.200 watt, capace di generare una depressione di 19 kPa, e di un contenitore di raccolta con capacità di 20 litri. Sia nell’aspetto, sia nella concezione, è un prodotto semplice ma efficiente. Tanica, tubo corrugato (lungo 1 m) e becco circolare (di diametro pari a 38 mm) sono realizzati in metallo, per consentire di aspirare anche cenere calda. Una maniglia a estrazione consente di sollevarlo e trasportarlo durante l’uso. Il peso a vuoto è di 3,8 kg.  

 

Pro

È abbastanza silenzioso: nei limiti di quanto può esserlo un aspiracenere, più di un utente sottolinea la silenziosità dell’aspiracenere Stayer. 

Aspirazione potente: i 1.200 watt del motore si sentono, soprattutto se il filtro Hepa di cui è dotato viene pulito spesso e si mantiene alta l’efficienza dell’apparecchio. 

 

Contro

Dotazione ridotta all’osso: insieme al tubo di acciaio e al terminale in alluminio, non sono forniti altri accessori. Alcuni utenti, vista la buona potenza di aspirazione, avrebbero gradito almeno una lancia per le fughe. 

Tubo e cavo corti: il tubo di acciaio è lungo un metro (1 m), quello di alimentazione appena 2 m. Dovrete quindi tenere per il manico l’aspiracenere e spostarlo insieme a voi se volete raggiungere ogni punto. E comprare inoltre una bella prolunga.  

Acquista su Amazon.it (€60,2)

 

 

 

7. Bacoeng 20L Ash Vacuum, aspiracenere con ruote

 

Al contrario di altri aspiracenere, il modello Bacoeng è concepito per funzionare solo con cenere fredda. Così è scritto nella descrizione ufficiale del prodotto, malgrado tanica, ganci, tubo corrugato e bocchetta di aspirazione siano in metallo. Accettato questo piccolo compromesso, il prodotto risulta valido da tutti i punti di vista: qualità costruttiva, capacità di aspirazione (il motore è da 1.200 watt) e capacità del contenitore raccogli-cenere (20 litri). 

Il tubo flessibile e il cavo di alimentazione sono abbastanza lunghi (1,5 m il primo, 4,5 metri il secondo), garantendo comfort durante le operazioni di pulizia. L’aspiracenere può essere trasportato a mano, afferrandolo per l’apposita maniglia, o fissato alla base dotata di ruote che troverete nella confezione. Il sistema di filtraggio si avvale di un filtro cilindrico plissettato e di un prefiltro a trama fitta deputato a trattenere le polveri più sottili. Un sistema di sicurezza previene il surriscaldamento del motore. 

 

Pro

Efficiente il sistema di filtraggio: la presenza di un prefiltro previene l’intasamento del filtro plissettato e facilita gli interventi di manutenzione. 

Buona potenza di aspirazione e leggerezza: da questo punto di vista, è considerato uno degli aspiracenere più efficienti. Chi lo usa quotidianamente garantisce sulla facilità con cui si puliscono a fondo le stufe a pellet. È anche molto leggero da sollevare e trasportare. 

 

Contro

Ha solo tre ruote e non funziona come soffiatore: evitate di dargli strattoni durante l’uso, perché la base, avvalendosi di tre sole ruote, non si dimostra particolarmente stabile. Funziona solo come aspiratore. 

Nessun accessorio in dotazione: visto il prezzo più elevato a cui viene offerto, qualche accessorio in più potevano anche fornirlo, soprattutto per evitare di raccogliere dalla stufa grossi pezzi di carbone utili alla riaccensione.       

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Tacklife PVC-03A, con cavo di alimentazione di 5 m

 

È un aspiracenere semplice, costruito su un motore di aspirazione da 800 watt e su un fusto in acciaio inossidabile da 18 litri. Vanta, insieme con la funzione di aspirazione, anche quella di emissione dell’aria (soffiatore), trovando un pratico impiego anche in giardino. 

Date le caratteristiche, l’assenza di accessori che ne accrescano la versatilità e le dimensioni contenute, lo suggeriamo a chi non produce eccessive quantità di cenere. È quindi perfetto per chi griglia in compagnia di amici al sabato sera, per chi possiede piccoli camini o stufe a pellet. 

Per quanto il contenitore raccogli-cenere sia capace (ce ne sono sicuramente di più piccoli), l’assenza di ruote per il trasporto mette ancor più in risalto la piccola maniglia che si trova sull’unità motore. 

Una più robusta e comoda da impugnare avrebbe sicuramente accontentato più utenti. Particolare e diverso dal solito è il sistema di filtraggio: anziché ricorrere a un prefiltro a cappuccio, l’aspiracenere Tacklife si affida a un prefiltro a barriera con velcro, lavabile, che aderisce perfettamente al filtro cilindrico (a sua volta protetto da una sottile grata metallica).   

 

Pro

Sistema di filtraggio: chi ha già provato il prefiltro a barriera con velcro, sa quanto sia comodo. Basta in effetti svolgerlo, staccando il velcro, e sciacquarlo sotto l’acqua. I tempi di asciugatura sono inoltre molto rapidi. 

 

Contro

Maniglia di trasporto non molto comoda: è sottile e può risultare poco pratica quando l’aspiracenere è pieno e pesante. 

Acquista su Amazon.it (€35,57)

 

 

 

Come scegliere i migliori aspiracenere

 

Trascorrere serate tra amici degustando carne o pesce cotti sul barbeque o preferire il riscaldamento con stufa a pellet al classico radiatore elettrico o a gas significa fare i conti con la cenere. Ovunque ci sia combustione di legna o carbone, si formano accumuli di cenere che, a mano o con l’ausilio di un elettrodomestico, va raccolta e smaltita. Per soddisfare questo bisogno e per rendere l’operazione meno faticosa, nascono gli aspiracenere, particolari aspiratori progettati per gestire le polveri più sottili. Nei paragrafi seguenti vi spieghiamo come scegliere un buon aspiracenere in modo che, a fine lettura, sappiate quale aspiracenere comprare. Vediamo quindi quali aspetti e caratteristiche conviene considerare per farsi spedire a casa il miglior aspiracenere. 

Marchi poco noti ma ugualmente affidabili

Se date uno sguardo alle recensioni dei prodotti trattati in questa guida, noterete che la gran parte non è proposta da marche a noi note come Kärcher, Rowenta, Lavor, Bosch e via dicendo. Ciò non significa che non siano buoni o che alle spalle non abbiano società serie. I prodotti trattati vantano infatti marchi prestigiosi e famosi all’estero, a dimostrazione di un mercato in continuo ampliamento. Nel nostro servizio c’è però anche un po’ di Italia, grazie agli aspiracenere Ribimex e Valex. Comprate gli uni e gli altri senza esitare poiché vi garantiranno un lavoro ben fatto.   

 

Potenza di aspirazione e capacità del contenitore raccogli-polvere

Se la cenere fosse il solo materiale da aspirare, non servirebbe tanta potenza di aspirazione. Data la granulometria assai ridotta, la cenere è infatti leggera e facile da rimuovere. Il materiale di risulta della combustione del legno, della carbonella e dei pellet è però composto anche da pezzi di carbone o legna più grossi, quindi più pesanti. È buona norma quindi affidarsi a un aspiracenere dalla buona potenza di aspirazione, garantita da un motore la cui potenza non sia inferiore agli 800 watt. 

Per facilitarvi nella ricerca, abbiamo quindi incluso nella nostro servizio aspiracenere con potenza uguale o maggiore di questo valore. Per dovere di completezza, le schede tecniche di alcuni aspiracenere esprimono la potenza di aspirazione come depressione in kPa (kiloPascal), un dato utile a chi è in grado di capirlo, meno a chi ha sempre badato alla potenza in watt.  

Considerate tuttavia che di solito a una maggiore potenza di aspirazione corrisponde una più alta rumorosità. Mettete questo aspetto in conto quando avete a che fare con gli aspiracenere, apparecchi di progettazione semplice, che poco fanno per assorbire i rumori prodotti dal motore.   

Non meno importante è la capacità in litri del contenitore di raccolta delle cenere. Più è ampio, più potete lavorare senza preoccuparvi di svuotarlo. Ciò almeno in teoria, perché nella pratica le cose vanno un po’ diversamente. Affinché un aspiracenere lavori al massimo della sua efficienza è infatti consigliabile svuotare spesso il contenitore. Non trascurate inoltre l’effetto peso, soprattutto per quegli aspiracenere che non sono dotati di ruote, a dire il vero la gran parte. Questi vanno infatti trasportati afferrandoli per una maniglia e, se riempiti fino al limite massimo, possono superare facilmente i 20 kg di peso.   

Meno svuotate l’aspiracenere, più si intasa il filtro. Più si intasa il filtro, più si riduce l’efficienza dell’apparecchio. Un aspiracenere insomma, dovendo trattare polveri assai sottili, richiede quel minimo di attenzione e manutenzione che ne mantengano intatta l’efficienza. 

 

Funzione soffiatore, utile in giardino e ovunque ci siano foglie secche

Molti aspiracenere funzionano anche da soffiatori. Basta, in più di un caso, spostare il tubo flessibile da un foro all’altro dell’unità motore per passare dalla aspirazione al soffiaggio. La funzione è utile per rimuovere la cenere dagli interstizi non raggiungibili con il tubo di alluminio oppure, nell’utilizzo più trasversale, per accumulare fogliame in giardino dopo la caduta delle foglie autunnali oppure dopo un lavoro di potatura. Valutate voi se la funzione vi serve o meno, anche perché soffiando sulla cenere o su qualsiasi altro accumulo solleverete una notevole quantità di polvere, con poco entusiasmo da parte dei soggetti allergici.  

Dotazione di accessori di serie e opzionali (cioè da comprare a parte)

Non ne troverete molti nelle confezioni degli aspiracenere. Trattandosi di prodotti destinati a un utilizzo ben preciso, dimenticatevi quelle dotazioni offerte dagli aspirapolvere domestici o dai bidoni aspiratutto. Nella gran parte dei casi, gli accessori venduti insieme con gli aspiracenere consistono in filtri cilindrici di ricambio e protezioni, in tessuto e/o metalliche, dei filtri stessi. Ci sono però modelli che mettono a disposizione dei kit comprendenti tubi corrugati più lunghi, lance per le fughe etc… che ne ampliano la versatilità. A offrire la possibilità di ampliare il sistema, sono di solito gli aspiracenere dotati di base con rotelle pivotanti, cioè in grado di ruotare di 360°.

 

 

 

Domande frequenti 

 

Posso usare il mio bidone aspiratutto per rimuovere la cenere dal camino, dalla stufa a pellet o dal barbeque?

Sì, ma con due importanti accorgimenti. 1. Il primo è che la cenere sia fredda, per evitare che il tubo flessibile e il contenitore raccogli-polvere fondano se, come quasi sempre accade con i bidoni aspiratutto, sono realizzati in plastica. 2. Il secondo riguarda i filtri del bidone aspiratutto, non sempre adatti all’aspirazione della cenere. 

Vi ricordiamo, a tal proposito, che le particelle di cenere sono molto più sottili di quelle che compongono la polvere domestica, con il risultato che in breve tempo andrebbero a intasare completamente un filtro non adatto allo scopo. Leggete, in merito a questo argomento, il manuale di istruzioni del vostro bidone aspiratutto per derivare questa importante informazione. Lì troverete indicazioni indispensabili su come pulire il filtro di un aspiracenere, operazione tanto semplice quanto necessaria alla salute del vostro apparecchio.     

 

Posso usare l’aspiracenere come un normale aspirapolvere?

In linea di massima sì, ma gli aspiracenere puri, come quelli che abbiamo trattato in questo lavoro di comparazione, non dispongono quasi mai di bocchette, tubi di prolunga e spazzole che permettano un’accurata rimozione della polvere. Il nostro consiglio è di tenere in casa entrambi gli elettrodomestici, anche in virtù del fatto che i semplici aspiracenere sono spesso venduti a prezzi bassi. 

Se proprio volete o dovete disporre di un solo apparecchio, rivolgete allora la vostra attenzione a un aspiracenere che preveda fra gli accessori da comprare a parte un kit per aspirare solidi. Un esempio è dato dal Ribimex Ceneflame, il cui set opzionale comprende un lungo tubo flessibile in plastica, una lancia per le fughe, una spazzola rotonda piccola a pennello e una bocchetta piccola rettangolare senza setole. Ancor meglio se comprate il Valex Cinder 1203 che ha raggiunto la vetta più alta del nostro podio, sicuramente il miglior posto virtuale dove acquistare.     

 

Un aspiracenere può anche aspirare liquidi?

In linea di principio, un aspiracenere, non utilizzando un sacco per raccogliere i detriti aspirati, potrebbe anche aspirare piccole quantità di liquidi. Tuttavia il sistema di filtraggio e la posizione del filtro possono, a seconda dei modelli, non essere compatibili con questo utilizzo. Vi sconsigliamo quindi di aspirare liquidi, a meno che non si tratti di qualche goccia, con un aspiracenere, ma di utilizzare un bidone aspiratutto progettato ad hoc.   

 

Posso aspirare ceneri calde mentre il cammino o il barbecue sono attivi e in funzione?

No. Anche se gli aspiracenere per uso domestico sono progettati per catturare materiali caldi, vi è un limite ben preciso di temperatura: 40-50 °C. A barbeque terminato o a camino spento, dovrete aspettare che la cenere si raffreddi parzialmente prima di poterla aspirare. Se intendete trattare cenere e materiali roventi, allora dovrete rivolgere la vostra attenzione agli aspiracenere industriali, con una spesa da affrontare ben differente.  

 

Posso tenere in giardino l’aspiracenere quando non è utilizzato?

Sì, ma per brevi periodi di tempo. Anche se l’aspiracenere è progettato per funzionare all’aperto, non è impermeabile. Ciò significa che una pioggia intensa potrebbe far penetrare acqua nel motore danneggiandolo. Assicurativi quindi, durante i periodi di inutilizzo dell’elettrodomestico, che resti riparato dalla pioggia, dall’umidità e della polvere. 

 

 

 

Come utilizzare al meglio un aspiracenere

 

Anche con cenere calda, ma senza esagerare

È una delle caratteristiche che distingue gli aspiracenere dagli aspirapolvere tradizionali e dai bidoni aspiratutto. Gli aspiracenere possono infatti aspirare cenere calda, i bidoni aspiratutto classici e i comuni aspirapolvere no. Per farlo, utilizzano tubi flessibili e terminali rotondi di metallo (alluminio), in grado cioè di assorbire il calore senza fondersi. Molti modelli, sfruttano anche dei pre-filtri autoestinguenti, cioè non infiammabile, da applicare ai filtri cilindrici, il più delle volte protetti da una grata fine metallica. 

Non esagerate però, perché con gli aspiracenere domestici più venduti online, potrete aspirare cenere alla temperatura non più alta di 40-50 °C. Ciò significa poter pulire poco dopo aver utilizzato il barbecue, ma non con i carboni ardenti. Se non seguirete i suggerimenti scritti nel manuale di ciascun prodotto, rischierete di danneggiare il vostro nuovo apparecchio e, in casi estremi, anche di farvi male.

Pulite i filtri spesso e volentieri

Cenere fa rima con polvere sottile, talvolta molto sottile. E quando si aspira polvere dalla granulometria finissima (dell’ordine del millesimo di millimetro), il sistema di filtraggio tende a intasarsi facilmente. Per quanto gli aspiracenere utilizzino filtri speciali (Hepa e non solo), un filtro le cui trame sono sature di cenere fa da barriera alla fuoriuscita dell’aria, causando un netto calo di potenza dell’apparecchio. Alcuni sono dotati di Led che vi avvisano quando è il momento di procedere con la pulizia, altri lasciano invece il compito al vostro orecchio e alla confidenza che maturate con il vostro apparecchio. 

A ogni utilizzo, vi conviene quindi sganciare l’unità motore, che fa da coperchio al contenitore raccogli-cenere, e valutare le condizioni del filtro. Stando ai pareri espressi online da chi utilizza spesso l’aspiracenere, l’operazione va eseguita spesso e richiede qualche minuto di pazienza, a prescindere dal modello di aspiracenere che avete acquistato. Esistono tuttavia degli aspiracenere dotati di prefiltro che, almeno in teoria, riducono l’impatto della cenere sul filtro principale facilitando l’intervento di manutenzione.

Come utilizzare la cenere raccolta con l’aspiracenere?

Ve lo siete mai chiesti? Se avete una stufa a pellet, un forno a legna o un barbecue che utilizzate assai di frequente, buttar via la cenere che andrete ad aspirare con il vostro aspiracenere è un vero peccato. Se disponete di un orto, il miglior modo per recuperarla è quello di utilizzarla come fertilizzante, in pratica come concime per il terreno. 

La cenere di legna è infatti composta da calcio, in percentuali che variano dal 25 al 40%, da potassio, in quantità che oscillano tra il 5 e il 30%, da fosforo e magnesio, in percentuali minime dell’1% circa e massime del 15-20%. Tutti elementi che piacciono alla gran parte delle coltivazioni. 

Abbiate solo la accortezza di integrare la cenere con dell’azoto, aggiungendo per esempio, se volete restare in ambito bio, del compost acquistato o prodotto direttamente in casa. 

Se raccoglierete la cenere per usarla anche come fertilizzante, è d’obbligo utilizzare l’aspiracenere solo ed esclusivamente per lo scopo principale, ossia per aspirare cenere. Non vorrete fertilizzare il vostro amato orto con cenere mista a sporcizia, peli di animali, capelli e quant’altro avrete indirettamente raccolto dalla strada?  

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments