I 5 migliori aspirapolvere ad acqua del 2020 

Ultimo aggiornamento: 21.10.20

0

 

Aspirapolvere ad acqua – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Ricercati da chi ha animali in casa e/o soffre di allergie, gli aspirapolvere con filtro ad acqua riescono più degli altri a catturare e intrappolare al loro interno la polvere sottile. Abbiamo preso in esame e descritto i principali modelli sul mercato, stilando la nostra consueta classifica. A guadagnare il gradino più alto del podio è stato il Kärcher DS 6, per la qualità costruttiva e la praticità d’uso, seguito dal modello verticale Bimar PAA1, che abbina a una dotazione di accessori da record la funzione soffiatore.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 migliori aspirapolvere ad acqua del 2020

 

Modelli orizzontali e verticali: sono queste le due principali categorie in cui si dividono gli attuali aspirapolvere con filtro ad acqua. Potrete constatarlo leggendo le recensioni che seguono. I modelli Kärcher e Polti appartengono alla prima categoria, quelli firmati Bimar, Team Kalorik e Syntrox Germany alla seconda. I primi sono pensati per pulire la casa e altri ambienti interni; i secondi trovano impiego anche in contesti esterni, come in giardino o sul terrazzo. Entrambi sono spesso oggetto di offerte.

 

1. Kärcher DS 6, aspirapolvere con filtro ad acqua

 

Dall’ottima qualità costruttiva all’efficienza in fase di aspirazione e pulizia, l’aspirapolvere ad acqua Kärcher DS 6 ha le carte in regola per piazzarsi al primo posto della nostra classifica. Non è il più economico della comparazione, sia chiaro, ma in compenso mostra un bel design (immancabile il giallo tipico della casa tedesca) e una buona maneggevolezza, facilitata dalle quattro ruote pivotanti sottostanti. 

Se durante le pulizie sopraggiunge una chiamata improvvisa, viene in aiuto la comoda posizione di parcheggio orizzontale. Quella verticale è invece da utilizzare solo con l’aspirapolvere vuoto, quando cioè viene riposto. 

Ampio il raggio di azione (circa 10 metri) che permette di passare da una stanza all’altra senza dover necessariamente cambiare presa a muro. Da un aspirapolvere di fascia (quasi) premium, ci aspettavamo però di poter variare la potenza di aspirazione in funzione degli usi. E invece no: acceso oppure spento. 

» Scheda Tecnica

Potenza: 650 watt

Capacità serbatoio: 2 litri

Cavo elettrico: 8,5 m

Rumorosità: 80 dB

Regolatore di potenza: No

Funzione soffiatore: No

Peso: 7,5 kg

» Scheda Tecnica

Pro

Potente e abbastanza silenzioso: sono questi i primi requisiti richiesti a un aspirapolvere. Se a un’analisi approfondita entrambi risultano soddisfatti, siamo senza dubbio di fronte a un buon prodotto. 

Si pulisce facilmente e sta in piedi da solo: stando ai pareri espressi online, la tanica d’acqua si estrae, si svuota e si pulisce sotto l’acqua senza tante difficoltà. Comode e stabili entrambe le posizioni di parcheggio. 

 

Contro

Dotazione ridotta ai minimi termini: comprende una lancia per le fughe e una bocchetta piccola rettangolare e senza setole, oltre al liquido profumato antischiuma. Troppo poco per un prodotto pensato per pulire la casa a 360°.

È un po’ pesante e ingombrante: supera abbondantemente gli 8 kg quando è riempito d’acqua. Tenete conto se vivete in una casa su più livelli.  

Acquista su Amazon.it (€250,89)

 

 

 

2. Bimar PAA1, aspirapolvere con filtro ad acqua e funzione soffiatore

 

L’aspetto è quello di un aspirapolvere ad acqua adatto a ogni ambiente, interno ed esterno. Potete usarlo in casa, ma viste le caratteristiche tecniche e il design, il Bimar PAA1 è a suo agio in cantina, in garage e in giardino.

I tanti accessori di cui è dotato ne fanno inoltre un prodotto molto versatile. Alle varie bocchette piccole e a quella grande aspiraliquidi, abbina anche un bocchetta con rullo in setole rotanti ideale per la pulizia degli imbottiti. Oltre alla funzione classica di aspirazione, in Bimar può anche soffiare, risultando utile nei casi in cui si debbano accumulare in un punto trucioli di legno o fogliame dopo un intervento di potatura.

È molto potente (il motore eroga la potenza massima di 1.400 watt) e dispone di un filtro Hepa che si occupa di purificare totalmente l’aria prima che questa venga nuovamente immessa nell’ambiente. 

» Scheda Tecnica

Potenza: 1.400 watt

Capacità serbatoio: 15 litri

Cavo elettrico: 4,8 m

Rumorosità: 84 dB

Regolatore di potenza:

Funzione soffiatore:

Peso: 6,7 kg

» Scheda Tecnica

Pro

Base porta-accessori: spesso non si fa casa a certi dettagli, ma avere a portata di mano tutti gli accessori, in ogni momento, è un plus da non sottovalutare.

Mini turbo-spazzola per imbottiti: anche se non è motorizzata, il cilindro in setole che ruota seguendo i movimenti del braccio permette un efficiente uso interno dell’aspirapolvere Bimar. 

Potenza regolabile e funzione soffiatore: agendo sulla manopola è possibile regolare la potenza di aspirazione, possibilità non scontata in apparecchi della fascia di prezzo del Bimar. Oltre ad aspirare, può anche soffiare.  

 

Contro

È un po’ rumoroso ed è costruito in plastica: il motore non è insonorizzato a dovere e la costruzione, come tutti gli aspirapolvere ad acqua venduti a prezzi bassi, si basa solo su materiali in plastica.  

Acquista su Amazon.it (€99,99)

 

 

 

3. Team Kalorik VC 1021, , aspirapolvere con filtro ad acqua e funzione soffiatore

 

Il messaggio a cui si affida l’aspirapolvere ad acqua Team Kalorik, azienda belga specializzata nella produzione di piccoli elettrodomestici da cucina, è “Because wet dust can’t fly”, ossia “Perché la polvere liquida non può volare”.

Ciò a sottolineare la capacità del filtro ad acqua di catturare e intrappolare definitivamente lo sporco e la polvere più sottile, a tutto vantaggio di chi fa le pulizie e può respirare soltanto aria pulita. Nel principio di funzionamento e nel look, il Team Kalorik VC 1021 ricorda il modello Bimar, rispetto al quale è un po’ più leggero (il peso a vuoto è di 5,9 kg) e integra qualche accessorio in meno. Manca infatti una mini turbo-spazzola per gli imbottiti.

Come il suo concorrente, presenta una maniglia nella parte alta, che ne facilita il trasporto veloce o lungo le scale, e un motore che sovrasta la tanica trasparente di raccolta dello sporco (la cui capacità è di 13 litri). Abbastanza potente, grazie al motore da 1.200 watt, abbina al sistema di filtraggio ad acqua altri due filtri in spugna. 

» Scheda Tecnica

Potenza: 1.200 watt

Capacità serbatoio: 13 litri

Cavo elettrico: n.d.

Rumorosità: 76 dB

Regolatore di potenza: No

Funzione soffiatore:

Peso: 5,9 kg

» Scheda Tecnica

Pro

Tubo corrugato in metallo: è un plus da tenere in considerazione. L’aspirapolvere ad acqua Team Kalorik è uno dei pochi a utilizzare un tubo flessibile in metallo e non in plastica. 

Può anche soffiare: la funzione soffiante vi permette di spostare in fretta materiali di scarto di medie dimensioni. È particolarmente apprezzata in giardino. 

 

Contro

Non è possibile regolare la potenza di aspirazione: l’interruttore On/Off permette solo di accendere e spegnere l’aspirapolvere. La possibilità di regolare l’aspirazione l’avrebbe reso più appetibile. 

Cavo elettrico corto: ciò limita di conseguenza il raggio di azione dell’elettrodomestico. Serve cambiare presa o dotarsi di una prolunga per aspirare ampie superfici. 

Acquista su Amazon.it (€121,34)

 

 

 

4. Polti Forzaspira Lecologico Aqua Allergy Turbo Care, aspirapolvere con filtro ad acqua

 

I numeri per descrivere un buon prodotto ci sono tutti. Grazie alle buone caratteristiche tecniche e alla dotazione di accessori da record, che comprende una bocchetta aspiraliquidi e due turbo-spazzole, per rimuovere peli di animali e capelli da tappeti e imbottiti, l’aspirapolvere ad acqua Polti si presenta come un prodotto completo.

Forte di una buona potenza aspirante, si dimostra inoltre efficace su tutte le superfici, mentre il contenitore da 1 litro permette di far fronte alle pulizie quotidiane senza particolari ansie. Comodo anche il manico con comandi integrati, con il quale si accende e spegne l’apparecchio senza chinarsi per raggiungere scomodi pulsanti o leve. Aspira senza fare distinzioni fra solidi e liquidi e vanta, con i suoi 7,5 metri di cavo, un discreto raggio di azione.

Il sistema di filtraggio può contare, oltre che sull’acqua che intrappola la gran parte dello sporco aspirato, anche su un filtro Hepa H13 lavabile. Piacevole il profumo di pulito che diffonde durante le pulizie, grazie alle fiale di Bioecologico da versare nell’acqua: oltre a emanare un’ottima fragranza, riducono la formazione di schiuma. Pesa (a vuoto) 6,7 kg.  

» Scheda Tecnica

Potenza: 850 watt

Capacità serbatoio: 1 litro

Raggio di azione: 7,5 m

Rumorosità: n.d.

Regolatore di potenza: No (ma ha la funzione turbo)

Funzione soffiatore: No

Peso: 6,7 kg

» Scheda Tecnica

Pro

Dotazione di accessori: l’aspirapolvere ad acqua Polti ne prevede diversi, tanti quanto basta per pulire non solo i pavimenti, ma anche oggetti e superfici sopraelevati, duri e in tessuto.

Aspirazione potente: il motore da 850 watt fa la sua parte nel rendere efficiente l’elettrodomestico Polti. Riuscirete ad aspirare di tutto, sui pavimenti duri, sul parquet e sui tappeti, liquidi compresi (la dotazione prevede spazzole dedicate).  

 

Contro

Qualità costruttiva: non è da top di gamma e finisce per compromettere in modo significativo il gradimento di chi lo ha comprato. Capita spesso infatti che il tubo si stacchi, durante l’uso, dall’unità principale. Un vero peccato.    

Acquista su Amazon.it (€209,99)

 

 

 

5. Syntrox Germany WS-2500W, aspirapolvere con filtro ad acqua

 

L’azienda tedesca Syntrox definisce il suo sistema di aspirazione e filtraggio ad acqua “Neptun”. In realtà, non si discosta molto da quello degli altri aspiratori ad acqua a sviluppo verticale, come il Bimar e il Team Kalorik, di cui riprone i 15 litri di capacità del contenitore.

E dal Bimar eredita anche, oltre che il design, anche la manopola, a dire il vero molto utile, di regolazione della potenza di aspirazione. Abbastanza ricca la dotazione di accessori che comprende anche una spazzola progettata per aspirare dal pavimento o dai tappeti (moquette) anche i liquidi. Non è invece presente, e questa è la differenza sostanziale, la funzione soffiante.

Con il Syntrox Germany potete aspirare di tutto, ma non trasferire lo sporco da un punto all’altro. Molto apprezzata dagli utenti che lo hanno acquistato è la capacità aspirante, forte dei suoi 2.500 watt di potenza massima. 

» Scheda Tecnica

Potenza: 2.500 watt

Capacità serbatoio: 15 litri

Cavo elettrico: 5 m

Rumorosità: 78 dB

Regolatore di potenza:

Funzione soffiatore: No

Peso: 6,72 kg

» Scheda Tecnica

Pro

Contenitore da 15 litri e regolatore di potenza: una volta riempita la tanica d’acqua fino alla tacca che indica il limite massimo, potrete aspirare per ore senza preoccuparvi di svuotarla. Una manopola permette inoltre di regolare la potenza di aspirazione. 

Facile da pulire: rimosso il contenitore, va svuotato in uno scarico o nel water. Dopo, con un getto di acqua pulita e, se lo volete, con dello spray disinfettante, si rigenera in pochi minuti.  

 

Contro

Cavo di alimentazione un po’ corto: capita spesso quando si ha a che fare con aspirapolvere economici (solo 5 metri di cavo per il Team Kalorik). Munitevi quindi di una prolunga se dovete pulire ampie superfici.  

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori aspirapolvere ad acqua 

 

Se vi state chiedendo come scegliere un buon aspirapolvere ad acqua, è assai probabile che abbiate deciso di acquistarne uno. Proviamo, nei paragrafi che seguono, a spiegarvi quali aspetti considerare e quali sono le caratteristiche che fanno dei modelli da acquistare online, e che qui vi presentiamo, i più venduti.

Aspirapolvere ad acqua orizzontali e verticali

Premesso che tutti gli aspirapolvere con filtro ad acqua sono a traino – per intenderci, non esistono scope elettriche con filtro ad acqua -, occorre distinguere fra aspiratori a traino orizzontali e aspiratori a traino verticali. Alla prima categoria appartengono i modelli di Kärcher e Polti, alla seconda gli aspirapolvere Bimar, Team Kalorik e Syntrox Germany. La scelta dell’una o dell’altra categoria non deve essere casuale. Gli aspirapolvere orizzontali, infatti, sono più indicati per gli ambienti chiusi, scorrendo agevolmente sui pavimenti lisci e per aspirare quantità di polvere, sporco e liquidi non esagerate. Gli aspirapolvere ad acqua a sviluppo verticale dispongono invece di ruote e, soprattutto, di contenitori raccogli-polvere molto più grandi. Dalla capacità di un litro o poco più dei Kärchere Polti alla capacità di circa 15 litri degli altri modelli. Va da sé che se state acquistando il vostro nuovo aspirapolvere, sia esso il più caro o il più economico, per usarlo soprattutto in esterni (per esempio in giardino), un modello verticale è sicuramente più indicato. Le ruote più grandi di cui sono dotati facilitano gli spostamenti anche su superfici scabre, mentre le grandi taniche di raccolta consentono di aspirare per ore senza dover necessariamente svuotare.    

 

Tubo telescopico in metallo e lunghezza del cavo elettrico

Se leggete le recensioni dei modelli di aspirapolvere ad acqua da noi trattati, noterete che tutti sono dotati di un tubo metallico telescopico, con lo scopo di adattare la lunghezza del sistema “tubo+spazzola” alla statura dell’utente. Maggiore il margine di regolazione, maggiore la possibilità che l’aspirapolvere risulti comodo per chi lo utilizza. Fate attenzione a questo aspetto perché ci sono aspirapolvere il cui tubo, pur essendo telescopico, risulta corto, quindi scomodo nei contesti in cui è richiesto di aspirare a distanza dall’operatore. Sempre in termini di comfort, è importante disporre di un cavo elettrico abbastanza lungo, che superi cioè i 6, 7 metri. Nelle pulizie di casa, un cavo corto vi costringe a cambiare continuamente presa elettrica o a dotarvi di una prolunga. 

Funziona soffiatore e regolatore di potenza

Oltre ad aspirare i liquidi – la funzione è integrata in tutti gli aspirapolvere con filtro ad acqua – un’altra feature che contribuisce ad aumentare la versatilità dei modelli venduti online è la funzione soffiatore. Basta, negli aspirapolvere che ne sono provvisti, premere un pulsante per cambiare il verso di movimento dell’aria. Alcuni utenti scelgono di acquistare un modello anziché un altro solo se dotato di funzione soffiatore; altri invece non la considerano importante. Noi concludiamo dicendo che la funzione in sé non è indispensabile, ma se c’è è meglio. Trova il suo impiego infatti dopo una potatura, per accumulare il fogliame nel punto in cui sarà raccolto con una scopa. O, quando si puliscono gli interni dell’auto, per rimuovere lo sporco dagli interstizi, spesso difficili da raggiungere con la lancia per le fughe. Considerate però un fattore molto importante: quando l’aspirapolvere viene utilizzato come soffiatore, insieme ai materiali da spostare si sollevano vere e proprie nuvole di polvere, per nulla salutari da respirare, soprattutto se a occuparsi delle pulizie è un soggetto allergico. Usate quindi la funzione solo se necessaria e mai in casa o in altri ambienti chiusi.     

La seconda caratteristica cui facciamo cenno in questo paragrafo è la possibilità di regolare elettricamente, agendo su di una manopola, la potenza di aspirazione. Non tutti i modelli la prevedono, anzi. Il Kärcher DS 6 che ha raggiunto il primo posto della nostra classifica non ne è per esempio dotato, eppure non è certo venduto a prezzi bassi. La funzione è utile quando non è necessario aspirare con una potenza eccessiva oppure, nelle ore serali, quando è importante limitare il rumore prodotto dall’aspirapolvere, per non disturbare i vicini o i bambini che dormono.   

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona un aspirapolvere ad acqua?

Vale la pena di descrivere il funzionamento di questo particolare elettrodomestico data la sua diffusione ancora limitata. Un aspirapolvere ad acqua, più propriamente detto “aspirapolvere con filtro ad acqua”, è un aspirapolvere molto simile, nel funzionamento, ai ciclonici modelli modelli senza sacco. La differenza sta nella presenza di acqua, in quantità che varia in funzione del modello, sul fondo del contenitore di raccolta dello sporco. Grazie alla capacità di catturare e intrappolare polvere, peli di animali e capelli, l’acqua svolge un’efficace funzione di filtraggio, lasciando fuoriuscire dall’aspirapolvere solo aria pulita al 100% (o quasi). Un ulteriore filtro, in spugna o di tipo Hepa, provvede a filtrare le pochissime particelle sottili sfuggite al contatto con l’acqua. Ne deriva che gli aspirapolvere ad acqua, rispetto ai più tradizionali modelli “a secco”, sono molto più efficaci nel trattenere lo sporco e gli acari al loro interno, risultando ideali per i soggetti allergici alla polvere o alla forfora del gatto e/o del cane. Nell’ambito degli aspirapolvere ad acqua, ci sono poi quelli che funzionano come soffiatore, permettendo di spostare fogliame, scarti di lavorazione e via dicendo. Tenetelo in considerazione prima di decidere quale aspirapolvere ad acqua comprare.  

 

È più impegnativa la manutenzione di un aspirapolvere ad acqua o quella di un comune aspirapolvere ciclonico senza sacco (a secco)?

Entrambi i tipi, se volete che durino a lungo e mantengano inalterate le loro capacità pulenti, necessitano della giusta dose di manutenzione. Gli aspirapolvere ad acqua, come suggerisce lo stesso nome, richiedono però che si versi dell’acqua al loro interno. E quando si ha a che fare con i liquidi, un minimo di cautela è d’obbligo. Al di là degli interventi di manutenzione a medio-lungo termine, che possono considerarsi simili per gli uni e per gli altri (lavaggio dei contenitori, pulizia e sostituzione dei filtri), gli aspirapolvere con filtro ad acqua, rispetto a quelli tradizionali, vanno necessariamente svuotati alla fine di ogni utilizzo. L’acqua sporca tende infatti a stagnare e ad emanare cattivi odori. Questo aspetto differenzia nella sostanza la manutenzione degli uni rispetto agli altri.  

 

Cosa sono le spazzole motorizzate per tessuti?

Chi possiede già una scopa elettrica senza fili, come una Dyson o una Rowenta, probabilmente conosce già la risposta. Le spazzole motorizzate sono bocchette di aspirazione dotate di rulli interni in setole che ruotano a velocità più o meno elevate, supportando meccanicamente l’azione aspirante generata dal motore. Sono perfette, talvolta indispensabili, per rimuovere peli e capelli e integrano un piccolo motore alimentato da un cavo elettrico nascosto nel tubo che unisce l’unità principale dell’aspirapolvere alla stessa spazzola motorizzata. Ce ne sono di grandi, dette “turbo-spazzole motorizzate”, adatte a tappeti e moquette, e piccole (dette “mini turbo-spazzole motorizzate”), pensate per le superfici morbide, come le tappezzerie dei divani, delle poltrone, delle cuccie dei nostri amici animali e via dicendo. Nel caso degli aspirapolvere ad acqua da noi trattati, l’unico modello a disporre di una spazzola con rullo rotante è il Bimar PAA1. Trattasi però di una spazzola non motorizzata, la cui rotazione del rullo interno in setole è indotta dal movimento che la mano imprime alla bocchetta durante l’uso. Vi garantiamo che funziona lo stesso ed è molto efficiente.  

 

 

 

Come utilizzare al meglio un aspirapolvere ad acqua

 

Se avete appena acquistato il miglior aspirapolvere ad acqua sul mercato, è bene che adottiate i necessari accorgimenti per utilizzarlo al meglio. Questi vanno dal corretto uso in fase di pulizia alla corretto stivaggio quando le pulizie saranno finite. Iniziamo col dire che è buona norma, non appena estraete il vostro nuovo aspirapolvere dalla confezione, leggere il manuale di istruzioni. Nella gran parte dei casi è in italiano ed è composto da pochi semplici fogli. Capita spesso che per pigrizia si omette di leggere indicazioni importanti e indispensabili ad allungarne la vita.

Non andate oltre la tacca di livello massimo e non aggiungete normale detersivo  

Riempite il contenitore d’acqua fino alla tacca che indica il livello massimo. È importante non andare oltre perché quando l’aspirapolvere è acceso, le turbolenze d’aria all’interno del cestello cilindrico determinano un continuo movimento dell’acqua. La tacca di livello massimo è posizionata in modo da non causare malfunzionamenti o addirittura danni. Non sognatevi neanche, se volete che durante le operazioni di pulizia si diffonda per la casa un piacevole odore di pulito, di aggiungere normale detergente o soluzione profumata all’acqua. Sempre in virtù delle turbolenze appena citate, finirebbero per fare schiuma compromettendo la funzione filtrante del liquido. Se proprio amate le fragranze di pulito, accertatevi che il modello da voi acquistato preveda fra gli accessori in dotazione o da comprare a parti, liquido anti-schiuma profumato. Kärcher è per esempio una di quelle aziende che ne produce: se non sapete dove acquistare l’anti-schiuma adatto al vostro aspirapolvere ad acqua, potete usare, indipendentemente dal modello, il liquido FoamStop Neutral di Kärcher.    

 

Utilizzate gli accessori giusti (se disponibili), soprattutto quando dovete aspirare liquidi

Alcuni dei modelli che vi abbiamo proposto in questo lavoro di comparazione portano in dote accessori di tutto rispetto. Usateli nei contesti per i quali sono progettati: sui parquet, i tappeti e i pavimenti duri, gli aspirapolvere possono garantire risultati migliori se abbinati ai giusti accessori. Pensate per esempio all’utilità della spazzola a setole morbide su pavimenti delicati come i parquet, o all’efficacia di una bocchetta rotonda a pennello nella pulizia di tastiere di computer, laptop, strumenti musicali o altre superfici irregolari. 

Se il modello da voi scelto, come il Polti Forzaspira Lecologico Aqua Allergy Turbo Care, include una spazzola speciale per i liquidi, utilizzatela quando dal pavimento andranno raccolti liquidi. La forma e la presenza di un cordolo in gomma fanno sì sulle superfici resti davvero una patina d’acqua talmente sottile da asciugare in pochi secondi. 

A proposito di liquidi, è opportuno spendere qualche parola in più. Capita spesso che sul pavimento o sui tappeti si versi semplice acqua, ma capita anche che si versino liquidi di altro tipo: latte, bibite gassate, birra o, nel peggiore dei casi, olio. 

Nessun problema con i primi, a patto che dopo averli aspirati, laviate internamente il tubo corrugato e la bocchetta utilizzata. È un’operazione necessaria per evitare che liquidi come bibite e latte asciughino dentro il tubo con conseguente formazione di zucchero e, ancor peggio, di cattivi odori. 

Se a finire sul pavimento è invece dell’olio, il nostro consiglio è di non utilizzare l’aspirapolvere con il filtro ad acqua, ma di procedere in modo tradizionale, prima con della carta assorbente, poi con acqua e sapone. Liberare l’interno del tubo di aspirazione dai residui d’olio può rivelarsi un’operazione tutt’altro che facile. E questo nostro consiglio prescinde dal fatto che il vostro sia o meno uno dei migliori aspirapolvere ad acqua del 2020. 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments